Saldi estivi, partenza a rilento ma code negli outlet Saldi estivi, partenza a rilento ma code negli outlet

Saldi estivi, partenza a rilento ma code negli outlet

UncategorizedBusinessHardwareNewsSocialSoftwareVideoBrowserHostingTechInternetSistemi OperativiAntivirus & AntiSpywareWordpressAdslVideoGameTelefoniaEconomiaSalutePromoCasa & famigliaPuliziaAspirapolvereRobot aspirapolvereScopa elettricaCasaDeumidificatoreMaterassoUmidificatoreStiratura e cucitoFerro da stiroFerro da stiro con caldaiaMacchina da cucirePrima InfanziaBaby monitorCuocipappaPasseggino gemellarePasseggino leggeroPasseggino trioScaldabiberonSeggiolino autoGrandi elettrodomesticiLavatriceCucinaBevandeBollitoreCentrifugaEstrattore di succoMacchina da caffèMacchina da caffè a capsuleMacchina da caffè automaticaCotturaFornetto elettricoForno a microondeFriggitrice ad ariaRobot da cucina multifunzionePreparazione cibiFrullatoreFrullatore ad immersioneImpastatriceMacchina del paneRobot da cucinaTostapaneVaporieraPer conservareMacchina sottovuotoCura della personaCapelliArricciacapelliAsciugacapelliPiastra per capelliTagliacapelliRasatura & EpilazioneEpilatoreEpilatore a luce pulsataRasoio elettricoRegolabarbaCura della pelleSpazzola pulizia visoIgiene oraleSpazzolino elettricoBenessere & SportAerosolMisuratore di pressioneSaturimetroTempo liberoActivity trackerCardiofrequenzimetroCycletteTapis roulantTrolleyElettronicaAudio & videoAction camCasse bluetoothProiettoreTelecamera di sorveglianzaInformaticaEbook readerMonitorNotebookScannerStampanteStampante multifunzioneTabletCuffie e auricolariAuricolari BluetoothCuffie BluetoothAutoNavigatoreFai da teUtensiliAvvitatoreCompressoreSega circolareTrapanoTrapano avvitatoreGiardinoDecespugliatoreIdropulitriceTagliaerba 11 luglio 2018 redazione 0

Sabato 7 luglio 2018 sono partiti i saldi estivi ed è già tempo di primi bilanci. Certo è passato solo un week end e... Saldi estivi, partenza a rilento ma code negli outlet

Sabato 7 luglio 2018 sono partiti i saldi estivi ed è già tempo di primi bilanci.

Certo è passato solo un week end e tra caldo afoso che ha spinto molti ad andare al mare e tanti che preferiscono aspettare un po’ prima di fiondarsi a fare acquisti i dati non sono attendibilissimi, ma gli inizi non sembrano entusiasmare.

Eppure per alcuni i saldi sono manna dal cielo, e non parliamo solo di consumatori: nei negozi che non appartengono alla grande distribuzione i commercianti sperano nei saldi per incassare qualcosa in più.

Sconti record, code presso gli outlet e le boutique d`alta moda ma vendite generali che non decollano: questo il bilancio del primo giorno di saldi confermato dal Codacons, che come ogni anno monitora gli sconti di fine stagione nelle principali città.

“Il primo dato che emerge alla partenza dei saldi – spiega il presidente Carlo Rienzi – è la percentuale media di sconto praticata dai commercianti, sensibilmente più alta rispetto agli anni passati. Per la prima volta i capi sono posti in vendita con sconti medi tra il 30 e il 40%, ma molti esercenti hanno scelto di partire già con il 50%, allo scopo di attirare clientela e recuperare le vendite negative degli ultimi mesi”.

“In linea generale la partenza dei saldi estivi 2018 risulta fiacca specie nei negozi tradizionali e nei centri commerciali, con le vendite che non sono decollate – aggiunge però il presidente Rienzi – I consumatori mostrano una grande prudenza, e chi gira per le vie dello shopping si limita ad osservare ma ancora non compra. Una buona fetta di italiani, inoltre, ha preferito il mare ai saldi, lasciando le città per spostarsi nei litorali”.

Ricordiamo che, secondo i sondaggi condotti alla vigilia dell’inizio dei saldi, sono 15 milioni gli italiani ad aver già deciso di usare i saldi per comprare un prodotto di moda o un accessorio, e altri 20 milioni decideranno a seconda degli affari che incontrano.

Tra chi ha già stabilito un budget, si prevede una spesa media di 167 euro a persona, ma un cliente su tre (il 31%) deciderà sul momento. La metà esatta dei consumatori cercherà di usare i saldi per accaparrarsi i capi più convenienti, mentre il 28% punta all’affare su vestiti e accessori di qualità.

Parallelamente, altri dati arrivano dalla Coldiretti, che sempre in occasione dell’avvio dei saldi estivi, ha pubblicato un’analisi in merito all’influenza del commercio elettronico. Nel rapporto Digital 2018, si legge che più di due italiani su tre visita negozi online, mentre più della metà acquista beni o servizi in rete.

La spesa media in rete di consumatori italiani, secondo il rapporto pubblicato, ammonterebbe a 595 euro a testa all’anno con un aumento dell’8% nell’ultimo anno.

No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *