Inflazione, sono sempre i più poveri ad arrancare maggiormente Inflazione, sono sempre i più poveri ad arrancare maggiormente

Inflazione, sono sempre i più poveri ad arrancare maggiormente

UncategorizedBusinessHardwareNewsSocialSoftwareVideoBrowserHostingTechInternetSistemi OperativiAntivirus & AntiSpywareWordpressAdslVideoGameTelefoniaEconomiaSalutePromoCasa & famigliaPuliziaAspirapolvereRobot aspirapolvereScopa elettricaCasaDeumidificatoreMaterassoUmidificatoreStiratura e cucitoFerro da stiroFerro da stiro con caldaiaMacchina da cucirePrima InfanziaBaby monitorCuocipappaPasseggino gemellarePasseggino leggeroPasseggino trioScaldabiberonSeggiolino autoGrandi elettrodomesticiLavatriceCucinaBevandeBollitoreCentrifugaEstrattore di succoMacchina da caffèMacchina da caffè a capsuleMacchina da caffè automaticaCotturaFornetto elettricoForno a microondeFriggitrice ad ariaRobot da cucina multifunzionePreparazione cibiFrullatoreFrullatore ad immersioneImpastatriceMacchina del paneRobot da cucinaTostapaneVaporieraPer conservareMacchina sottovuotoCura della personaCapelliArricciacapelliAsciugacapelliPiastra per capelliTagliacapelliRasatura & EpilazioneEpilatoreEpilatore a luce pulsataRasoio elettricoRegolabarbaCura della pelleSpazzola pulizia visoIgiene oraleSpazzolino elettricoBenessere & SportAerosolMisuratore di pressioneSaturimetroTempo liberoActivity trackerCardiofrequenzimetroCycletteTapis roulantTrolleyElettronicaAudio & videoAction camCasse bluetoothProiettoreTelecamera di sorveglianzaInformaticaEbook readerMonitorNotebookScannerStampanteStampante multifunzioneTabletCuffie e auricolariAuricolari BluetoothCuffie BluetoothAutoNavigatoreFai da teUtensiliAvvitatoreCompressoreSega circolareTrapanoTrapano avvitatoreGiardinoDecespugliatoreIdropulitriceTagliaerba 18 gennaio 2019 redazione 0

Negli ultimi giorni abbiamo avuto modo di parlare più volte del presunto boom economico intravisto dal ministro del lavoro, Luigi Di Maio, per il... Inflazione, sono sempre i più poveri ad arrancare maggiormente

Negli ultimi giorni abbiamo avuto modo di parlare più volte del presunto boom economico intravisto dal ministro del lavoro, Luigi Di Maio, per il nostro paese e i dati micro e macro-economici che, al contrario, tracciano un quadro molto meno roseo.

A contribuire a lanciare una luce sinistra arrivano anche gli ultimi dati Istat sull’inflazione di fine 2018, che ci dicono come, a soffrire del rincaro dei prezzi, sono le famiglie meno abbienti, quelle che già fanno fatica ad arrivare a fine mese.

Secondo un’analisi dell’Istat sull’indice Ipca, nella media dell’anno, per il 20% delle famiglie con la minore capacità di spesa, l’inflazione ha segnato un’accelerazione rispetto ai valori del 2017 fino all’1,5% (era +1,4% l’anno precedente), mentre quella relativa al 20% delle famiglie più abbienti è scesa a +1,1% dall’1,3%. Si è ampliata così di 3 decimi di punto percentuale il differenziale inflazionistico tra i due gruppi.

In generale, nel 2018 i prezzi al consumo hanno registrato una crescita dell’1,2%, replicando la dinamica annua del 2017, confermando quindi le stime preliminari sull’inflazione. L’inflazione di fondo, al netto degli energetici e degli alimentari freschi, è stabile a +0,7%.

“Dicembre, in netto rallentamento”, ha spiegato l’istituto di statistica, “conferma un quadro di oscillazioni dell’inflazione largamente condizionato dall’andamento dei prezzi dei beni energetici. Sono infatti gli energetici non regolamentati, ovvero combustibili per l’abitazione e carburanti, a spiegare per lo più la frenata della crescita dei prezzi al consumo”.

Nel 2018 le divisioni di spesa che registrano un’accelerazione più marcata rispetto al 2017 sono bevande alcoliche e tabacchi (+2,9% da +0,6%), abitazione, acqua, elettricità e combustibili (+2,5%, da +1,8% registrato nel 2017) e altri beni e servizi (+2,2% da +0,8%).

No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *