Petrolio, le nuove fluttuazioni preoccupano i mercati Petrolio, le nuove fluttuazioni preoccupano i mercati

Petrolio, le nuove fluttuazioni preoccupano i mercati

UncategorizedBusinessHardwareNewsSocialSoftwareVideoBrowserHostingTechInternetSistemi OperativiAntivirus & AntiSpywareWordpressAdslVideoGameTelefoniaEconomiaSalutePromoCasa & famigliaPuliziaAspirapolvereRobot aspirapolvereScopa elettricaCasaDeumidificatoreMaterassoUmidificatoreStiratura e cucitoFerro da stiroFerro da stiro con caldaiaMacchina da cucirePrima InfanziaBaby monitorCuocipappaPasseggino gemellarePasseggino leggeroPasseggino trioScaldabiberonSeggiolino autoGrandi elettrodomesticiLavatriceCucinaBevandeBollitoreCentrifugaEstrattore di succoMacchina da caffèMacchina da caffè a capsuleMacchina da caffè automaticaCotturaFornetto elettricoForno a microondeFriggitrice ad ariaRobot da cucina multifunzionePreparazione cibiFrullatoreFrullatore ad immersioneImpastatriceMacchina del paneRobot da cucinaTostapaneVaporieraPer conservareMacchina sottovuotoCura della personaCapelliArricciacapelliAsciugacapelliPiastra per capelliTagliacapelliRasatura & EpilazioneEpilatoreEpilatore a luce pulsataRasoio elettricoRegolabarbaCura della pelleSpazzola pulizia visoIgiene oraleSpazzolino elettricoBenessere & SportAerosolMisuratore di pressioneSaturimetroTempo liberoActivity trackerCardiofrequenzimetroCycletteTapis roulantTrolleyElettronicaAudio & videoAction camCasse bluetoothProiettoreTelecamera di sorveglianzaInformaticaEbook readerMonitorNotebookScannerStampanteStampante multifunzioneTabletCuffie e auricolariAuricolari BluetoothCuffie BluetoothAutoNavigatoreFai da teUtensiliAvvitatoreCompressoreSega circolareTrapanoTrapano avvitatoreGiardinoDecespugliatoreIdropulitriceTagliaerba 10 ottobre 2018 redazione 0

Come di consueto, durante la stagione estiva, i prezzi del carburante sono aumentati, ma con l’arrivo dell’autunno coloro che speravano in un calo sono... Petrolio, le nuove fluttuazioni preoccupano i mercati

Come di consueto, durante la stagione estiva, i prezzi del carburante sono aumentati, ma con l’arrivo dell’autunno coloro che speravano in un calo sono rimasti delusi: il prezzo del barile continua a subire fluttuazioni, sovente al rialzo, e si rischia addirittura di sfiorare quota cento.

Nello specifico, il prezzo del petrolio continua a salire e gli esperti non escludono una fiammata anche oltre i 100 dollari: tremano i consumatori ma anche i mercati, con le società di Piazza Affari che solo in parte beneficeranno di un’impennata dei prezzi, oil company comprese.

“Non sarebbe molto buono per l’economia dei consumatori e per i produttori, perché crea rischi successivi di un possibile calo dei prezzi. Tuttavia, oggi esiste il rischio che il petrolio possa salire a 100 dollari. Non escludo tale opzione, poiché ci sono molte incertezze sul mercato petrolifero mondiale”, ha dichiarato Novak, ministro dell’economia russo, in un’intervista con “Business FM”.

«Se il petrolio toccasse quota 100 dollari al barile sarebbe negativo per tutti, anche per i produttori, tra instabilità dei mercati e prevedibile impatto sui consumi. E a quei livelli molti tornerebbero al carbone», ha già ammonito l’ad dell’Eni Claudio Descalzi spiegando «che lo scorso anno il settore ha registrato un deficit di produzione mondiale di circa 500mila barili al giorno di media, e che le sanzioni all’Iran potrebbero sottrarre altri 700mila barili».

Gli analisti di Goldman frenano comunque sulla corsa del petrolio che potrebbe portare a rivedere i prezzi la soglia dei 100 dollari al barile. Secondo gli addetti ai lavori, infatti, la possibilità non è del tutto esclusa, ma non basta solo la “questione Iran” sono necessari altri elementi, e vedono per la fine dell’anno quotazioni di greggio stabili nel range 70-80 dollari.

No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *