Bollette a 28 giorni, a breve dovrebbero partire i rimborsi Bollette a 28 giorni, a breve dovrebbero partire i rimborsi

Bollette a 28 giorni, a breve dovrebbero partire i rimborsi

UncategorizedBusinessHardwareNewsSocialSoftwareVideoBrowserHostingTechInternetSistemi OperativiAntivirus & AntiSpywareWordpressAdslVideoGameTelefoniaEconomiaSalutePromoCasa & famigliaPuliziaAspirapolvereRobot aspirapolvereScopa elettricaCasaDeumidificatoreMaterassoUmidificatoreStiratura e cucitoFerro da stiroFerro da stiro con caldaiaMacchina da cucirePrima InfanziaBaby monitorCuocipappaPasseggino gemellarePasseggino leggeroPasseggino trioScaldabiberonSeggiolino autoGrandi elettrodomesticiLavatriceCucinaBevandeBollitoreCentrifugaEstrattore di succoMacchina da caffèMacchina da caffè a capsuleMacchina da caffè automaticaCotturaFornetto elettricoForno a microondeFriggitrice ad ariaRobot da cucina multifunzionePreparazione cibiFrullatoreFrullatore ad immersioneImpastatriceMacchina del paneRobot da cucinaTostapaneVaporieraPer conservareMacchina sottovuotoCura della personaCapelliArricciacapelliAsciugacapelliPiastra per capelliTagliacapelliRasatura & EpilazioneEpilatoreEpilatore a luce pulsataRasoio elettricoRegolabarbaCura della pelleSpazzola pulizia visoIgiene oraleSpazzolino elettricoBenessere & SportAerosolMisuratore di pressioneSaturimetroTempo liberoActivity trackerCardiofrequenzimetroCycletteTapis roulantTrolleyElettronicaAudio & videoAction camCasse bluetoothProiettoreTelecamera di sorveglianzaInformaticaEbook readerMonitorNotebookScannerStampanteStampante multifunzioneTabletCuffie e auricolariAuricolari BluetoothCuffie BluetoothAutoNavigatoreFai da teUtensiliAvvitatoreCompressoreSega circolareTrapanoTrapano avvitatoreGiardinoDecespugliatoreIdropulitriceTagliaerba 24 maggio 2019 redazione 0

Vi ricordate la spinosa questione della fatturazione delle bollette telefoniche a 28 giorni? Anche noi ne abbiamo parlato più volte: i gestori mobili nostrani... Bollette a 28 giorni, a breve dovrebbero partire i rimborsi

Vi ricordate la spinosa questione della fatturazione delle bollette telefoniche a 28 giorni?

Anche noi ne abbiamo parlato più volte: i gestori mobili nostrani avevano arbitrariamente deciso di fissare la fatturazione da mensile a 28 giorni, riuscendo a guadagnare in un anno addirittura una mensilità in più.

Grazie all’intervento dell’Antitrust e delle varie associazioni a tutela, le stesse compagnie erano state costrette a ritornare sui propri passi, con l’obbligo di restituire quanto indebitamente percepito.

Ed è proprio questa seconda questione che sarebbe in via di soluzione: il Consiglio di Stato ha infatti respinto la sospensiva richiesta da Vodafone, Wind Tre e Fastweb e ha suggerito alle società di predisporre un «piano di storno scaglionato» in attesa dell’udienza di merito fissata per il prossimo 4 luglio.

Le cifre da restituire ai consumatori riguardano il periodo compreso fra giugno 2017 e i primi di aprile 2018. L’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni ha stabilito con una delibera che i rimborsi, sotto forma di giorni erosi o di altre compensazioni alternative autorizzate dalla stessa Agcom, dovevano arrivare entro il 31 dicembre 2018, termine poi spostato al 31 marzo 2019 e infine prorogato a maggio.

Ora quindi che l’ennesima richiesta delle compagnie è stata respinta, forse finalmente i consumatori rivedranno quanto indebitamente versato.

Anche se Codacons è ancora scettico e per questo invita le aziende telefoniche «ad arrendersi e ad abbandonare la strada dei ricorsi», riconoscendo gli indennizzi agli utenti così come stabilito dall’Agcom.

No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *