Bankitalia purtroppo segnala un nuovo record del debito pubblico Bankitalia purtroppo segnala un nuovo record del debito pubblico

Bankitalia purtroppo segnala un nuovo record del debito pubblico

UncategorizedBusinessHardwareNewsSocialSoftwareVideoBrowserHostingTechInternetSistemi OperativiAntivirus & AntiSpywareWordpressAdslVideoGameTelefoniaEconomiaSalutePromoCasa & famigliaPuliziaAspirapolvereRobot aspirapolvereScopa elettricaCasaDeumidificatoreMaterassoUmidificatoreStiratura e cucitoFerro da stiroFerro da stiro con caldaiaMacchina da cucirePrima InfanziaBaby monitorCuocipappaPasseggino gemellarePasseggino leggeroPasseggino trioScaldabiberonSeggiolino autoGrandi elettrodomesticiLavatriceCucinaBevandeBollitoreCentrifugaEstrattore di succoMacchina da caffèMacchina da caffè a capsuleMacchina da caffè automaticaCotturaFornetto elettricoForno a microondeFriggitrice ad ariaRobot da cucina multifunzionePreparazione cibiFrullatoreFrullatore ad immersioneImpastatriceMacchina del paneRobot da cucinaTostapaneVaporieraPer conservareMacchina sottovuotoCura della personaCapelliArricciacapelliAsciugacapelliPiastra per capelliTagliacapelliRasatura & EpilazioneEpilatoreEpilatore a luce pulsataRasoio elettricoRegolabarbaCura della pelleSpazzola pulizia visoIgiene oraleSpazzolino elettricoBenessere & SportAerosolMisuratore di pressioneSaturimetroTempo liberoActivity trackerCardiofrequenzimetroCycletteTapis roulantTrolleyElettronicaAudio & videoAction camCasse bluetoothProiettoreTelecamera di sorveglianzaInformaticaEbook readerMonitorNotebookScannerStampanteStampante multifunzioneTabletCuffie e auricolariAuricolari BluetoothCuffie BluetoothAutoNavigatoreFai da teUtensiliAvvitatoreCompressoreSega circolareTrapanoTrapano avvitatoreGiardinoDecespugliatoreIdropulitriceTagliaerba 16 agosto 2019 redazione 0

I nostri governanti continuano a giocare con il fuoco: per quella che sembra solamente smania di potere personale stanno nuovamente mettendo a repentaglio la... Bankitalia purtroppo segnala un nuovo record del debito pubblico

I nostri governanti continuano a giocare con il fuoco: per quella che sembra solamente smania di potere personale stanno nuovamente mettendo a repentaglio la stabilità governativa del nostro paese, cercando di far cadere l’ennesimo governo.

Eppure di tutto avremmo bisogno tranne che di questo, dato che lo spettro della recessione non è affatto lontano, e per di più le prospettive future non sono affatto rosee.

E proprio in queste ore Bankitalia ha diffuso l’ennesimo dato negativo:  il debito pubblico italiano mette a segno a giugno un nuovo record e raggiunge i 2386,2 miliardi di euro,  un livello mai toccato prima che supera il record di aprile (2.373,3 miliardi).

Il passivo delle amministrazioni pubbliche è aumentato di 21,5 miliardi rispetto al mese precedente per effetto quasi esclusivo dell’aumento delle disponibilità liquide del Tesoro, cresciute di 20,5 miliardi (a 67,7 miliardi; erano pari a 48,4 miliardi a giugno 2018), mentre l’effetto complessivo degli scarti e dei premi all’emissione e al rimborso, della rivalutazione dei titoli indicizzati all’inflazione e della variazione dei tassi di cambio  hanno aumentato il debito di 1,0 miliardi.

Ricordiamo che solo lo scorso 9 agosto Fitch ha confermato il rating dell’Italia a BBB, due gradini al di sopra del junk, con un outlook negativo che riflette l’alto livello del debito pubblico, una crescita debole e la crescente incertezza legata all’attuale dinamica politica.

No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *