WhatsApp, nuova mossa per limitare le catene di Sant’Antonio WhatsApp, nuova mossa per limitare le catene di Sant’Antonio

WhatsApp, nuova mossa per limitare le catene di Sant’Antonio

UncategorizedBusinessHardwareNewsSocialSoftwareVideoBrowserHostingTechInternetSistemi OperativiAntivirus & AntiSpywareWordpressAdslVideoGameTelefoniaEconomiaSalutePromoCasa & famigliaPuliziaAspirapolvereRobot aspirapolvereScopa elettricaCasaDeumidificatoreMaterassoUmidificatoreStiratura e cucitoFerro da stiroFerro da stiro con caldaiaMacchina da cucirePrima InfanziaBaby monitorCuocipappaPasseggino gemellarePasseggino leggeroPasseggino trioScaldabiberonSeggiolino autoGrandi elettrodomesticiLavatriceCucinaBevandeBollitoreCentrifugaEstrattore di succoMacchina da caffèMacchina da caffè a capsuleMacchina da caffè automaticaCotturaFornetto elettricoForno a microondeFriggitrice ad ariaRobot da cucina multifunzionePreparazione cibiFrullatoreFrullatore ad immersioneImpastatriceMacchina del paneRobot da cucinaTostapaneVaporieraPer conservareMacchina sottovuotoCura della personaCapelliArricciacapelliAsciugacapelliPiastra per capelliTagliacapelliRasatura & EpilazioneEpilatoreEpilatore a luce pulsataRasoio elettricoRegolabarbaCura della pelleSpazzola pulizia visoIgiene oraleSpazzolino elettricoBenessere & SportAerosolMisuratore di pressioneSaturimetroTempo liberoActivity trackerCardiofrequenzimetroCycletteTapis roulantTrolleyElettronicaAudio & videoAction camCasse bluetoothProiettoreTelecamera di sorveglianzaInformaticaEbook readerMonitorNotebookScannerStampanteStampante multifunzioneTabletCuffie e auricolariAuricolari BluetoothCuffie BluetoothAutoNavigatoreFai da teUtensiliAvvitatoreCompressoreSega circolareTrapanoTrapano avvitatoreGiardinoDecespugliatoreIdropulitriceTagliaerba 14 giugno 2018 redazione 0

Un tempo erano inviate ad amici e conoscenti attraverso la posta, ora arrivano persino da estranei attraverso la messaggistica istantanea: sono le famigerate catene... WhatsApp, nuova mossa per limitare le catene di Sant’Antonio

Un tempo erano inviate ad amici e conoscenti attraverso la posta, ora arrivano persino da estranei attraverso la messaggistica istantanea: sono le famigerate catene di Sant’Antonio, senza nessuna utilità concreta ma che intasano la posta elettronica e la memoria del nostro device, creando non pochi fastidi.

Le tante applicazioni stanno facendo del loro meglio per limitare il fenomeno, ed anche WhatsApp si è più volte mossa su questo fronte, e proprio in queste ore arriva notizia che probabilmente tenterà una nuova mossa.

Nello specifico, la famosa applicazione di messaggistica istantanea sembra aver trovato la sua soluzione: i messaggi inoltrati non saranno più solo contrassegnati con una spunta che diventa doppia quando arriva anche al mittente, ma saranno anche etichettati con la scritta “inoltrato”.

Con questo escamotage, quando si riceverà un messaggio – un testo, un’immagine o un video – se sarà accompagnato dalla dicitura “inoltrato”, si potrà capire chiaramente che non è frutto di chi l’ha inviato, ma è un contenuto che sta circolando su Whatsapp.

Anche se la possibilità di inoltrare messaggi ad altri contatti o gruppi è già a disposizione da diverso tempo, ancora ad oggi non c’è alcuna distinzione grafica tra quelli scritti da uno specifico utente e quelli invece inoltrati.

La novità è stata scoperta su una beta di WhatsApp per Android (versione 2.18.179) ma con tutta probabilità sarà disponibile presto al pubblico, anche in versione iOS.

Attesa con il prossimo aggiornamento dell’app di messaggistica istantanea, l’etichetta servirà dunque a distinguere i contenuti originali da quelli inoltrati, e non potrà essere nascosta o disattivata dagli utenti. Solo copiando e incollando il contenuto da una chat all’altra (e non inoltrandolo) il destinatario non la visualizzerà.

No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *