Auto, le case automobilistiche tedesche nuovamente nel mirino dell’UE Auto, le case automobilistiche tedesche nuovamente nel mirino dell’UE

Auto, le case automobilistiche tedesche nuovamente nel mirino dell’UE

UncategorizedBusinessHardwareNewsSocialSoftwareVideoBrowserHostingTechInternetSistemi OperativiAntivirus & AntiSpywareWordpressAdslVideoGameTelefoniaEconomiaSalutePromoCasa & famigliaPuliziaAspirapolvereRobot aspirapolvereScopa elettricaCasaDeumidificatoreMaterassoUmidificatoreStiratura e cucitoFerro da stiroFerro da stiro con caldaiaMacchina da cucirePrima InfanziaBaby monitorCuocipappaPasseggino gemellarePasseggino leggeroPasseggino trioScaldabiberonSeggiolino autoGrandi elettrodomesticiLavatriceCucinaBevandeBollitoreCentrifugaEstrattore di succoMacchina da caffèMacchina da caffè a capsuleMacchina da caffè automaticaCotturaFornetto elettricoForno a microondeFriggitrice ad ariaRobot da cucina multifunzionePreparazione cibiFrullatoreFrullatore ad immersioneImpastatriceMacchina del paneRobot da cucinaTostapaneVaporieraPer conservareMacchina sottovuotoCura della personaCapelliArricciacapelliAsciugacapelliPiastra per capelliTagliacapelliRasatura & EpilazioneEpilatoreEpilatore a luce pulsataRasoio elettricoRegolabarbaCura della pelleSpazzola pulizia visoIgiene oraleSpazzolino elettricoBenessere & SportAerosolMisuratore di pressioneSaturimetroTempo liberoActivity trackerCardiofrequenzimetroCycletteTapis roulantTrolleyElettronicaAudio & videoAction camCasse bluetoothProiettoreTelecamera di sorveglianzaInformaticaEbook readerMonitorNotebookScannerStampanteStampante multifunzioneTabletCuffie e auricolariAuricolari BluetoothCuffie BluetoothAutoNavigatoreFai da teUtensiliAvvitatoreCompressoreSega circolareTrapanoTrapano avvitatoreGiardinoDecespugliatoreIdropulitriceTagliaerba 21 settembre 2018 redazione 0

Negli ultimi anni sono state diverse le case automobilistiche, tra cui tutte quelle tedesche, ad essere finite nel mirino per le emissioni inquinanti truccate:... Auto, le case automobilistiche tedesche nuovamente nel mirino dell’UE

Negli ultimi anni sono state diverse le case automobilistiche, tra cui tutte quelle tedesche, ad essere finite nel mirino per le emissioni inquinanti truccate: il cosiddetto scandalo “Dieselgate” ha portato una miriade di guai e di procedimenti, in gran parte non ancora conclusi.

E per i colossi dell’auto tedeschi i guai non riguardano solo le false emissioni.

L’antitrust Ue ha infatti aperto un’indagine formale per valutare se Bmw, Daimler e il gruppo VW (Volkswagen, Audi, Porsche) si siano accordati, violando le regole europee, per evitare di farsi concorrenza nello sviluppo della tecnologia per pulire le emissioni di benzina e diesel delle auto.

“Se confermata, la loro collusione potrebbe aver negato ai consumatori l’opportunità di comprare auto meno inquinanti, nonostante la tecnologia disponibile ai produttori”, ha detto la commissaria alla concorrenza Margrethe Vestager.

La vicenda ha preso le mosse nell’Ottobre 2017, quando la Commissione aveva inviato ispezioni negli uffici tedeschi delle case automobilistiche per iniziare a vederci chiaro sull’ipotesi di collusione.

Secondo le informazioni raccolte nella fase preliminare, la Commissione ha appurato che i marchi riuniti nel cosiddetto “cerchio dei cinque” hanno tenuto riunioni nelle quali – tra le altre cose – hanno discusso dello sviluppo e della messa sul mercato di tecnologie per combattere le emissioni delle vetture.

Sono finiti nel mirino dell’antitrust gli incontri in cui si discuteva di sistemi di riduzione catalitica selettiva delle emissioni tossiche e del filtro di particolato per i motori a benzina.

L’Ue ha precisato che al momento non dispone di indicazioni sul fatto che le case si fossero coordinate sull’utilizzo di sistemi illegali di controllo delle emissioni durante i test di omologazione.

No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *