Istat, la pressione fiscale continua a salire Istat, la pressione fiscale continua a salire

Istat, la pressione fiscale continua a salire

UncategorizedBusinessHardwareNewsSocialSoftwareVideoBrowserHostingTechInternetSistemi OperativiAntivirus & AntiSpywareWordpressAdslVideoGameTelefoniaEconomiaSalutePromoCasa & famigliaPuliziaAspirapolvereRobot aspirapolvereScopa elettricaCasaDeumidificatoreMaterassoUmidificatoreStiratura e cucitoFerro da stiroFerro da stiro con caldaiaMacchina da cucirePrima InfanziaBaby monitorCuocipappaPasseggino gemellarePasseggino leggeroPasseggino trioScaldabiberonSeggiolino autoGrandi elettrodomesticiLavatriceCucinaBevandeBollitoreCentrifugaEstrattore di succoMacchina da caffèMacchina da caffè a capsuleMacchina da caffè automaticaCotturaFornetto elettricoForno a microondeFriggitrice ad ariaRobot da cucina multifunzionePreparazione cibiFrullatoreFrullatore ad immersioneImpastatriceMacchina del paneRobot da cucinaTostapaneVaporieraPer conservareMacchina sottovuotoCura della personaCapelliArricciacapelliAsciugacapelliPiastra per capelliTagliacapelliRasatura & EpilazioneEpilatoreEpilatore a luce pulsataRasoio elettricoRegolabarbaCura della pelleSpazzola pulizia visoIgiene oraleSpazzolino elettricoBenessere & SportAerosolMisuratore di pressioneSaturimetroTempo liberoActivity trackerCardiofrequenzimetroCycletteTapis roulantTrolleyElettronicaAudio & videoAction camCasse bluetoothProiettoreTelecamera di sorveglianzaInformaticaEbook readerMonitorNotebookScannerStampanteStampante multifunzioneTabletCuffie e auricolariAuricolari BluetoothCuffie BluetoothAutoNavigatoreFai da teUtensiliAvvitatoreCompressoreSega circolareTrapanoTrapano avvitatoreGiardinoDecespugliatoreIdropulitriceTagliaerba 9 gennaio 2019 redazione 0

L’attuale governo si è ritrovato a dover inserire in bilancio l’ennesima “sanatoria” o manovra-stralcio che la si voglia chiamare, per spingere le migliaia di... Istat, la pressione fiscale continua a salire

L’attuale governo si è ritrovato a dover inserire in bilancio l’ennesima “sanatoria” o manovra-stralcio che la si voglia chiamare, per spingere le migliaia di famiglie italiane in debito con il fisco a mettersi in regola.

Debiti mai così alti come negli ultimi anni, e non è affatto un caso: la pressione fiscale infatti continua a salire, anno dopo anno, ed ormai è diventata insostenibile.

Secondo quanto rileva l’Istat, nel terzo semestre del 2018, la pressione del Fisco è salita dal 40,3 per cento al 40,4. Un incremento dello 0,1 per cento rispetto allo stesso periodo del 2017.

E la pressione fiscale è destinata a salire ancora. Secondo le stime dell’Ufficio Parlamentare al Bilancio, il peso delle tasse arriverà al 42,4 nel 2019, al 42,8 nel 2020 e al 42,5 nel 2021. In questo contesto va ricordato che nei primi tre trimestri del 2018, la pressione fiscale si attesta al 39,7% del Pil, in riduzione di 0,2 punti percentuali rispetto al corrispondente periodo del 2017.

Parallelamente sempre l’Ista fa sapere che nel terzo trimestre del 2018 il reddito disponibile delle famiglie italiane è aumentato dello 0,1% rispetto al trimestre precedente, mentre i consumi sono cresciuti dello 0,3%, precisando che la propensione al risparmio delle famiglie è stata pari all’8,3%, in diminuzione di 0,2 punti percentuali rispetto al trimestre precedente.

Il potere d’acquisto delle famiglie consumatrici è diminuito dello 0,2%.

E per finire non è mancato neppure il temuto effetto-spread: tra luglio e settembre la spesa per interessi è cresciuta di circa 1,7 miliardi rispetto allo stesso periodo del 2017, pari ad un aumento del 12%.

No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *