Enel e Acea, maxi multa per abuso di posizione dominante Enel e Acea, maxi multa per abuso di posizione dominante

Enel e Acea, maxi multa per abuso di posizione dominante

UncategorizedBusinessHardwareNewsSocialSoftwareVideoBrowserHostingTechInternetSistemi OperativiAntivirus & AntiSpywareWordpressAdslVideoGameTelefoniaEconomiaSalutePromoCasa & famigliaPuliziaAspirapolvereRobot aspirapolvereScopa elettricaCasaDeumidificatoreMaterassoUmidificatoreStiratura e cucitoFerro da stiroFerro da stiro con caldaiaMacchina da cucirePrima InfanziaBaby monitorCuocipappaPasseggino gemellarePasseggino leggeroPasseggino trioScaldabiberonSeggiolino autoGrandi elettrodomesticiLavatriceCucinaBevandeBollitoreCentrifugaEstrattore di succoMacchina da caffèMacchina da caffè a capsuleMacchina da caffè automaticaCotturaFornetto elettricoForno a microondeFriggitrice ad ariaRobot da cucina multifunzionePreparazione cibiFrullatoreFrullatore ad immersioneImpastatriceMacchina del paneRobot da cucinaTostapaneVaporieraPer conservareMacchina sottovuotoCura della personaCapelliArricciacapelliAsciugacapelliPiastra per capelliTagliacapelliRasatura & EpilazioneEpilatoreEpilatore a luce pulsataRasoio elettricoRegolabarbaCura della pelleSpazzola pulizia visoIgiene oraleSpazzolino elettricoBenessere & SportAerosolMisuratore di pressioneSaturimetroTempo liberoActivity trackerCardiofrequenzimetroCycletteTapis roulantTrolleyElettronicaAudio & videoAction camCasse bluetoothProiettoreTelecamera di sorveglianzaInformaticaEbook readerMonitorNotebookScannerStampanteStampante multifunzioneTabletCuffie e auricolariAuricolari BluetoothCuffie BluetoothAutoNavigatoreFai da teUtensiliAvvitatoreCompressoreSega circolareTrapanoTrapano avvitatoreGiardinoDecespugliatoreIdropulitriceTagliaerba 11 gennaio 2019 redazione 0

Negli ultimi mesi l’Antitrust deve aver fatto gli straordinari, con tutte le indagini che si è ritrovata tra le mani e le sanzioni, salatissime,... Enel e Acea, maxi multa per abuso di posizione dominante

Negli ultimi mesi l’Antitrust deve aver fatto gli straordinari, con tutte le indagini che si è ritrovata tra le mani e le sanzioni, salatissime, che ha erogato: a poche ore dall’annuncio della multa record di 680 milioni di euro erogata a case automobilistiche e società finanziarie, l’istituto ha comminato una pesante sanzione anche ad Enel e Acea.

Nello specifico, l’Antitrust “ha sanzionato per oltre 93 milioni di euro il gruppo Enel e per oltre 16 milioni il gruppo Acea”: a entrambi è stato contestato di “aver abusato della propria posizione dominante nei mercati della vendita di energia elettrica in cui offrono il servizio pubblico di maggior tutela”.

Sono state inoltre analizzate le condotte commerciali del gruppo A2A negli stessi mercati, non riscontrando tuttavia elementi probatori sufficienti per  accertare l’infrazione anche nei confronti di tale operatore.

Secondo quanto è emerso dall’istruttoria,  sia Enel – dal gennaio 2012 ad almeno il maggio di due anni fa – che Acea – almeno dal 2014 e fino a tutto il 2017 – hanno “raccolto i consensi privacy dei clienti serviti in maggior tutela ad essere contattati a scopo commerciale e hanno poi utilizzato tali liste “consensate” per formulare agli stessi clienti tutelati offerte mirate, volte a far stipulare loro un contratto sul mercato libero”.

Poiché, scrive l’Antitrust, “nessuno dei concorrenti è in grado di replicare  la descritta operazione, essa risulta illegittima e idonea ad amplificare artificialmente il vantaggio concorrenziale di cui tali gruppi già godono per motivi storico/regolamentari e legati alle caratteristiche della domanda”.

Nel corso dei procedimenti, l’Autorità si è avvalsa della collaborazione del Nucleo Speciale Antitrust della Guardia di Finanza. Alla fine, come abbiam detto all’inizio, è stata comminata una sanzione totale di 109 milioni di euro.

No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *