Fisco, oggi è il lunedì nero delle tasse Fisco, oggi è il lunedì nero delle tasse

Fisco, oggi è il lunedì nero delle tasse

UncategorizedBusinessHardwareNewsSocialSoftwareVideoBrowserHostingTechInternetSistemi OperativiAntivirus & AntiSpywareWordpressAdslVideoGameTelefoniaEconomiaSalutePromoCasa & famigliaPuliziaAspirapolvereRobot aspirapolvereScopa elettricaCasaDeumidificatoreMaterassoUmidificatoreStiratura e cucitoFerro da stiroFerro da stiro con caldaiaMacchina da cucirePrima InfanziaBaby monitorCuocipappaPasseggino gemellarePasseggino leggeroPasseggino trioScaldabiberonSeggiolino autoGrandi elettrodomesticiLavatriceCucinaBevandeBollitoreCentrifugaEstrattore di succoMacchina da caffèMacchina da caffè a capsuleMacchina da caffè automaticaCotturaFornetto elettricoForno a microondeFriggitrice ad ariaRobot da cucina multifunzionePreparazione cibiFrullatoreFrullatore ad immersioneImpastatriceMacchina del paneRobot da cucinaTostapaneVaporieraPer conservareMacchina sottovuotoCura della personaCapelliArricciacapelliAsciugacapelliPiastra per capelliTagliacapelliRasatura & EpilazioneEpilatoreEpilatore a luce pulsataRasoio elettricoRegolabarbaCura della pelleSpazzola pulizia visoIgiene oraleSpazzolino elettricoBenessere & SportAerosolMisuratore di pressioneSaturimetroTempo liberoActivity trackerCardiofrequenzimetroCycletteTapis roulantTrolleyElettronicaAudio & videoAction camCasse bluetoothProiettoreTelecamera di sorveglianzaInformaticaEbook readerMonitorNotebookScannerStampanteStampante multifunzioneTabletCuffie e auricolariAuricolari BluetoothCuffie BluetoothAutoNavigatoreFai da teUtensiliAvvitatoreCompressoreSega circolareTrapanoTrapano avvitatoreGiardinoDecespugliatoreIdropulitriceTagliaerba 17 giugno 2019 redazione 0

Il lunedì non è mai semplice, se non altro perché si è costretti, volenti e nolenti, a programmare la sveglia presto al mattino per... Fisco, oggi è il lunedì nero delle tasse

Il lunedì non è mai semplice, se non altro perché si è costretti, volenti e nolenti, a programmare la sveglia presto al mattino per andare a scuola, dopo magari un fine settimana dedicato al riposo e al relax.

Ma questo lunedì sarà per gli italiani ancora più complicato del solito, perché ci si troverà anche con i portafogli più leggeri: oggi, infatti, 17 giugno scatta la stangata per imprese e famiglie con un versamento nelle casse dello Stato di 32,6 miliardi di euro.

Come ricorda la Cgia, entro oggi gli imprenditori dovranno versare le ritenute Irpef dei dipendenti e dei collaboratori (12 miliardi). Inoltre, le famiglie e le aziende dovranno pagare l’Imu e la Tasi sulle case e gli immobili strumentali (9,9 miliardi di euro).

Ma ce n’è anche per industriali, commercianti, artigiani e lavoratori autonomi a cui tocca versare l’Iva allo Stato (9,8 miliardi) e, infine, si dovranno pagare le ritenute Irpef trattenute sui compensi dei lavoratori autonomi (935 milioni di euro). Insomma una vera e propria mazzata sulle tasche delle famiglie italiane a pochi giorni dalla ferie estive.

“Oltre ad avere una pressione fiscale tra le più elevate d’Europa – sottolinea il coordinatore dell’Ufficio studi Paolo Zabeo – in Italia è estremamente difficile anche pagare le tasse”.

“Con una tassazione inferiore e più semplice – aggiunge il segretario Renato Mason – anche l’Amministrazione finanziaria potrebbe lavorare meglio ed essere più efficace. La selva di leggi, decreti e circolari esplicative presenti nel nostro ordinamento tributario, invece, complica la vita a tutti, relegandoci tra il gruppo di paesi meno attrattivi per gli investitori stranieri anche per questo motivo”.

No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *