Tim vuole a tutti i costi la fusione con Open Fiber Tim vuole a tutti i costi la fusione con Open Fiber

Tim vuole a tutti i costi la fusione con Open Fiber

UncategorizedBusinessHardwareNewsSocialSoftwareVideoBrowserHostingTechInternetSistemi OperativiAntivirus & AntiSpywareWordpressAdslVideoGameTelefoniaEconomiaSalutePromoCasa & famigliaPuliziaAspirapolvereRobot aspirapolvereScopa elettricaCasaDeumidificatoreMaterassoUmidificatoreStiratura e cucitoFerro da stiroFerro da stiro con caldaiaMacchina da cucirePrima InfanziaBaby monitorCuocipappaPasseggino gemellarePasseggino leggeroPasseggino trioScaldabiberonSeggiolino autoGrandi elettrodomesticiLavatriceCucinaBevandeBollitoreCentrifugaEstrattore di succoMacchina da caffèMacchina da caffè a capsuleMacchina da caffè automaticaCotturaFornetto elettricoForno a microondeFriggitrice ad ariaRobot da cucina multifunzionePreparazione cibiFrullatoreFrullatore ad immersioneImpastatriceMacchina del paneRobot da cucinaTostapaneVaporieraPer conservareMacchina sottovuotoCura della personaCapelliArricciacapelliAsciugacapelliPiastra per capelliTagliacapelliRasatura & EpilazioneEpilatoreEpilatore a luce pulsataRasoio elettricoRegolabarbaCura della pelleSpazzola pulizia visoIgiene oraleSpazzolino elettricoBenessere & SportAerosolMisuratore di pressioneSaturimetroTempo liberoActivity trackerCardiofrequenzimetroCycletteTapis roulantTrolleyElettronicaAudio & videoAction camCasse bluetoothProiettoreTelecamera di sorveglianzaInformaticaEbook readerMonitorNotebookScannerStampanteStampante multifunzioneTabletCuffie e auricolariAuricolari BluetoothCuffie BluetoothAutoNavigatoreFai da teUtensiliAvvitatoreCompressoreSega circolareTrapanoTrapano avvitatoreGiardinoDecespugliatoreIdropulitriceTagliaerba 24 giugno 2019 redazione 0

La voce era nell’aria già da qualche settimana, e fin dal primo momento non sembrava infondata, ma solo in queste ore è arrivata l’ufficialità:... Tim vuole a tutti i costi la fusione con Open Fiber

La voce era nell’aria già da qualche settimana, e fin dal primo momento non sembrava infondata, ma solo in queste ore è arrivata l’ufficialità: Tim vuole a tutti i costi la fusione con Open Fiber.

A confermare le indiscrezioni un comunicato ufficiale dell’operatore sullo stato della trattativa. Secondo la nota ufficiale, infatti, TIM ha sottoscritto con Cassa Depositi e Prestiti ed Enel un “accordo di confidenzialità volto ad avviare un confronto finalizzato a valutare possibili forme di integrazione delle reti in fibra ottica di TIM e Open Fiber, anche attraverso operazioni societarie”.

Non c’è più in ballo lo scorporo della rete Tim, ossia di tutta la rete. Il cerchio dell’operazione si sta stringendo sulla fibra. L’obiettivo del confronto – si legge sempre sulla nota – “è di verificare la fattibilità dell’operazione, le relative modalità ed il perimetro di attività oggetto di un possibile accordo, in funzione della volontà delle parti e del quadro normativo e regolatorio di riferimento”.

L’operazione sarebbe importante non solo per l’unificazione delle due reti in fibra, ma anche perché riporterebbe TIM in mani italiane. Cassa Depositi e Prestiti, che a oggi possiede il 9,89% delle azioni, diventerebbe infatti il primo azionista di Telecom Italia superando le quote della francese Vivendi.

Di più, ad oggi, non è dato sapere e bisognerà aspettare il consiglio di amministrazione di Telecom Italia convocato per il 1 agosto.

No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *