Detrazioni, ecco quali e quanti tagli sono previsti con la nuova manovra Detrazioni, ecco quali e quanti tagli sono previsti con la nuova manovra

Detrazioni, ecco quali e quanti tagli sono previsti con la nuova manovra

UncategorizedBusinessHardwareNewsSocialSoftwareVideoBrowserHostingTechInternetSistemi OperativiAntivirus & AntiSpywareWordpressAdslVideoGameTelefoniaEconomiaSalutePromoCasa & famigliaPuliziaAspirapolvereRobot aspirapolvereScopa elettricaCasaDeumidificatoreMaterassoUmidificatoreStiratura e cucitoFerro da stiroFerro da stiro con caldaiaMacchina da cucirePrima InfanziaBaby monitorCuocipappaPasseggino gemellarePasseggino leggeroPasseggino trioScaldabiberonSeggiolino autoGrandi elettrodomesticiLavatriceCucinaBevandeBollitoreCentrifugaEstrattore di succoMacchina da caffèMacchina da caffè a capsuleMacchina da caffè automaticaCotturaFornetto elettricoForno a microondeFriggitrice ad ariaRobot da cucina multifunzionePreparazione cibiFrullatoreFrullatore ad immersioneImpastatriceMacchina del paneRobot da cucinaTostapaneVaporieraPer conservareMacchina sottovuotoCura della personaCapelliArricciacapelliAsciugacapelliPiastra per capelliTagliacapelliRasatura & EpilazioneEpilatoreEpilatore a luce pulsataRasoio elettricoRegolabarbaCura della pelleSpazzola pulizia visoIgiene oraleSpazzolino elettricoBenessere & SportAerosolMisuratore di pressioneSaturimetroTempo liberoActivity trackerCardiofrequenzimetroCycletteTapis roulantTrolleyElettronicaAudio & videoAction camCasse bluetoothProiettoreTelecamera di sorveglianzaInformaticaEbook readerMonitorNotebookScannerStampanteStampante multifunzioneTabletCuffie e auricolariAuricolari BluetoothCuffie BluetoothAutoNavigatoreFai da teUtensiliAvvitatoreCompressoreSega circolareTrapanoTrapano avvitatoreGiardinoDecespugliatoreIdropulitriceTagliaerba 4 ottobre 2018 redazione 0

Il governo sta alacremente lavorando alla manovra finanziaria che a giorni dovrà essere presentata alle Camere: tanti gli stanziamenti previsti, ma anche purtroppo i... Detrazioni, ecco quali e quanti tagli sono previsti con la nuova manovra

Il governo sta alacremente lavorando alla manovra finanziaria che a giorni dovrà essere presentata alle Camere: tanti gli stanziamenti previsti, ma anche purtroppo i tagli.

I conti per il 2019 sono noti: la manovra pesa circa 40 miliardi di manovra, contando 12,5 per bloccare l’Iva, 10 per il «reddito» , 7 per quota 100 per le pensioni, 1,5 per i risparmiatori, 1,5 per la flat tax sugli autonomi, 1 per l’Ires, 3,6 di spese indifferibili e 3-4 per il prevedibile maggior onere sul debito. Lo sforamento del deficit garantisce 27 miliardi: ne mancano all’appello 13. E nella lista non è stata inserita l’altrettanto costosa misura della «pensione di cittadinanza», che costerebbe altri 6 miliardi.

I soldi mancanti, come di consueto, li si faranno uscire con l’aumento di tasse e imposte ed anche con tagli che peseranno non poco sulle famiglie.

Nello specifico, la prossima Legge di Bilancio 2019 potrebbe apportare dei notevoli tagli alle detrazioni come ad esempio quella relativa alla spesa per interessi sui mutui bancari, utile per finanziare le riforme principali del Governo presieduto da Giuseppe Conte.

Togliendo le detrazioni «intoccabili», come le detrazioni Irpef per spese di reddito o per familiari a carico, ce ne sono 466 che valgono 54 miliardi l’anno. Alcune in queste settimane sono già state individuate come eliminabili, sia pure facendo arrabbiare chi ne beneficia: parliamo dei bonus fiscali per le fonti energetiche fossili per agricoltori e trasportatori, delle detrazioni per le spese veterinarie e i sussidi per le spese funerarie, le assicurazioni e le cooperative. Possibili novità anche per le agevolazioni alle imprese: potrebbe saltare l’Ace.

Nel mirino anche le detrazioni per le spese sanitarie, quelle sugli interessi del mutuo prima casa e quelle per le spese universitarie. L’attuale detrazione del 19% potrebbe scendere al 17%, con rilevanti effetti fiscali sul 2020, quando saranno presentate le dichiarazioni dei redditi 2019 e versate le relative imposte.

Ridurre la detrazione al 17% farebbe risparmiare quasi un miliardo, ma per contenere i costi si considera anche l’ipotesi di un aumento della franchigia (sulle spese sanitarie del 19% oggi è fissata a 129 euro).

Al momento comunque, come fa notare il “Corriere della Sera ” non c’è ancora un testo ufficiale non si può dire con certezza se le detrazioni verranno completamente abolite o piuttosto semplicemente ridotte. Né se le nuove disposizioni varranno solo per le accensioni di nuovi mutui o anche per quelli già in essere.

No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *