Pubblica Amministrazione, si risparmierà riducendo i data center Pubblica Amministrazione, si risparmierà riducendo i data center

Pubblica Amministrazione, si risparmierà riducendo i data center

UncategorizedBusinessHardwareNewsSocialSoftwareVideoBrowserHostingTechInternetSistemi OperativiAntivirus & AntiSpywareWordpressAdslVideoGameTelefoniaEconomiaSalutePromoCasa & famigliaPuliziaAspirapolvereRobot aspirapolvereScopa elettricaCasaDeumidificatoreMaterassoUmidificatoreStiratura e cucitoFerro da stiroFerro da stiro con caldaiaMacchina da cucirePrima InfanziaBaby monitorCuocipappaPasseggino gemellarePasseggino leggeroPasseggino trioScaldabiberonSeggiolino autoGrandi elettrodomesticiLavatriceCucinaBevandeBollitoreCentrifugaEstrattore di succoMacchina da caffèMacchina da caffè a capsuleMacchina da caffè automaticaCotturaFornetto elettricoForno a microondeFriggitrice ad ariaRobot da cucina multifunzionePreparazione cibiFrullatoreFrullatore ad immersioneImpastatriceMacchina del paneRobot da cucinaTostapaneVaporieraPer conservareMacchina sottovuotoCura della personaCapelliArricciacapelliAsciugacapelliPiastra per capelliTagliacapelliRasatura & EpilazioneEpilatoreEpilatore a luce pulsataRasoio elettricoRegolabarbaCura della pelleSpazzola pulizia visoIgiene oraleSpazzolino elettricoBenessere & SportAerosolMisuratore di pressioneSaturimetroTempo liberoActivity trackerCardiofrequenzimetroCycletteTapis roulantTrolleyElettronicaAudio & videoAction camCasse bluetoothProiettoreTelecamera di sorveglianzaInformaticaEbook readerMonitorNotebookScannerStampanteStampante multifunzioneTabletCuffie e auricolariAuricolari BluetoothCuffie BluetoothAutoNavigatoreFai da teUtensiliAvvitatoreCompressoreSega circolareTrapanoTrapano avvitatoreGiardinoDecespugliatoreIdropulitriceTagliaerba 14 marzo 2019 redazione 0

Per coloro che non masticano la terminologia informatica, un data center è   il fulcro tecnologico di ogni business ed impresa, poiché garantisce il funzionamento... Pubblica Amministrazione, si risparmierà riducendo i data center

Per coloro che non masticano la terminologia informatica, un data center è   il fulcro tecnologico di ogni business ed impresa, poiché garantisce il funzionamento 24 ore su 24 di tutti i processi, le comunicazioni e i servizi a supporto delle attività aziendali.

Queste strutture fisiche accolgono i server ma anche gli storage, sistemi di archiviazione di vario tipo che hanno la funzione di conservare i dati, i sistemi di monitoraggio, controllo e gestione delle apparecchiature, router e switch: una mole potenzialmente sconfinata di dati che devono poter essere consultati da remoto in tempo reale da chi ne ha bisogno.

Naturalmente anche la Pubblica Amministrazione si serve di data center, e non sono affatto pochi: in Italia operano 11mila centri di elaborazione dati i cui costi di gestione sono elevati. Inoltre, siccome le pubbliche amministrazioni che usufruiscono di questi data center sono oltre 22mila, essi sono di piccole dimensioni e scarsamente sicuri.

Ed allora, in periodo di tagli e di caccia allo spreco, si è deciso che si interverrà anche in questo settore: tagliando tutti gli 11mila data center pubblici e accorpandoli in sette strutture si riusciranno a risparmiare miliardi di euro nella gestione dei servizi digitali.

La proposta è stata avanzata dal Team per la Trasformazione Digitale, come hanno spiegato il Commissario Straordinario per l’Agenda Digitale Luca Attias, il Chief Technology Officer Simone Piunno e il Cloud & Data Center specialist Paolo de Rosa.

Nello specifico, è stato presentato il Piano Triennale per l’Informatica nella Pubblica Amministrazione 2019- 2021: 240 pagine che descrivono le 90 linee di azione che delineano il percorso di innovazione che le PA devono intraprendere, tra cui spicca appunto l’eliminazione dei costosissimi data center.

La struttura guidata da Luca Attias ha calcolato che la sola gestione dei data centre “incide approssimativamente per 2 miliardi l’anno, sui circa 5,8 miliardi di euro che la pubblica amministrazione italiana spende ogni anno nel settore Ict (fonte Consip/Sirmi)”.

No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *