Fatturazione elettronica, non c’è il via libera del Garante della Privacy Fatturazione elettronica, non c’è il via libera del Garante della Privacy

Fatturazione elettronica, non c’è il via libera del Garante della Privacy

UncategorizedBusinessHardwareNewsSocialSoftwareVideoBrowserHostingTechInternetSistemi OperativiAntivirus & AntiSpywareWordpressAdslVideoGameTelefoniaEconomiaSalutePromoCasa & famigliaPuliziaAspirapolvereRobot aspirapolvereScopa elettricaCasaDeumidificatoreMaterassoUmidificatoreStiratura e cucitoFerro da stiroFerro da stiro con caldaiaMacchina da cucirePrima InfanziaBaby monitorCuocipappaPasseggino gemellarePasseggino leggeroPasseggino trioScaldabiberonSeggiolino autoGrandi elettrodomesticiLavatriceCucinaBevandeBollitoreCentrifugaEstrattore di succoMacchina da caffèMacchina da caffè a capsuleMacchina da caffè automaticaCotturaFornetto elettricoForno a microondeFriggitrice ad ariaRobot da cucina multifunzionePreparazione cibiFrullatoreFrullatore ad immersioneImpastatriceMacchina del paneRobot da cucinaTostapaneVaporieraPer conservareMacchina sottovuotoCura della personaCapelliArricciacapelliAsciugacapelliPiastra per capelliTagliacapelliRasatura & EpilazioneEpilatoreEpilatore a luce pulsataRasoio elettricoRegolabarbaCura della pelleSpazzola pulizia visoIgiene oraleSpazzolino elettricoBenessere & SportAerosolMisuratore di pressioneSaturimetroTempo liberoActivity trackerCardiofrequenzimetroCycletteTapis roulantTrolleyElettronicaAudio & videoAction camCasse bluetoothProiettoreTelecamera di sorveglianzaInformaticaEbook readerMonitorNotebookScannerStampanteStampante multifunzioneTabletCuffie e auricolariAuricolari BluetoothCuffie BluetoothAutoNavigatoreFai da teUtensiliAvvitatoreCompressoreSega circolareTrapanoTrapano avvitatoreGiardinoDecespugliatoreIdropulitriceTagliaerba 20 novembre 2018 redazione 0

Sono stati mesi molto intensi questi, col governo che ha spinto fortemente per l’introduzione, quanto prima possibile, della fatturazione elettronica, e con gli operatori... Fatturazione elettronica, non c’è il via libera del Garante della Privacy

Sono stati mesi molto intensi questi, col governo che ha spinto fortemente per l’introduzione, quanto prima possibile, della fatturazione elettronica, e con gli operatori economici che hanno gridato il loro disappunto, dicendosi impreparati alla novità.

Un braccio di ferro che in queste ore è interrotto da un colpo di scena inatteso: il Garante della Privacy non ha dato il suo benestare alla fattura elettronica.

Nello specifico, il Garante della privacy ha chiesto all’Agenzia delle entrate di modificare il meccanismo della fatturazione elettronica, perché presenterebbe “rilevanti criticità in ordine alla compatibilità con la normativa in materia di protezione dei dati personali”.

Il meccanismo presenterebbe rischi “per i diritti e le libertà degli interessati, comportando un trattamento sistematico, generalizzato e di dettaglio di dati personali su larga scala, potenzialmente relativo ad ogni aspetto della vita quotidiana dell’intera popolazione, sproporzionato rispetto all’obiettivo di interesse pubblico, pur legittimo, perseguito”.

Infatti, il sistema archivierebbe, oltre i dati obbligatori a fini fiscali, anche la fattura vera e propria, sulla quale sono scritte informazioni più dettagliate, dalle tipologie di consumi, alla regolarità dei pagamenti, passando per le categorie cui ogni utente appartiene.

Gli interventi richiesti dal Garante Privacy per adeguare il sistema alla normativa italiana ed europea in materia di trattamento dei dati comportano la necessità di un lasso di tempo per l’adeguamento da parte dell’Agenzia delle Entrate: slitterà quindi il termine del 1 gennaio 2019 per l’obbligo esteso a tutti i fornitori?

No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *