Banche europee, una maxi evasione vale 55 miliardi Banche europee, una maxi evasione vale 55 miliardi

Banche europee, una maxi evasione vale 55 miliardi

UncategorizedBusinessHardwareNewsSocialSoftwareVideoBrowserHostingTechInternetSistemi OperativiAntivirus & AntiSpywareWordpressAdslVideoGameTelefoniaEconomiaSalutePromoCasa & famigliaPuliziaAspirapolvereRobot aspirapolvereScopa elettricaCasaDeumidificatoreMaterassoUmidificatoreStiratura e cucitoFerro da stiroFerro da stiro con caldaiaMacchina da cucirePrima InfanziaBaby monitorCuocipappaPasseggino gemellarePasseggino leggeroPasseggino trioScaldabiberonSeggiolino autoGrandi elettrodomesticiLavatriceCucinaBevandeBollitoreCentrifugaEstrattore di succoMacchina da caffèMacchina da caffè a capsuleMacchina da caffè automaticaCotturaFornetto elettricoForno a microondeFriggitrice ad ariaRobot da cucina multifunzionePreparazione cibiFrullatoreFrullatore ad immersioneImpastatriceMacchina del paneRobot da cucinaTostapaneVaporieraPer conservareMacchina sottovuotoCura della personaCapelliArricciacapelliAsciugacapelliPiastra per capelliTagliacapelliRasatura & EpilazioneEpilatoreEpilatore a luce pulsataRasoio elettricoRegolabarbaCura della pelleSpazzola pulizia visoIgiene oraleSpazzolino elettricoBenessere & SportAerosolMisuratore di pressioneSaturimetroTempo liberoActivity trackerCardiofrequenzimetroCycletteTapis roulantTrolleyElettronicaAudio & videoAction camCasse bluetoothProiettoreTelecamera di sorveglianzaInformaticaEbook readerMonitorNotebookScannerStampanteStampante multifunzioneTabletCuffie e auricolariAuricolari BluetoothCuffie BluetoothAutoNavigatoreFai da teUtensiliAvvitatoreCompressoreSega circolareTrapanoTrapano avvitatoreGiardinoDecespugliatoreIdropulitriceTagliaerba 22 ottobre 2018 redazione 0

Quando si parla di frodi e truffe in genere si pensa che queste vengano messe a segno a danno dello stato e delle banche... Banche europee, una maxi evasione vale 55 miliardi

Quando si parla di frodi e truffe in genere si pensa che queste vengano messe a segno a danno dello stato e delle banche dei rispettivi paesi di appartenenza, ma cosa accade se sono le stesse banche di stato ad essere l protagoniste dei suddetti raggiri?

Una maxi frode fiscale da 55 miliardi di dollari è stata realizzata in diversi paesi europei nell’arco di 15 anni attraverso un gigantesco meccanismo legato alla compravendita di azioni di società quotate: è quella su cui stanno indagando le procure di Colonia, Monaco e Francoforte.

Gli investigatori tedeschi starebbero indagando su centinaia di transazioni gestite da istituti di credito di diversi paesi, tra cui Santander, Barclays, Goldman Sachs, Bank of America, Macquarie Group, Bnp Paribas, Société Générale, Crédit Agricole e HypoVereinsbank del gruppo Unicredit.

Secondo quanto scrive il giornale tedesco Zeit Online, già lo scorso anno era stato calcolato che le autorità fiscali tedesche avevano perso almeno 31,8 miliardi di euro tra il 2001 e il 2016 a causa del meccanismo messo in atto dalle banche.

Secondo il fascicolo dal nome CumEx-Files, le banche coinvolte avrebbero tenuto diversi comportamenti illegali. Esse avrebbero ad esempio accreditato dividendi nella giornata di stacco ad alcuni soggetti risultanti titolari dell’azione. Questi ultimi, tra l’altro, avrebbero maturato un credito fiscale dalla cedola. In altre parole, la truffa avrebbe dato vita ad un’enorme attività di evasione fiscale compiuta grazie al trasferimento in tempi record di titoli tra diversi proprietari esteri.

Secondo la Reuters – che ha partecipato all’iniziativa “Cumex Files”, la spagnola Santander è l’ultima banca ad essere coinvolta nella più grande indagine di frode del dopoguerra in Germania.

Un portavoce di Santander, dal canto suo, ha riferito alla Reuters che la banca «collabora pienamente» con le autorità tedesche e sta conducendo una propria indagine interna. La banca «non tollera comportamenti» che non rispettano le regole e le leggi del mercato in cui opera, ha aggiunto il portavoce, sottolineando che «se le nostre indagini individueranno una cattiva condotta, prenderemo misure appropriate».

No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *