Fs ha un ambizioso piano industriale, ma non vi compare Alitalia Fs ha un ambizioso piano industriale, ma non vi compare Alitalia

Fs ha un ambizioso piano industriale, ma non vi compare Alitalia

UncategorizedBusinessHardwareNewsSocialSoftwareVideoBrowserHostingTechInternetSistemi OperativiAntivirus & AntiSpywareWordpressAdslVideoGameTelefoniaEconomiaSalutePromoCasa & famigliaPuliziaAspirapolvereRobot aspirapolvereScopa elettricaCasaDeumidificatoreMaterassoUmidificatoreStiratura e cucitoFerro da stiroFerro da stiro con caldaiaMacchina da cucirePrima InfanziaBaby monitorCuocipappaPasseggino gemellarePasseggino leggeroPasseggino trioScaldabiberonSeggiolino autoGrandi elettrodomesticiLavatriceCucinaBevandeBollitoreCentrifugaEstrattore di succoMacchina da caffèMacchina da caffè a capsuleMacchina da caffè automaticaCotturaFornetto elettricoForno a microondeFriggitrice ad ariaRobot da cucina multifunzionePreparazione cibiFrullatoreFrullatore ad immersioneImpastatriceMacchina del paneRobot da cucinaTostapaneVaporieraPer conservareMacchina sottovuotoCura della personaCapelliArricciacapelliAsciugacapelliPiastra per capelliTagliacapelliRasatura & EpilazioneEpilatoreEpilatore a luce pulsataRasoio elettricoRegolabarbaCura della pelleSpazzola pulizia visoIgiene oraleSpazzolino elettricoBenessere & SportAerosolMisuratore di pressioneSaturimetroTempo liberoActivity trackerCardiofrequenzimetroCycletteTapis roulantTrolleyElettronicaAudio & videoAction camCasse bluetoothProiettoreTelecamera di sorveglianzaInformaticaEbook readerMonitorNotebookScannerStampanteStampante multifunzioneTabletCuffie e auricolariAuricolari BluetoothCuffie BluetoothAutoNavigatoreFai da teUtensiliAvvitatoreCompressoreSega circolareTrapanoTrapano avvitatoreGiardinoDecespugliatoreIdropulitriceTagliaerba 13 maggio 2019 redazione 0

Tra i colossi italiani, Ferrovie italiane è uno di quelli che sta dando grosse soddisfazioni, con ottimi numeri dalla sua parte e anche piani... Fs ha un ambizioso piano industriale, ma non vi compare Alitalia

Tra i colossi italiani, Ferrovie italiane è uno di quelli che sta dando grosse soddisfazioni, con ottimi numeri dalla sua parte e anche piani ambiziosi per il prossimo futuro, con ingenti investimenti in programma.

Nelle scorse ore è stato infatti presentato il piano industriale 2019-2023, che dovrebbe contribuire a un aumento annuo del Pil tra lo 0,7% e lo 0,9%, creando 120mila nuovi posti di lavoro complessivi, incluse le 12mila assunzioni dirette.

Nel piano ci sono 42 miliardi di investimenti per infrastrutture, 12 miliardi per nuovi treni e bus, 2 miliardi per metro, 2 miliardi per altre tecnologie.

Un impegno record, il valore non è mai stato così alto, che conferma il gruppo ferroviario quale primo investitore in Italia con punte fino a 13 miliardi all’anno (+75% contro i 7,5% miliardi del 2018). I ricavi raggiungeranno nel 2023 i 16,9 miliardi e l’utile netto arriverà a 800 milioni.

“Il piano industriale poggia su basi solide, riflesse sui conti dell’azienda e sui numeri molto positivi del 2018”, ha spiegato Gianluigi Castelli, presidente di Ferrovie dello Stato. “Abbiamo scelto questo periodo per cogliere le  logiche di lungo periodo che caratterizzano le nostre scelte, ma siamo consapevoli dello scenario. C’è stato il decisivo coinvolgimento di tutte le società del gruppo, è un ampio di ampio respiro e rapida efficacia”, ha aggiunto.

C’è però un grande assente: Alitalia, dopo mesi di inutile attesa e rinvii dello stesso piano, non appare nel progetto quinquennale preparato e presentato.

Per Ferrovie il tempo per stringere con Delta e altri soci scade il 15 giugno anche se c’è comunque la possibilità di limare in corsa il piano industriale includendo Alitalia: che persino Fs abbia alla fine deciso di tirarsi indietro?

No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *