Anche la Germania si avvia verso la recessione Anche la Germania si avvia verso la recessione

Anche la Germania si avvia verso la recessione

UncategorizedBusinessHardwareNewsSocialSoftwareVideoBrowserHostingTechInternetSistemi OperativiAntivirus & AntiSpywareWordpressAdslVideoGameTelefoniaEconomiaSalutePromoCasa & famigliaPuliziaAspirapolvereRobot aspirapolvereScopa elettricaCasaDeumidificatoreMaterassoUmidificatoreStiratura e cucitoFerro da stiroFerro da stiro con caldaiaMacchina da cucirePrima InfanziaBaby monitorCuocipappaPasseggino gemellarePasseggino leggeroPasseggino trioScaldabiberonSeggiolino autoGrandi elettrodomesticiLavatriceCucinaBevandeBollitoreCentrifugaEstrattore di succoMacchina da caffèMacchina da caffè a capsuleMacchina da caffè automaticaCotturaFornetto elettricoForno a microondeFriggitrice ad ariaRobot da cucina multifunzionePreparazione cibiFrullatoreFrullatore ad immersioneImpastatriceMacchina del paneRobot da cucinaTostapaneVaporieraPer conservareMacchina sottovuotoCura della personaCapelliArricciacapelliAsciugacapelliPiastra per capelliTagliacapelliRasatura & EpilazioneEpilatoreEpilatore a luce pulsataRasoio elettricoRegolabarbaCura della pelleSpazzola pulizia visoIgiene oraleSpazzolino elettricoBenessere & SportAerosolMisuratore di pressioneSaturimetroTempo liberoActivity trackerCardiofrequenzimetroCycletteTapis roulantTrolleyElettronicaAudio & videoAction camCasse bluetoothProiettoreTelecamera di sorveglianzaInformaticaEbook readerMonitorNotebookScannerStampanteStampante multifunzioneTabletCuffie e auricolariAuricolari BluetoothCuffie BluetoothAutoNavigatoreFai da teUtensiliAvvitatoreCompressoreSega circolareTrapanoTrapano avvitatoreGiardinoDecespugliatoreIdropulitriceTagliaerba 15 febbraio 2019 redazione 0

Negli ultimi mesi siamo stati il bersaglio, fin troppo facile, di tutti i malumori europei: si è spesso puntata l’attenzione sui nostri conti, obiettivamente... Anche la Germania si avvia verso la recessione

Negli ultimi mesi siamo stati il bersaglio, fin troppo facile, di tutti i malumori europei: si è spesso puntata l’attenzione sui nostri conti, obiettivamente pessimi, come anche sul debito pubblico che non si riesce ad abbassare, senza contare lo spread e l’inflazione.

Ma, a quanto sembra, non siamo l’unico stato dell’Eurozona a dover fare i conti con un’economia stagnante: anche la Germania si avvia infatti verso un periodo di recessione.

Nello specifico, lo stato archivia l’ultimo trimestre 2018 con una crescita invariata rispetto ai tre mesi precedenti, evitando quindi solo per un soffio la recessione tecnica dopo il calo dello 0,2% segnato nel terzo trimestre.

Il risultato – comunicato dall’Ufficio federale di statistica di Wiesbaden – è inferiore alle attese degli economisti che puntavano su un dato di fine anno in leggera espansione a +0,1%. Il Pil tedesco sale quindi nel 2018 dell’1,4%, meno delle ultime stime (+1,5%).

A pesare sui numeri sicuramente il rallentamento dell’economia globale, che è un problema comune a tutti i Paesi industrializzati, ma anche il rallentamento della Cina rappresenta un problema gravissimo, dal momento che Berlino, ogni anno, esporta 86 miliardi di euro di made in Germany.

Per gli economisti di Bank of America la debolezza dovrebbe essere temporanea, come già accadde nel 2015/2016, ma veramente stavolta la Germania riuscirà a riprendersi così velocemente?

No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *