Dieselgate continua a mietere vittime Dieselgate continua a mietere vittime

Dieselgate continua a mietere vittime

UncategorizedBusinessHardwareNewsSocialSoftwareVideoBrowserHostingTechInternetSistemi OperativiAntivirus & AntiSpywareWordpressAdslVideoGameTelefoniaEconomiaSalutePromoCasa & famigliaPuliziaAspirapolvereRobot aspirapolvereScopa elettricaCasaDeumidificatoreMaterassoUmidificatoreStiratura e cucitoFerro da stiroFerro da stiro con caldaiaMacchina da cucirePrima InfanziaBaby monitorCuocipappaPasseggino gemellarePasseggino leggeroPasseggino trioScaldabiberonSeggiolino autoGrandi elettrodomesticiLavatriceCucinaBevandeBollitoreCentrifugaEstrattore di succoMacchina da caffèMacchina da caffè a capsuleMacchina da caffè automaticaCotturaFornetto elettricoForno a microondeFriggitrice ad ariaRobot da cucina multifunzionePreparazione cibiFrullatoreFrullatore ad immersioneImpastatriceMacchina del paneRobot da cucinaTostapaneVaporieraPer conservareMacchina sottovuotoCura della personaCapelliArricciacapelliAsciugacapelliPiastra per capelliTagliacapelliRasatura & EpilazioneEpilatoreEpilatore a luce pulsataRasoio elettricoRegolabarbaCura della pelleSpazzola pulizia visoIgiene oraleSpazzolino elettricoBenessere & SportAerosolMisuratore di pressioneSaturimetroTempo liberoActivity trackerCardiofrequenzimetroCycletteTapis roulantTrolleyElettronicaAudio & videoAction camCasse bluetoothProiettoreTelecamera di sorveglianzaInformaticaEbook readerMonitorNotebookScannerStampanteStampante multifunzioneTabletCuffie e auricolariAuricolari BluetoothCuffie BluetoothAutoNavigatoreFai da teUtensiliAvvitatoreCompressoreSega circolareTrapanoTrapano avvitatoreGiardinoDecespugliatoreIdropulitriceTagliaerba 19 aprile 2019 redazione 0

Credevate che il grosso dello scandalo Dieselgate fosse stato archiviato tra scuse ufficiali, ritiri e multe milionarie affibbiate ai principali colossi automobilistici coinvolti? Ed... Dieselgate continua a mietere vittime

Credevate che il grosso dello scandalo Dieselgate fosse stato archiviato tra scuse ufficiali, ritiri e multe milionarie affibbiate ai principali colossi automobilistici coinvolti?

Ed invece no, anzi: proprio nelle scorse ore lo scandalo ha mietuto nuove “vittime”, che rischiano di finire in galera con un’accusa molto grave.

Nello specifico,  l’ex ad di Volkswagen, Martin Winterkorn, è stato messo sotto accusa per «frode» e «violazione della legge contro la concorrenza sleale». Winterkorn è accusato di «non aver rivelato alle autorità e ai clienti, in Europa e negli Usa, la manipolazione dei motori diesel dopo esserne venuto a conoscenza», proprio lui – ingegnere – che si è sempre vantato di conoscere ogni bullone delle auto Volkswagen.

Ci sono voluti quattro anni di indagini, ma ora l’ex amministratore delegato rischia fino a dieci anni di carcere ed insieme a lui sono stati accusati anche altri quattro dirigenti di Volkswagen, la cui identità però non è stata diffusa.

Ricordiamo che il cosiddetto dieselgate è costato finora quasi 29 miliardi di euro di richiami di veicoli e procedimenti giudiziari al gigante dell’auto tedesco. La gran parte di questa somma è stata pagata negli Stati Uniti, mentre l’anno scorso Wolfsburg ha dovuto versare 1,8 miliardi di multe in Germania, dove il gruppo deve affrontare una class action che ha raccolto già 410 mila consumatori.

No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *