Diesel, calo delle vendite fa perdere migliaia di posti di lavoro Diesel, calo delle vendite fa perdere migliaia di posti di lavoro

Diesel, calo delle vendite fa perdere migliaia di posti di lavoro

UncategorizedBusinessHardwareNewsSocialSoftwareVideoBrowserHostingTechInternetSistemi OperativiAntivirus & AntiSpywareWordpressAdslVideoGameTelefoniaEconomiaSalutePromoCasa & famigliaPuliziaAspirapolvereRobot aspirapolvereScopa elettricaCasaDeumidificatoreMaterassoUmidificatoreStiratura e cucitoFerro da stiroFerro da stiro con caldaiaMacchina da cucirePrima InfanziaBaby monitorCuocipappaPasseggino gemellarePasseggino leggeroPasseggino trioScaldabiberonSeggiolino autoGrandi elettrodomesticiLavatriceCucinaBevandeBollitoreCentrifugaEstrattore di succoMacchina da caffèMacchina da caffè a capsuleMacchina da caffè automaticaCotturaFornetto elettricoForno a microondeFriggitrice ad ariaRobot da cucina multifunzionePreparazione cibiFrullatoreFrullatore ad immersioneImpastatriceMacchina del paneRobot da cucinaTostapaneVaporieraPer conservareMacchina sottovuotoCura della personaCapelliArricciacapelliAsciugacapelliPiastra per capelliTagliacapelliRasatura & EpilazioneEpilatoreEpilatore a luce pulsataRasoio elettricoRegolabarbaCura della pelleSpazzola pulizia visoIgiene oraleSpazzolino elettricoBenessere & SportAerosolMisuratore di pressioneSaturimetroTempo liberoActivity trackerCardiofrequenzimetroCycletteTapis roulantTrolleyElettronicaAudio & videoAction camCasse bluetoothProiettoreTelecamera di sorveglianzaInformaticaEbook readerMonitorNotebookScannerStampanteStampante multifunzioneTabletCuffie e auricolariAuricolari BluetoothCuffie BluetoothAutoNavigatoreFai da teUtensiliAvvitatoreCompressoreSega circolareTrapanoTrapano avvitatoreGiardinoDecespugliatoreIdropulitriceTagliaerba 25 giugno 2019 redazione 0

Da mesi ormai tutti i grandi colossi del settore automobilistico stanno puntando sulla mobilità elettrica, convinti che questa sia la meno inquinante e quindi... Diesel, calo delle vendite fa perdere migliaia di posti di lavoro

Da mesi ormai tutti i grandi colossi del settore automobilistico stanno puntando sulla mobilità elettrica, convinti che questa sia la meno inquinante e quindi la più eco-sostenibile.

Gli studi del settore non sono tutti concordi su questo, dato che secondo recenti studi sulle brevi e medie distanze è il diesel la scelta migliore, eppure proprio il diesel sta vivendo un periodo particolare di crisi.

Preoccupata proprio del continuo calo delle vendite dei modelli diesel, Bosch lancia l’allarme, attraverso Gerhard Dambach, AD di Bosch Italia, sulle conseguenze che potrebbero derivare da una perdurante crisi commerciale di questa tecnologia: “sono a rischio, tra collaboratori e indotto delle varie aziende che operano nel nostro Paese nel settore diesel, oltre 150mila posti di lavoro ”.

Secondo Dambach le vetture completamente elettriche iniziano ad essere convenienti solo dopo aver percorso almeno 90mila km, ma nessuno usa o può usare la propria macchina su queste distanze.

La campagna contro i motori diesel è “una guerra ideologica che crea allarmismi per acquisire vantaggi competitivi” e danneggia l’automotive europeo, rincara la dose l’Unione Petrolifera. “Gli errori gravi da parte di una parte di industria europea, sia chiaro, ci sono stati”, dice il presidente Claudio Spinaci durante l’assemblea di Up, ma la guerra al diesel è “insensata” soprattutto “alla luce delle nuove innovazioni e ha anche profonde spinte commerciali. I motori diesel più recenti – dice – hanno dimostrato di aver eliminato quasi del tutto le emissioni inquinanti e restano molto efficienti per il contenimento delle emissioni di CO2, se misurate sull’ intero ciclo di vita”.

“Entro il 2050 – promette Spinaci – grazie alla sinergia fra diverse materie prime e nuovi processi produttivi, la nostra filiera sarà in grado di abbattere fino all’80-90% le emissioni di agenti clima alteranti entro il 2050”.

No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *