Huawei non si arrende al boicottaggio americano Huawei non si arrende al boicottaggio americano

Huawei non si arrende al boicottaggio americano

UncategorizedBusinessHardwareNewsSocialSoftwareVideoBrowserHostingTechInternetSistemi OperativiAntivirus & AntiSpywareWordpressAdslVideoGameTelefoniaEconomiaSalutePromoCasa & famigliaPuliziaAspirapolvereRobot aspirapolvereScopa elettricaCasaDeumidificatoreMaterassoUmidificatoreStiratura e cucitoFerro da stiroFerro da stiro con caldaiaMacchina da cucirePrima InfanziaBaby monitorCuocipappaPasseggino gemellarePasseggino leggeroPasseggino trioScaldabiberonSeggiolino autoGrandi elettrodomesticiLavatriceCucinaBevandeBollitoreCentrifugaEstrattore di succoMacchina da caffèMacchina da caffè a capsuleMacchina da caffè automaticaCotturaFornetto elettricoForno a microondeFriggitrice ad ariaRobot da cucina multifunzionePreparazione cibiFrullatoreFrullatore ad immersioneImpastatriceMacchina del paneRobot da cucinaTostapaneVaporieraPer conservareMacchina sottovuotoCura della personaCapelliArricciacapelliAsciugacapelliPiastra per capelliTagliacapelliRasatura & EpilazioneEpilatoreEpilatore a luce pulsataRasoio elettricoRegolabarbaCura della pelleSpazzola pulizia visoIgiene oraleSpazzolino elettricoBenessere & SportAerosolMisuratore di pressioneSaturimetroTempo liberoActivity trackerCardiofrequenzimetroCycletteTapis roulantTrolleyElettronicaAudio & videoAction camCasse bluetoothProiettoreTelecamera di sorveglianzaInformaticaEbook readerMonitorNotebookScannerStampanteStampante multifunzioneTabletCuffie e auricolariAuricolari BluetoothCuffie BluetoothAutoNavigatoreFai da teUtensiliAvvitatoreCompressoreSega circolareTrapanoTrapano avvitatoreGiardinoDecespugliatoreIdropulitriceTagliaerba 25 gennaio 2019 redazione 0

Da qualche settimana Huawei si trova bersaglio di un fuoco incrociato: Donald Trump sta infatti accusando il colosso cinese di spionaggio e sta tentando... Huawei non si arrende al boicottaggio americano

Da qualche settimana Huawei si trova bersaglio di un fuoco incrociato: Donald Trump sta infatti accusando il colosso cinese di spionaggio e sta tentando di convincere anche i paesi del vecchio continente ad isolarlo e a smettere di avere rapporti commerciali con lui.

Huawei però non ha nessuna intenzione di arrendersi, non ora che le vendite sono decollate e può trovarsi a competere con giganti del calibro di Apple e Samsung.

Quasi come la questione non la toccasse, negli ultimi giorni ha inaugurato un nuovo campus a Dongguan, un’ora e mezza di auto da Shenzhen, la metropoli cinese dell’hi-tech agganciata a Hong Kong dove ha sede il quartier generale.

Qui il gruppo da 100 miliardi di fatturato nel 2018 e quasi 7 di utile nel 2017 ha deciso di collocare alcune divisioni strategiche del proprio business, compresa una parte di quella dedicata alla ricerca e allo sviluppo, oltre che al supporto alla logistica globale.

Il campus ha una superficie di 1,4kilometri quadrati ed è costato circa 1,3 miliardi di euro. La costruzione è iniziata nel 2014 e le prime otto aree, che abbiamo già potuto visitare, sono state completate a fine 2018.

Ma non è solo questione di nuovi spazi: Huawei non ha intenzione di abbandonare la sfida del 5G.

E così il presidente e amministratore delegato Ken Hu è apparso martedì 22 al World Economic Forum di Davos per dire che il 5G sarà il prossimo grande cambiamento tecnologico e che Huawei prevede di implementare la tecnologia mobile 5G in altri 20 Paesi nei prossimi 12 mesi.

No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *