IPTV continua a spopolare IPTV continua a spopolare

IPTV continua a spopolare

UncategorizedBusinessHardwareNewsSocialSoftwareVideoBrowserHostingTechInternetSistemi OperativiAntivirus & AntiSpywareWordpressAdslVideoGameTelefoniaEconomiaSalutePromoCasa & famigliaPuliziaAspirapolvereRobot aspirapolvereScopa elettricaCasaDeumidificatoreMaterassoUmidificatoreStiratura e cucitoFerro da stiroFerro da stiro con caldaiaMacchina da cucirePrima InfanziaBaby monitorCuocipappaPasseggino gemellarePasseggino leggeroPasseggino trioScaldabiberonSeggiolino autoGrandi elettrodomesticiLavatriceCucinaBevandeBollitoreCentrifugaEstrattore di succoMacchina da caffèMacchina da caffè a capsuleMacchina da caffè automaticaCotturaFornetto elettricoForno a microondeFriggitrice ad ariaRobot da cucina multifunzionePreparazione cibiFrullatoreFrullatore ad immersioneImpastatriceMacchina del paneRobot da cucinaTostapaneVaporieraPer conservareMacchina sottovuotoCura della personaCapelliArricciacapelliAsciugacapelliPiastra per capelliTagliacapelliRasatura & EpilazioneEpilatoreEpilatore a luce pulsataRasoio elettricoRegolabarbaCura della pelleSpazzola pulizia visoIgiene oraleSpazzolino elettricoBenessere & SportAerosolMisuratore di pressioneSaturimetroTempo liberoActivity trackerCardiofrequenzimetroCycletteTapis roulantTrolleyElettronicaAudio & videoAction camCasse bluetoothProiettoreTelecamera di sorveglianzaInformaticaEbook readerMonitorNotebookScannerStampanteStampante multifunzioneTabletCuffie e auricolariAuricolari BluetoothCuffie BluetoothAutoNavigatoreFai da teUtensiliAvvitatoreCompressoreSega circolareTrapanoTrapano avvitatoreGiardinoDecespugliatoreIdropulitriceTagliaerba 7 novembre 2018 redazione 0

Diciamolo subito: non è una pratica legale e va assolutamente scoraggiata ed evitata, per non rischiare di incorrere in sanzioni pecuniarie e persino penali,... IPTV continua a spopolare

Diciamolo subito: non è una pratica legale e va assolutamente scoraggiata ed evitata, per non rischiare di incorrere in sanzioni pecuniarie e persino penali, eppure sta spopolando come non mai.

Parliamo della pratica delle IPTV: questi “servizi” acquisiscono in diretta e senza alcun tipo di licenza i contenuti trasmessi dai canali più popolari, per poi offrirli a prezzi stracciati attraverso il web. L’utente può quindi accedere a un “catalogo” sconfinato, che in questo caso include anche Sky e DAZN, pagando pochi euro al mese. Le uniche condizioni sono apparentemente quelle di installare qualche applicazione o comprare un apposito dispositivo già configurato e disporre di una connessione a banda larga.

Si rischia tanto, ma i costi sono talmente bassi che gli utenti accettano il rischio ogni giorno. Un abbonamento completo costa infatti dai 10 ai 15 euro mensili e comprende tutto.

Grazie ad un celebre servizio de “Le Iene” nelle scorse settimane molti individui hanno preso conoscenza con questo strumento illegale che mette a disposizione degli abbonati pacchetti unici con Sky, DAZN e Netflix: quello che doveva essere un servizio di denuncia alla fine è diventato un mezzo di pubblicità.

Noi ci teniamo a ricordare che chi viene colto in flagrante ad utilizzare l’IPTV rischia sanzioni civili sino ad una cifra di 30mila euro. Chi trasmette invece trasmissioni criptate può anche finire in galera, da uno a tre anni.

No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *