Fca, investimenti differenti in Italia dopo l’introduzione dell’ecotassa Fca, investimenti differenti in Italia dopo l’introduzione dell’ecotassa

Fca, investimenti differenti in Italia dopo l’introduzione dell’ecotassa

UncategorizedBusinessHardwareNewsSocialSoftwareVideoBrowserHostingTechInternetSistemi OperativiAntivirus & AntiSpywareWordpressAdslVideoGameTelefoniaEconomiaSalutePromoCasa & famigliaPuliziaAspirapolvereRobot aspirapolvereScopa elettricaCasaDeumidificatoreMaterassoUmidificatoreStiratura e cucitoFerro da stiroFerro da stiro con caldaiaMacchina da cucirePrima InfanziaBaby monitorCuocipappaPasseggino gemellarePasseggino leggeroPasseggino trioScaldabiberonSeggiolino autoGrandi elettrodomesticiLavatriceCucinaBevandeBollitoreCentrifugaEstrattore di succoMacchina da caffèMacchina da caffè a capsuleMacchina da caffè automaticaCotturaFornetto elettricoForno a microondeFriggitrice ad ariaRobot da cucina multifunzionePreparazione cibiFrullatoreFrullatore ad immersioneImpastatriceMacchina del paneRobot da cucinaTostapaneVaporieraPer conservareMacchina sottovuotoCura della personaCapelliArricciacapelliAsciugacapelliPiastra per capelliTagliacapelliRasatura & EpilazioneEpilatoreEpilatore a luce pulsataRasoio elettricoRegolabarbaCura della pelleSpazzola pulizia visoIgiene oraleSpazzolino elettricoBenessere & SportAerosolMisuratore di pressioneSaturimetroTempo liberoActivity trackerCardiofrequenzimetroCycletteTapis roulantTrolleyElettronicaAudio & videoAction camCasse bluetoothProiettoreTelecamera di sorveglianzaInformaticaEbook readerMonitorNotebookScannerStampanteStampante multifunzioneTabletCuffie e auricolariAuricolari BluetoothCuffie BluetoothAutoNavigatoreFai da teUtensiliAvvitatoreCompressoreSega circolareTrapanoTrapano avvitatoreGiardinoDecespugliatoreIdropulitriceTagliaerba 17 gennaio 2019 redazione 0

Il monito era arrivato già alla vigilia dell’approvazione della legge di bilancio, quando l’ecotassa era solamente una possibilità che in tanti pensavano non sarebbe... Fca, investimenti differenti in Italia dopo l’introduzione dell’ecotassa

Il monito era arrivato già alla vigilia dell’approvazione della legge di bilancio, quando l’ecotassa era solamente una possibilità che in tanti pensavano non sarebbe diventata realtà.

Ed invece la tassa che va a pesare sui veicoli più inquinanti è stata inserita e subito resa operativa, provocando la reazione sdegnosa di produttori ed associazioni di consumatori.

Ma tra tutti spicca Fca: a quanto pare l’amministratore delegato, Mike Manley, in occasione del Salone dell’Auto di Detroit avrebbe addirittura dichiarato che il piano di investimenti in Italia da 5 miliardi in tre anni prospettato dal gruppo subirà un ridimensionamento proprio a causa dell’introduzione della tassa proporzionale sulle emissioni introdotta dalla Legge di Bilancio 2019, e alle conseguenti variazioni delle condizioni di mercato.

Quel piano, ha precisato il manager, fu pensato prima che l’ecotassa su auto di lusso e Suv venisse introdotta in Italia. Da allora “il contesto è cambiato”.

Immediata la reazione dei sindacati: “Comprendiamo le motivazioni di Fca, ma noi non siamo disposti a mettere in discussione il piano industriale che ci è stato presentato. Quel che è certo è che faremo tutto il possibile per evitare che ciò accada”, ha affermato il segretario generale della Uilm, Rocco Palombella, sottolineando che “non possono essere i lavoratori a pagare le scelte del nostro governo, al quale abbiamo già più volte sollevato la questione chiedendo di rivedere il provvedimento”.

No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *