Bialetti rischia seriamente il fallimento Bialetti rischia seriamente il fallimento

Bialetti rischia seriamente il fallimento

UncategorizedBusinessHardwareNewsSocialSoftwareVideoBrowserHostingTechInternetSistemi OperativiAntivirus & AntiSpywareWordpressAdslVideoGameTelefoniaEconomiaSalutePromoCasa & famigliaPuliziaAspirapolvereRobot aspirapolvereScopa elettricaCasaDeumidificatoreMaterassoUmidificatoreStiratura e cucitoFerro da stiroFerro da stiro con caldaiaMacchina da cucirePrima InfanziaBaby monitorCuocipappaPasseggino gemellarePasseggino leggeroPasseggino trioScaldabiberonSeggiolino autoGrandi elettrodomesticiLavatriceCucinaBevandeBollitoreCentrifugaEstrattore di succoMacchina da caffèMacchina da caffè a capsuleMacchina da caffè automaticaCotturaFornetto elettricoForno a microondeFriggitrice ad ariaRobot da cucina multifunzionePreparazione cibiFrullatoreFrullatore ad immersioneImpastatriceMacchina del paneRobot da cucinaTostapaneVaporieraPer conservareMacchina sottovuotoCura della personaCapelliArricciacapelliAsciugacapelliPiastra per capelliTagliacapelliRasatura & EpilazioneEpilatoreEpilatore a luce pulsataRasoio elettricoRegolabarbaCura della pelleSpazzola pulizia visoIgiene oraleSpazzolino elettricoBenessere & SportAerosolMisuratore di pressioneSaturimetroTempo liberoActivity trackerCardiofrequenzimetroCycletteTapis roulantTrolleyElettronicaAudio & videoAction camCasse bluetoothProiettoreTelecamera di sorveglianzaInformaticaEbook readerMonitorNotebookScannerStampanteStampante multifunzioneTabletCuffie e auricolariAuricolari BluetoothCuffie BluetoothAutoNavigatoreFai da teUtensiliAvvitatoreCompressoreSega circolareTrapanoTrapano avvitatoreGiardinoDecespugliatoreIdropulitriceTagliaerba 31 ottobre 2018 redazione 0

In quasi tutte le più grandi città dello stivale c’è almeno uno store della Bialetti e tutti noi abbiamo o abbiamo avuto in casa... Bialetti rischia seriamente il fallimento

In quasi tutte le più grandi città dello stivale c’è almeno uno store della Bialetti e tutti noi abbiamo o abbiamo avuto in casa una delle mitiche caffettiere del marchio che per decenni ha rappresentato un’eccellenza italiana.

E Bialetti è ancora a tutti gli effetti un’eccellenza nostrana, ma che fatica a reggere la concorrenza: il famoso brand dell’omino con i baffi, ispirato al fondatore dell’azienda Renato Bialetti, ha annunciato la scorsa settimana di aver chiuso il semestre al 30 giugno con una perdita netta di 15,3 milioni di euro, con un calo dei ricavi di oltre il 12%.

Risultati talmente pessimi dal punto di vista economico che la società di revisione dei conti ha dichiarato l’impossibilita di esprimere un giudizio” sul bilancio consolidato semestrale. Secondo la stessa Bialetti,  la decisione è stata presa “in ragione di alcuni elementi di incertezza che possono determinare l’insorgenza di dubbi circa la stessa continuità aziendale della società”.

In un comunicato stampa, la società spiega che “il risultato risente principalmente della generale contrazione dei consumi registratasi sul mercato interno ed estero nonché della situazione di tensione finanziaria che ha determinato ritardi nell’approvvigionamento, nella produzione e nelle consegne di prodotti destinati alla vendita sia nel canale retail che nel canale tradizionale, lasciando inevasi significativi quantitativi di ordini di vendita già acquisiti in quest’ultimo canale”.

Chiusura certa quindi? Non necessariamente, dato che la società non si dà per vinta: da poco più di due settimane, Bialetti ha firmato un accordo con Och-Ziff Capital, la quale si dice pronta ad investire 35 milioni di euro per sanare il debito.

No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *