Apple premia profumatamente chi trova bug negli iPhone Apple premia profumatamente chi trova bug negli iPhone

Apple premia profumatamente chi trova bug negli iPhone

UncategorizedBusinessHardwareNewsSocialSoftwareVideoBrowserHostingTechInternetSistemi OperativiAntivirus & AntiSpywareWordpressAdslVideoGameTelefoniaEconomiaSalutePromoCasa & famigliaPuliziaAspirapolvereRobot aspirapolvereScopa elettricaCasaDeumidificatoreMaterassoUmidificatoreStiratura e cucitoFerro da stiroFerro da stiro con caldaiaMacchina da cucirePrima InfanziaBaby monitorCuocipappaPasseggino gemellarePasseggino leggeroPasseggino trioScaldabiberonSeggiolino autoGrandi elettrodomesticiLavatriceCucinaBevandeBollitoreCentrifugaEstrattore di succoMacchina da caffèMacchina da caffè a capsuleMacchina da caffè automaticaCotturaFornetto elettricoForno a microondeFriggitrice ad ariaRobot da cucina multifunzionePreparazione cibiFrullatoreFrullatore ad immersioneImpastatriceMacchina del paneRobot da cucinaTostapaneVaporieraPer conservareMacchina sottovuotoCura della personaCapelliArricciacapelliAsciugacapelliPiastra per capelliTagliacapelliRasatura & EpilazioneEpilatoreEpilatore a luce pulsataRasoio elettricoRegolabarbaCura della pelleSpazzola pulizia visoIgiene oraleSpazzolino elettricoBenessere & SportAerosolMisuratore di pressioneSaturimetroTempo liberoActivity trackerCardiofrequenzimetroCycletteTapis roulantTrolleyElettronicaAudio & videoAction camCasse bluetoothProiettoreTelecamera di sorveglianzaInformaticaEbook readerMonitorNotebookScannerStampanteStampante multifunzioneTabletCuffie e auricolariAuricolari BluetoothCuffie BluetoothAutoNavigatoreFai da teUtensiliAvvitatoreCompressoreSega circolareTrapanoTrapano avvitatoreGiardinoDecespugliatoreIdropulitriceTagliaerba 12 agosto 2019 redazione 0

Per la prima volta nella sua storia Apple ha dovuto fare i conti con un calo nella domanda e quindi nelle vendite, a cui... Apple premia profumatamente chi trova bug negli iPhone

Per la prima volta nella sua storia Apple ha dovuto fare i conti con un calo nella domanda e quindi nelle vendite, a cui non  era abituata: colpa del mercato nel suo complesso, che ormai è saturo.

Più nello specifico, tra un device e quello successivo ormai non ci sono più differenze tecniche o estetiche così marcate da spingere l’utente medio ad acquistare un nuovo dispositivo, fatto questo che inevitabilmente influisce sulle vendite, soprattutto di quei marchi particolarmente costosi come Apple.

Ma almeno Apple vuole continuare a fregiarsi dell’infallibilità dei suoi dispositivi, che finora sono stati obiettivamente i più sicuri al mondo, ed è per questo che ha lanciato  una nuova iniziativa.

Nello specifico, la mela morsicata ??ha annunciato ??l’avvio di un nuovo programma per scovare i bug, e che quindi pagherà fino a 1 milione di dollari a chi contribuirà a individuare e divulgare falle di sicurezza in macOS, tvOS, watchOS e iCloud.

Il colosso di Cupertino ha poi aggiunto che fornirà ai ricercatori di sicurezza di speciali iPhone per aiutarli a scoprire i bug prima degli hacker.

La ricompensa da un milione sarà riconosciuta ai ricercatori in grado di scoprire e forzare un bug legato al kernel dei sistemi operativi, sfruttabile in modo malevolo senza richiedere alcun tipo di interazione attiva da parte dell’utente. Per chi invece scoprirà una falla tale da consentire un attacco via network la somma sarà di 500.000 dollari.

Finora si erano toccati i 200.000 dollari per le segnalazioni di bug a cui poter poi porre rimedio con gli aggiornamenti.

Ivan Krsti?, a capo del team di ingegneri al lavoro sulla sicurezza di iOS e macOS, ha ufficializzato che dal lancio del programma avvenuto nel 2016 sono già state raccolte segnalazione su circa 50 vulnerabilità ritenute serie.

No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *