Computer, il più potente al mondo si chiama Summit ed è americano Computer, il più potente al mondo si chiama Summit ed è americano

Computer, il più potente al mondo si chiama Summit ed è americano

UncategorizedBusinessHardwareNewsSocialSoftwareVideoBrowserHostingTechInternetSistemi OperativiAntivirus & AntiSpywareWordpressAdslVideoGameTelefoniaEconomiaSalutePromoCasa & famigliaPuliziaAspirapolvereRobot aspirapolvereScopa elettricaCasaDeumidificatoreMaterassoUmidificatoreStiratura e cucitoFerro da stiroFerro da stiro con caldaiaMacchina da cucirePrima InfanziaBaby monitorCuocipappaPasseggino gemellarePasseggino leggeroPasseggino trioScaldabiberonSeggiolino autoGrandi elettrodomesticiLavatriceCucinaBevandeBollitoreCentrifugaEstrattore di succoMacchina da caffèMacchina da caffè a capsuleMacchina da caffè automaticaCotturaFornetto elettricoForno a microondeFriggitrice ad ariaRobot da cucina multifunzionePreparazione cibiFrullatoreFrullatore ad immersioneImpastatriceMacchina del paneRobot da cucinaTostapaneVaporieraPer conservareMacchina sottovuotoCura della personaCapelliArricciacapelliAsciugacapelliPiastra per capelliTagliacapelliRasatura & EpilazioneEpilatoreEpilatore a luce pulsataRasoio elettricoRegolabarbaCura della pelleSpazzola pulizia visoIgiene oraleSpazzolino elettricoBenessere & SportAerosolMisuratore di pressioneSaturimetroTempo liberoActivity trackerCardiofrequenzimetroCycletteTapis roulantTrolleyElettronicaAudio & videoAction camCasse bluetoothProiettoreTelecamera di sorveglianzaInformaticaEbook readerMonitorNotebookScannerStampanteStampante multifunzioneTabletCuffie e auricolariAuricolari BluetoothCuffie BluetoothAutoNavigatoreFai da teUtensiliAvvitatoreCompressoreSega circolareTrapanoTrapano avvitatoreGiardinoDecespugliatoreIdropulitriceTagliaerba 12 giugno 2018 redazione 0

Oriente contro occidente: una lotta che va avanti da secoli, in tutti gli ambiti, e sempre più anche in ambito tecnologico dove le grandi... Computer, il più potente al mondo si chiama Summit ed è americano

Oriente contro occidente: una lotta che va avanti da secoli, in tutti gli ambiti, e sempre più anche in ambito tecnologico dove le grandi superpotenze dei due blocchi si sfidano per dimostrare la propria supremazia.

E stavolta il punto va assegnato all’occidente: gli Stati Uniti tornano infatti sul tetto del mondo dei supercomputer.

Il Dipartimento dell’Energia statunitense (DOE) ha annunciato che il supercomputer Summit, capace di sprigionare una potenza di picco di 200 petaflops, è finalmente operativo presso l’Oak Ridge National Laboratory (ORNL). Oltre alla potenza senza precedenti, questo nuovo sistema è indicato come “la macchina più intelligente al mondo”.

Dopo cinque anni di supremazia cinese, il supercomputer più veloce del mondo è quindi di nuovo negli Stati Uniti. Lo riporta il New York Times, che spiega come “Summit” sia in grado di effettuare calcoli matematici che un essere umano impiegherebbe 6,3 miliardi di anni a compiere.

Il supercomputer del Tennessee ha un valore che si aggira intorno ai 200 milioni di dollari. Per funzionare ha bisogno di 4mila galloni al minuto di acqua (circa 15mila litri) e consuma una quantità di elettricità pari a quella necessaria a illuminare 8.100 case americane.

Funziona grazie a 9.126 chip della IBM e 27.648 processori grafici della Nvidia, collegati da 185 miglia di cavo di fibra ottica (circa 297 chilometri).

Se si ipotizza che tutti i nodi siano completi dal punto di vista hardware, le sole GPU forniscono una potenza di picco di 215 petaflops in doppia precisione. Inoltre, dato che ogni V100 garantisce 125 teraflops con calcoli che riguardano il deep learning grazie alle unità Tensor Core, le prestazioni di picco in deep learning sono nell’ordine dei 3,3 exaflops.

Summit sarà usato dai ricercatori per svolgere diverse simulazioni nell’ambito della fusione, delle fonti di energia alternative, nella scienza dei materiali, sugli studi climatici, sulla chimica e molto altro. Poiché però si tratta di un sistema aperto, i ricercatori potranno usare il sistema anche per altri studi che non abbiano a che fare con l’energia.

No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *