Opec, arrivano nuovi tagli alla produzione Opec, arrivano nuovi tagli alla produzione

Opec, arrivano nuovi tagli alla produzione

UncategorizedBusinessHardwareNewsSocialSoftwareVideoBrowserHostingTechInternetSistemi OperativiAntivirus & AntiSpywareWordpressAdslVideoGameTelefoniaEconomiaSalutePromoCasa & famigliaPuliziaAspirapolvereRobot aspirapolvereScopa elettricaCasaDeumidificatoreMaterassoUmidificatoreStiratura e cucitoFerro da stiroFerro da stiro con caldaiaMacchina da cucirePrima InfanziaBaby monitorCuocipappaPasseggino gemellarePasseggino leggeroPasseggino trioScaldabiberonSeggiolino autoGrandi elettrodomesticiLavatriceCucinaBevandeBollitoreCentrifugaEstrattore di succoMacchina da caffèMacchina da caffè a capsuleMacchina da caffè automaticaCotturaFornetto elettricoForno a microondeFriggitrice ad ariaRobot da cucina multifunzionePreparazione cibiFrullatoreFrullatore ad immersioneImpastatriceMacchina del paneRobot da cucinaTostapaneVaporieraPer conservareMacchina sottovuotoCura della personaCapelliArricciacapelliAsciugacapelliPiastra per capelliTagliacapelliRasatura & EpilazioneEpilatoreEpilatore a luce pulsataRasoio elettricoRegolabarbaCura della pelleSpazzola pulizia visoIgiene oraleSpazzolino elettricoBenessere & SportAerosolMisuratore di pressioneSaturimetroTempo liberoActivity trackerCardiofrequenzimetroCycletteTapis roulantTrolleyElettronicaAudio & videoAction camCasse bluetoothProiettoreTelecamera di sorveglianzaInformaticaEbook readerMonitorNotebookScannerStampanteStampante multifunzioneTabletCuffie e auricolariAuricolari BluetoothCuffie BluetoothAutoNavigatoreFai da teUtensiliAvvitatoreCompressoreSega circolareTrapanoTrapano avvitatoreGiardinoDecespugliatoreIdropulitriceTagliaerba 11 dicembre 2018 redazione 0

Negli ultimi giorni continua incessantemente la fluttuazione del prezzo del barile di petrolio sui mercati internazionali, fluttuazioni che tendono inesorabilmente verso il basso, preoccupando,... Opec, arrivano nuovi tagli alla produzione

Negli ultimi giorni continua incessantemente la fluttuazione del prezzo del barile di petrolio sui mercati internazionali, fluttuazioni che tendono inesorabilmente verso il basso, preoccupando, e non poco, gli analisti e soprattutto i produttori dell’oro nero.

Produttori che hanno deciso di scendere in campo con pesanti contromisure: i ministri dei principali paesi produttori di petrolio hanno infatti stabilito di imporre un importante taglio alla produzione per dare al mercato un forte segnale di discontinuità.

A Vienna è arrivata l’intesa, finalizzata al taglio congiunto di 1,2 milioni di barili di petrolio rispetto il volume commercializzato a ottobre. Una misura che toglierebbe dal mercato, secondo varie fonti, circa il 3% della produzione Opec, ovvero 800mila barili al giorno.

L’accordo è stato siglato tra Russia e paesi Opec, ma rimane esente l’Iran: così come già avvenuto in passato, al governo di Teheran sarà consentita una produzione ai massimi livelli, per fronteggiare la crisi causata dal nuovo embargo. Anche Libia e Venezuela non daranno il loro contributo ai tagli, per far fronte alle crisi economiche e politiche.

Gli altri Paesi membri si faranno carico di una riduzione di 800mila barili al giorno, mentre i non Opec ridurranno di 400mila bg, in entrambi i casi rispetto ai livelli di ottobre e a partire da gennaio.

No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *