IA, ecco a che straordinario punto siamo arrivati IA, ecco a che straordinario punto siamo arrivati

IA, ecco a che straordinario punto siamo arrivati

UncategorizedBusinessHardwareNewsSocialSoftwareVideoBrowserHostingTechInternetSistemi OperativiAntivirus & AntiSpywareWordpressAdslVideoGameTelefoniaEconomiaSalutePromoCasa & famigliaPuliziaAspirapolvereRobot aspirapolvereScopa elettricaCasaDeumidificatoreMaterassoUmidificatoreStiratura e cucitoFerro da stiroFerro da stiro con caldaiaMacchina da cucirePrima InfanziaBaby monitorCuocipappaPasseggino gemellarePasseggino leggeroPasseggino trioScaldabiberonSeggiolino autoGrandi elettrodomesticiLavatriceCucinaBevandeBollitoreCentrifugaEstrattore di succoMacchina da caffèMacchina da caffè a capsuleMacchina da caffè automaticaCotturaFornetto elettricoForno a microondeFriggitrice ad ariaRobot da cucina multifunzionePreparazione cibiFrullatoreFrullatore ad immersioneImpastatriceMacchina del paneRobot da cucinaTostapaneVaporieraPer conservareMacchina sottovuotoCura della personaCapelliArricciacapelliAsciugacapelliPiastra per capelliTagliacapelliRasatura & EpilazioneEpilatoreEpilatore a luce pulsataRasoio elettricoRegolabarbaCura della pelleSpazzola pulizia visoIgiene oraleSpazzolino elettricoBenessere & SportAerosolMisuratore di pressioneSaturimetroTempo liberoActivity trackerCardiofrequenzimetroCycletteTapis roulantTrolleyElettronicaAudio & videoAction camCasse bluetoothProiettoreTelecamera di sorveglianzaInformaticaEbook readerMonitorNotebookScannerStampanteStampante multifunzioneTabletCuffie e auricolariAuricolari BluetoothCuffie BluetoothAutoNavigatoreFai da teUtensiliAvvitatoreCompressoreSega circolareTrapanoTrapano avvitatoreGiardinoDecespugliatoreIdropulitriceTagliaerba 19 febbraio 2019 redazione 0

Ormai sono anni che sentiamo parlare sempre più diffusamente di Intelligenza Artificiale, ma spesso non riusciamo a comprendere appieno la straordinaria portata di questo... IA, ecco a che straordinario punto siamo arrivati

Ormai sono anni che sentiamo parlare sempre più diffusamente di Intelligenza Artificiale, ma spesso non riusciamo a comprendere appieno la straordinaria portata di questo fenomeno.

Non riusciamo anche perché i confini sono molto aleatori ed il concetto di IA è così ampio e variegato che è impossibile racchiuderlo in una sola definizione esaustiva.

Si parla infatti di IA quando controlliamo i nostri elettrodomestici da lontano o quando un robot replica i comportamenti dell’uomo, ma ora addirittura quando si parla di scrittura, che per tradizione è sempre stata prerogativa della fantasia e dell’invenzione umana.

È stata infatti appena messa a punto GPT-2, l’ultimo prodotto dei laboratori di ricerca di OpenAI: lo scopo di questa nuova intelligenza artificiale è quella di produrre dei testi a partire da un input, un breve incipit fornito dall’uomo, da cui l’algoritmo produce un testo completo, strutturato e comprensibile.

La start up che l’ha realizzata ha annunciato di aver messo a punto un’IA così brava a scrivere testi credibili per coerenza contenutistica e formale, da aver deciso di non pubblicare lo studio come invece fa solitamente, per paura che i risultati possano essere impiegati nella maniera sbagliata.

Sono in molti infatti potenzialmente a poter utilizzare le capacità di questa IA in modo sbagliato, sfruttandola ad esempio per realizzare false recensioni e giudizi positivi di un prodotto o di un locale, ma anche produrre spam e fake news.

L’IA potrebbe anche essere utilizzata per creare bot per l’assistenza clienti per lo shopping online, provocando la potenziale perdita di posti di lavoro.

No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *