Mark Zuckerberg è diventato il terzo uomo più ricco al mondo Mark Zuckerberg è diventato il terzo uomo più ricco al mondo

Mark Zuckerberg è diventato il terzo uomo più ricco al mondo

UncategorizedBusinessHardwareNewsSocialSoftwareVideoBrowserHostingTechInternetSistemi OperativiAntivirus & AntiSpywareWordpressAdslVideoGameTelefoniaEconomiaSalutePromoCasa & famigliaPuliziaAspirapolvereRobot aspirapolvereScopa elettricaCasaDeumidificatoreMaterassoUmidificatoreStiratura e cucitoFerro da stiroFerro da stiro con caldaiaMacchina da cucirePrima InfanziaBaby monitorCuocipappaPasseggino gemellarePasseggino leggeroPasseggino trioScaldabiberonSeggiolino autoGrandi elettrodomesticiLavatriceCucinaBevandeBollitoreCentrifugaEstrattore di succoMacchina da caffèMacchina da caffè a capsuleMacchina da caffè automaticaCotturaFornetto elettricoForno a microondeFriggitrice ad ariaRobot da cucina multifunzionePreparazione cibiFrullatoreFrullatore ad immersioneImpastatriceMacchina del paneRobot da cucinaTostapaneVaporieraPer conservareMacchina sottovuotoCura della personaCapelliArricciacapelliAsciugacapelliPiastra per capelliTagliacapelliRasatura & EpilazioneEpilatoreEpilatore a luce pulsataRasoio elettricoRegolabarbaCura della pelleSpazzola pulizia visoIgiene oraleSpazzolino elettricoBenessere & SportAerosolMisuratore di pressioneSaturimetroTempo liberoActivity trackerCardiofrequenzimetroCycletteTapis roulantTrolleyElettronicaAudio & videoAction camCasse bluetoothProiettoreTelecamera di sorveglianzaInformaticaEbook readerMonitorNotebookScannerStampanteStampante multifunzioneTabletCuffie e auricolariAuricolari BluetoothCuffie BluetoothAutoNavigatoreFai da teUtensiliAvvitatoreCompressoreSega circolareTrapanoTrapano avvitatoreGiardinoDecespugliatoreIdropulitriceTagliaerba 12 luglio 2018 redazione 0

Quest’anno non è proprio stato un anno eccezionale per Mark Zuckerberg: la sua creatura prediletta, Facebook, gli ha infatti dato un mare di grattacapi... Mark Zuckerberg è diventato il terzo uomo più ricco al mondo

Quest’anno non è proprio stato un anno eccezionale per Mark Zuckerberg: la sua creatura prediletta, Facebook, gli ha infatti dato un mare di grattacapi e addirittura qualche critico si è spinto ad ipotizzare che il social network sarebbe stato la rovina del suo Ceo.

Lasciando la sua maglietta monocromatica ed indossando giacca e cravatta, Zuckerberg ha dovuto rendere conto delle sue scelte, o meglio disattenzioni, in tema di protezione di dati sensibili, persino dinanzi al Congresso Usa, ma questo a quanto pare non ha influito sulle sue floride finanzi, anzi.

Se infatti pochi mesi fa le quote azionarie di Facebook avevano raggiunto il valore più basso degli ultimi otto mesi come naturale risposta allo scandalo Cambridge Analytica, da allora, tuttavia, il titolo azionario della compagnia ha avuto un considerevole recupero fino alla chiusura di venerdì di oltre 200 dollari per azione.

Questo ha naturalmente avuto delle ripercussioni sul patrimonio personale di  Mark Zuckerberg, il co-fondatore e CEO della compagnia: l’aumento del prezzo delle azioni gli ha permesso di superare il CEO di Berkshire Hathaway Warren Buffett e raggiungere la terza posizione come uomo più ricco del pianeta.

Il patrimonio di Zuckerberg è avanzato di pari passo con il valore di Facebook e si è portato su quota $81,6 miliardi, il tutto contro gli $81,2 miliardi vantati da Warren Buffett, ancora secondo l’indice citato.

Con l’ascesa di Zuckerberg, è la prima volta che le tre persone più ricche del pianeta sono esponenti dell’hi-tech: il primo è Jeff Bezos con 142 miliardi di dollari, seguito da Bill Gates con 94,2.

Se si prende infatti l’intera top ten, si trovano ben sei provenienti dal comparto: sono i fondatori di Google Larry Page e Sergey Brin (ai posti otto e nove con 56 e 54,6 miliardi di dollari) e nel novero rientra anche Larry Ellison, cui si deve Oracle (52,6 miliardi).

Fuori dalla top ten, ma non di molto, Jack Ma, patron del colosso cinese dell’e-commerce Alibaba:?44,3 miliardi di dollari, anche se rispetto all’inizio dell’anno si segnala una flessione di circa 1,2 miliardi di dollari. I primi italiani sono alla posizione 31 e 32: rispettivamente, Leonardo Del Vecchio (Luxottica, 23,5 miliardi di dollari) e Giovanni Ferrero (23,1 miliardi di dollari, ceo dell’omonima azienda dolciaria).

No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *