Bitcoin, nuova truffa e nuovo crollo in Borsa Bitcoin, nuova truffa e nuovo crollo in Borsa

Bitcoin, nuova truffa e nuovo crollo in Borsa

UncategorizedBusinessHardwareNewsSocialSoftwareVideoBrowserHostingTechInternetSistemi OperativiAntivirus & AntiSpywareWordpressAdslVideoGameTelefoniaEconomiaSalutePromoCasa & famigliaPuliziaAspirapolvereRobot aspirapolvereScopa elettricaCasaDeumidificatoreMaterassoUmidificatoreStiratura e cucitoFerro da stiroFerro da stiro con caldaiaMacchina da cucirePrima InfanziaBaby monitorCuocipappaPasseggino gemellarePasseggino leggeroPasseggino trioScaldabiberonSeggiolino autoGrandi elettrodomesticiLavatriceCucinaBevandeBollitoreCentrifugaEstrattore di succoMacchina da caffèMacchina da caffè a capsuleMacchina da caffè automaticaCotturaFornetto elettricoForno a microondeFriggitrice ad ariaRobot da cucina multifunzionePreparazione cibiFrullatoreFrullatore ad immersioneImpastatriceMacchina del paneRobot da cucinaTostapaneVaporieraPer conservareMacchina sottovuotoCura della personaCapelliArricciacapelliAsciugacapelliPiastra per capelliTagliacapelliRasatura & EpilazioneEpilatoreEpilatore a luce pulsataRasoio elettricoRegolabarbaCura della pelleSpazzola pulizia visoIgiene oraleSpazzolino elettricoBenessere & SportAerosolMisuratore di pressioneSaturimetroTempo liberoActivity trackerCardiofrequenzimetroCycletteTapis roulantTrolleyElettronicaAudio & videoAction camCasse bluetoothProiettoreTelecamera di sorveglianzaInformaticaEbook readerMonitorNotebookScannerStampanteStampante multifunzioneTabletCuffie e auricolariAuricolari BluetoothCuffie BluetoothAutoNavigatoreFai da teUtensiliAvvitatoreCompressoreSega circolareTrapanoTrapano avvitatoreGiardinoDecespugliatoreIdropulitriceTagliaerba 13 giugno 2018 redazione 0

Da mesi ormai le opinioni sulla criptovaluta più famosa al mondo non potrebbero essere più discordanti: se infatti c’è chi la vede destinata a... Bitcoin, nuova truffa e nuovo crollo in Borsa

Da mesi ormai le opinioni sulla criptovaluta più famosa al mondo non potrebbero essere più discordanti: se infatti c’è chi la vede destinata a un tramonto definitivo anche in breve tempo, altrettanti sono pronti a giurare che il suo valore continuerà a crescere e quindi la strada giusta è investirci massicciamente.

Di certo oggi c’è solo che questa moneta virtuale è nelle mani di pochi: esiste infatti un gruppo «misterioso» di circa 1.600 investitori autodefinitosi «Bitcoin Whales» che detiene complessivamente 37,5 miliardi di dollari della criptovaluta, ovvero quasi un terzo dell’intera massa di bitcoin disponibile, circa 5 milioni di pezzi (se non si considerano quelli smarriti o inutilizzati da anni).

È un numero che mostra quanto sia concentrata la ricchezza nel mercato delle valute digitali, osserva il Financial Times, che ha pubblicato il dato elaborato dalla società di ricerca sulla blockchain Chainalysis .

La concentrazione di ricchezza è tale che un piccolo numero di persone o di operazioni può influire pesantemente sui valori del mercato della criptovaluta. Il risultato, commenta con il FT il capo economista di Chainalysis, Philip Gradwell, è «il rischio di volatilità» dei prezzi.

Altra cosa certa è però che è anche soggetta a numerosi attacchi hacker che è difficile controllare, come l’ultimo messo a segno nelle scorse ore, che ha provocato un ennesimo crollo in Borsa.

Nello specifico,  un exchange di criptovalute sudcoreano ha reso noto di avere subito una “cyber-intrusione”, inducendo le quotazioni del bitcoin a ripiegare drasticamente verso i minimi dell’anno.

L’hacking purtroppo è stato un problema a livello mondiale per il mercato dellecripto negli ultimi anni. Nel mese di gennaio è stato colpito l’exchange giapponese Coincheck e a febbraio un piccolo exchange italiano denominatoBitGrail.

La valuta virtuale è arrivata così a perdere il 6 per cento nella giornata di domenica, scivolando verso quota 7.200 dollari secondo i dati di Bloomberg. Si tratta del peggior calo dallo scorso 23 maggio.

Quest’anno la più celebre moneta virtuale ha perso più della metà del valore, regredendo di quasi due terzi rispetto al massimo storico intorno a 20.000 dollari che risale a dicembre. Il minimo per l’anno si è concretizzato a febbraio sfondando la soglia dei 6.000 dollari. Altre note criptovalute come ethereum, ripple e bitcoin cash hanno ceduto oltre l’11% nelle ultime ore.

No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *