Ibm, massicci licenziamenti negli Stati Uniti Ibm, massicci licenziamenti negli Stati Uniti

Ibm, massicci licenziamenti negli Stati Uniti

UncategorizedBusinessHardwareNewsSocialSoftwareVideoBrowserHostingTechInternetSistemi OperativiAntivirus & AntiSpywareWordpressAdslVideoGameTelefoniaEconomiaSalutePromoCasa & famigliaPuliziaAspirapolvereRobot aspirapolvereScopa elettricaCasaDeumidificatoreMaterassoUmidificatoreStiratura e cucitoFerro da stiroFerro da stiro con caldaiaMacchina da cucirePrima InfanziaBaby monitorCuocipappaPasseggino gemellarePasseggino leggeroPasseggino trioScaldabiberonSeggiolino autoGrandi elettrodomesticiLavatriceCucinaBevandeBollitoreCentrifugaEstrattore di succoMacchina da caffèMacchina da caffè a capsuleMacchina da caffè automaticaCotturaFornetto elettricoForno a microondeFriggitrice ad ariaRobot da cucina multifunzionePreparazione cibiFrullatoreFrullatore ad immersioneImpastatriceMacchina del paneRobot da cucinaTostapaneVaporieraPer conservareMacchina sottovuotoCura della personaCapelliArricciacapelliAsciugacapelliPiastra per capelliTagliacapelliRasatura & EpilazioneEpilatoreEpilatore a luce pulsataRasoio elettricoRegolabarbaCura della pelleSpazzola pulizia visoIgiene oraleSpazzolino elettricoBenessere & SportAerosolMisuratore di pressioneSaturimetroTempo liberoActivity trackerCardiofrequenzimetroCycletteTapis roulantTrolleyElettronicaAudio & videoAction camCasse bluetoothProiettoreTelecamera di sorveglianzaInformaticaEbook readerMonitorNotebookScannerStampanteStampante multifunzioneTabletCuffie e auricolariAuricolari BluetoothCuffie BluetoothAutoNavigatoreFai da teUtensiliAvvitatoreCompressoreSega circolareTrapanoTrapano avvitatoreGiardinoDecespugliatoreIdropulitriceTagliaerba 11 giugno 2019 redazione 0

Colosso americano operante a livello mondiale, Ibm produce e commercializza hardware e software e servizi informatici, offre infrastrutture, servizi di hosting, servizi di cloud computing, intelligenza artificiale, consulenza nel... Ibm, massicci licenziamenti negli Stati Uniti

Colosso americano operante a livello mondiale, Ibm produce e commercializza hardware e software e servizi informatici, offre infrastrutture, servizi di hosting, servizi di cloud computing, intelligenza artificiale, consulenza nel settore informatico e strategico e soprattutto è uno dei cosiddetti big player nel mondo delle piattaforme cloud.

Questo fa capire su quanti dipendenti può contare e a quante famiglie riesce ad assicurare uno stipendio, ma purtroppo c’è una brutta notizia: Ibm è pronta a tagliare 1.700 posti di lavoro, nell’ottica di un’ottimizzazione dei costi che seguirà un’acquisizione importante che dovrebbe essere finalizzata a breve.

Ibm, che ha visto crescere il valore delle sue azioni del 16% dall’inizio dell’anno, è infatti impegnata nell’acquisizione da 34 miliardi di dollari di Red Hat, un colosso del software nella forma dell’ open source.

Il sito di Ibm continua però a mostrare 7.700 posizioni aperte, segnalando così la ricerca di nuove figure professionali in linea con i nuovi compiti. In tutto Ibm ha più d 340.000 dipendenti, mentre Red Had ne ha circa 13.300.

“Continuiamo a riposizionare il nostro team in linea col nostro focus su segmenti ad alto valore del mercato It e continuiamo anche ad assumere a ritmi aggressivi in aree cruciali che producono valore per i nostri clienti e per Ibm”, ha indicato un portavoce alla testata americana Cnbc.

No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *