Apple, ormai un iPhone si cambia ogni 4 anni Apple, ormai un iPhone si cambia ogni 4 anni

Apple, ormai un iPhone si cambia ogni 4 anni

UncategorizedBusinessHardwareNewsSocialSoftwareVideoBrowserHostingTechInternetSistemi OperativiAntivirus & AntiSpywareWordpressAdslVideoGameTelefoniaEconomiaSalutePromoCasa & famigliaPuliziaAspirapolvereRobot aspirapolvereScopa elettricaCasaDeumidificatoreMaterassoUmidificatoreStiratura e cucitoFerro da stiroFerro da stiro con caldaiaMacchina da cucirePrima InfanziaBaby monitorCuocipappaPasseggino gemellarePasseggino leggeroPasseggino trioScaldabiberonSeggiolino autoGrandi elettrodomesticiLavatriceCucinaBevandeBollitoreCentrifugaEstrattore di succoMacchina da caffèMacchina da caffè a capsuleMacchina da caffè automaticaCotturaFornetto elettricoForno a microondeFriggitrice ad ariaRobot da cucina multifunzionePreparazione cibiFrullatoreFrullatore ad immersioneImpastatriceMacchina del paneRobot da cucinaTostapaneVaporieraPer conservareMacchina sottovuotoCura della personaCapelliArricciacapelliAsciugacapelliPiastra per capelliTagliacapelliRasatura & EpilazioneEpilatoreEpilatore a luce pulsataRasoio elettricoRegolabarbaCura della pelleSpazzola pulizia visoIgiene oraleSpazzolino elettricoBenessere & SportAerosolMisuratore di pressioneSaturimetroTempo liberoActivity trackerCardiofrequenzimetroCycletteTapis roulantTrolleyElettronicaAudio & videoAction camCasse bluetoothProiettoreTelecamera di sorveglianzaInformaticaEbook readerMonitorNotebookScannerStampanteStampante multifunzioneTabletCuffie e auricolariAuricolari BluetoothCuffie BluetoothAutoNavigatoreFai da teUtensiliAvvitatoreCompressoreSega circolareTrapanoTrapano avvitatoreGiardinoDecespugliatoreIdropulitriceTagliaerba 12 febbraio 2019 redazione 0

Nei giorni scorsi Apple ha alzato il velo sui suoi ultimi conti che, per la prima volta nella sua storia, non hanno brillato. Il... Apple, ormai un iPhone si cambia ogni 4 anni

Nei giorni scorsi Apple ha alzato il velo sui suoi ultimi conti che, per la prima volta nella sua storia, non hanno brillato.

Il giro d’affari  di ottobre-dicembre è  stato “solo” di 84,3 miliardi, in calo del 4,5 per cento. Significativa l’influenza delle vendite dell’iPhone, che hanno segnato un calo del 15% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

Oltre al fatturato, segno meno anche per utili per azione, che sono stati pari a 4,18 dollari per azione e i profitti netti di 19,97 miliardi.

Il colosso di Cupertino aveva inoltre, già nelle settimane precedenti, denunciato la debolezza del mercato cinese e dell’economia globale, affermando che avrebbe deluso le attese di fatturato.

Il calo è stato quindi imputato alla congiuntura economica negativa internazionale, alla guerra commerciale tra Cina e Usa, alla saturazione del mercato degli smartphone, ma c’è anche un’altra realtà finora sottaciuta: i possessori di iPhone ormai li cambiano molto più frequentemente rispetto a qualche anno fa.

Ad affermarlo con certezza il noto analista Toni Sacconaghi di Bernstein, secondo cui ora il tempo medio di aggiornamento di un vecchio iPhone è salito a quattro anni, rispetto ai tre del 2018.

In buona sostanza, gli utenti non acquistano più il nuovo dispositivo appena uscito, ma piuttosto aspettando circa 4 anni per cambiare modello: colpa della crisi, certo, ma anche dei cambiamenti sempre meno radicali tra un modello e l’altro, che spingono l’utente medio a temporeggiare prima di un nuovo acquisto.

Secondo l’analista anche il programma Apple di sostituzione delle batteria ha inciso negativamente sulla volontà di aggiornare il proprio dispositivo.

Per tutte queste ragioni la crisi di Apple non è affatto alle spalle: anche per il 2019 è previsto un calo nelle vendite di un ulteriore 19%.

No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *