Tasse, quante ne paghiamo sul nostro patrimonio Tasse, quante ne paghiamo sul nostro patrimonio

Tasse, quante ne paghiamo sul nostro patrimonio

UncategorizedBusinessHardwareNewsSocialSoftwareVideoBrowserHostingTechInternetSistemi OperativiAntivirus & AntiSpywareWordpressAdslVideoGameTelefoniaEconomiaSalutePromoCasa & famigliaPuliziaAspirapolvereRobot aspirapolvereScopa elettricaCasaDeumidificatoreMaterassoUmidificatoreStiratura e cucitoFerro da stiroFerro da stiro con caldaiaMacchina da cucirePrima InfanziaBaby monitorCuocipappaPasseggino gemellarePasseggino leggeroPasseggino trioScaldabiberonSeggiolino autoGrandi elettrodomesticiLavatriceCucinaBevandeBollitoreCentrifugaEstrattore di succoMacchina da caffèMacchina da caffè a capsuleMacchina da caffè automaticaCotturaFornetto elettricoForno a microondeFriggitrice ad ariaRobot da cucina multifunzionePreparazione cibiFrullatoreFrullatore ad immersioneImpastatriceMacchina del paneRobot da cucinaTostapaneVaporieraPer conservareMacchina sottovuotoCura della personaCapelliArricciacapelliAsciugacapelliPiastra per capelliTagliacapelliRasatura & EpilazioneEpilatoreEpilatore a luce pulsataRasoio elettricoRegolabarbaCura della pelleSpazzola pulizia visoIgiene oraleSpazzolino elettricoBenessere & SportAerosolMisuratore di pressioneSaturimetroTempo liberoActivity trackerCardiofrequenzimetroCycletteTapis roulantTrolleyElettronicaAudio & videoAction camCasse bluetoothProiettoreTelecamera di sorveglianzaInformaticaEbook readerMonitorNotebookScannerStampanteStampante multifunzioneTabletCuffie e auricolariAuricolari BluetoothCuffie BluetoothAutoNavigatoreFai da teUtensiliAvvitatoreCompressoreSega circolareTrapanoTrapano avvitatoreGiardinoDecespugliatoreIdropulitriceTagliaerba 6 marzo 2019 bizup 0

Per coloro che non ne fossero a conoscenza, per patrimoniale si intende qualunque tipo di tassa calcolata, invece che sul reddito, sul patrimonio del... Tasse, quante ne paghiamo sul nostro patrimonio

Per coloro che non ne fossero a conoscenza, per patrimoniale si intende qualunque tipo di tassa calcolata, invece che sul reddito, sul patrimonio del contribuente.

Se in tutta Europa la applicano solo quattro paesi, in Italia ne abbiamo già avuto esperienza nel neppure troppo lontano 1992, quando il governo Amato la impose nella misura del 6 per mille. Abolita poi dal primo governo Berlusconi, fu reintrodotta dal Governo Prodi per patrimoni oltre il milione di euro.

Vista la grave crisi economica in cui versa il paese, ci si è chiesti più volte se la patrimoniale fosse la giusta contromisura, ma il Premier Giuseppe Conte è recentemente tornato a negare questa ipotesi.

Eppure gli italiani di tasse sul proprio patrimonio ne pagano già eccome, portando un sostanzioso introito alle casse statali.

Nello specifico, una tassa sui beni c’è già e nel 2018 ci è costata 45,7 miliardi di euro, circa il 2,5% del pil, senza considerare le tasse locali che cambiano da Comune a Comune.

Come di consueto a fare i conti ci ha pensato la Cgia di Mestre e per primo li ha riportati il Corriere della Sera in un articolo che ben chiarisce quanto gli italiano siano subissati dal carico do tasse e imposte.

“Gli italiani con la pretesa abolizione dell’imposta sulla prima casa hanno sbriciolato il sistema impositivo dei loro comuni, inducendoli a cercare compensazione con altre entrate. Hanno scambiato un’imposta sicuramente da correggere, ma palese, relativamente semplice e quindi controllabile, con due mezze imposte sbilenche e tortuose, tarlate da esenzioni e agevolazioni, di fatto vanificate da altri prelievi, per lo più occulti e assai più iniqui. E hanno finito così con il pagare — tra proprietà e rifiuti — nel 2016 in tutto 26 miliardi di tasse mal prelevate sulle case e i fabbricati, invece dei 17 che pagavano nel 2007”, scrive Ernesto Maria Ruffini sul noto quotidiano.

La Cgia ha quindi calcolato che “tra Irap, Imu/Tasi e addizionali Irpef, famiglie e imprese versano a Regioni ed enti locali oltre 60 miliardi di euro all’anno”.

“L’incidenza di questo importo – chiosa quindi la Cgia -, sul totale delle entrate tributarie, è pari al 12% e, purtroppo, è destinato ad aumentare. Dal 2019, infatti, rischiamo di pagare almeno un miliardo in più, a seguito della rimozione del blocco delle aliquote dei tributi locali introdotta nella manovra di Bilancio attualmente in discussione in Parlamento”.

No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *