Nasa svela il costo del turismo spaziale Nasa svela il costo del turismo spaziale

Nasa svela il costo del turismo spaziale

UncategorizedBusinessHardwareNewsSocialSoftwareVideoBrowserHostingTechInternetSistemi OperativiAntivirus & AntiSpywareWordpressAdslVideoGameTelefoniaEconomiaSalutePromoCasa & famigliaPuliziaAspirapolvereRobot aspirapolvereScopa elettricaCasaDeumidificatoreMaterassoUmidificatoreStiratura e cucitoFerro da stiroFerro da stiro con caldaiaMacchina da cucirePrima InfanziaBaby monitorCuocipappaPasseggino gemellarePasseggino leggeroPasseggino trioScaldabiberonSeggiolino autoGrandi elettrodomesticiLavatriceCucinaBevandeBollitoreCentrifugaEstrattore di succoMacchina da caffèMacchina da caffè a capsuleMacchina da caffè automaticaCotturaFornetto elettricoForno a microondeFriggitrice ad ariaRobot da cucina multifunzionePreparazione cibiFrullatoreFrullatore ad immersioneImpastatriceMacchina del paneRobot da cucinaTostapaneVaporieraPer conservareMacchina sottovuotoCura della personaCapelliArricciacapelliAsciugacapelliPiastra per capelliTagliacapelliRasatura & EpilazioneEpilatoreEpilatore a luce pulsataRasoio elettricoRegolabarbaCura della pelleSpazzola pulizia visoIgiene oraleSpazzolino elettricoBenessere & SportAerosolMisuratore di pressioneSaturimetroTempo liberoActivity trackerCardiofrequenzimetroCycletteTapis roulantTrolleyElettronicaAudio & videoAction camCasse bluetoothProiettoreTelecamera di sorveglianzaInformaticaEbook readerMonitorNotebookScannerStampanteStampante multifunzioneTabletCuffie e auricolariAuricolari BluetoothCuffie BluetoothAutoNavigatoreFai da teUtensiliAvvitatoreCompressoreSega circolareTrapanoTrapano avvitatoreGiardinoDecespugliatoreIdropulitriceTagliaerba 11 giugno 2019 redazione 0

Nei film di fantascienza si vede che un giorno, che potrà essere da 50 anni o tra 500, ognuno di noi avrà una navicella... Nasa svela il costo del turismo spaziale

Nei film di fantascienza si vede che un giorno, che potrà essere da 50 anni o tra 500, ognuno di noi avrà una navicella invece dell’automobile, e chissà che non verrà implementato addirittura il teletrasporto, per eliminare ogni distanza spazio-temporale.

Ma nel frattempo, prima di arrivare a certi traguardi, si dovrà procedere gradatamente, partendo dai viaggi spaziali che di certo non avranno un prezzo accessibile a tutti.

La Nasa proprio nelle scorse ore ha annunciato la decisione di aprire la Stazione spaziale internazionale ai privati già dal prossimo anno.

La stazione orbitante attorno alla Terra diventerà così l’albergo più esclusivo del mondo, perché per ogni notte si dovranno pagare poco meno di 35mila dollari. Ma quello annunciato dalla Nasa non è l’inizio dell’era del turismo spaziale.

La Bigelow Aerospace del Nevada ha già in preparazione 4 viaggi per 4 passeggeri. Vettori per il volo le tecnologie della Space X di Elon Musk.

L’agenzia americana apre però le porte anche ad un utilizzo commerciale della stazione, pubblicando un vero e proprio tariffario per l’ingresso all’interno degli spazi posizionati nell’orbita bassa della Terra. Per quanto riguarda le merci, un trasporto cargo verso lo spazio costerà un minimo di 3.000 dollari al chilogrammo, la distruzione delle merci richiederà altri 3.000 dollari al chilogrammo e il ritorno degli oggetti sulla Terra costerà 6.000 dollari al chilogrammo.

Per garantire un mercato competitivo, la Nasa inizialmente metterà a disposizione il cinque percento dell’assegnazione annuale delle risorse dell’equipaggio e della capacità di carico dell’agenzia, incluse 90 ore di tempo di equipaggio e 175 kg di capacità di lancio del carico, ma limiterà l’importo fornito a qualsiasi compagnia.

No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *