Facebook si interessa ai nostri messaggi vocali Facebook si interessa ai nostri messaggi vocali

Facebook si interessa ai nostri messaggi vocali

UncategorizedBusinessHardwareNewsSocialSoftwareVideoBrowserHostingTechInternetSistemi OperativiAntivirus & AntiSpywareWordpressAdslVideoGameTelefoniaEconomiaSalutePromoCasa & famigliaPuliziaAspirapolvereRobot aspirapolvereScopa elettricaCasaDeumidificatoreMaterassoUmidificatoreStiratura e cucitoFerro da stiroFerro da stiro con caldaiaMacchina da cucirePrima InfanziaBaby monitorCuocipappaPasseggino gemellarePasseggino leggeroPasseggino trioScaldabiberonSeggiolino autoGrandi elettrodomesticiLavatriceCucinaBevandeBollitoreCentrifugaEstrattore di succoMacchina da caffèMacchina da caffè a capsuleMacchina da caffè automaticaCotturaFornetto elettricoForno a microondeFriggitrice ad ariaRobot da cucina multifunzionePreparazione cibiFrullatoreFrullatore ad immersioneImpastatriceMacchina del paneRobot da cucinaTostapaneVaporieraPer conservareMacchina sottovuotoCura della personaCapelliArricciacapelliAsciugacapelliPiastra per capelliTagliacapelliRasatura & EpilazioneEpilatoreEpilatore a luce pulsataRasoio elettricoRegolabarbaCura della pelleSpazzola pulizia visoIgiene oraleSpazzolino elettricoBenessere & SportAerosolMisuratore di pressioneSaturimetroTempo liberoActivity trackerCardiofrequenzimetroCycletteTapis roulantTrolleyElettronicaAudio & videoAction camCasse bluetoothProiettoreTelecamera di sorveglianzaInformaticaEbook readerMonitorNotebookScannerStampanteStampante multifunzioneTabletCuffie e auricolariAuricolari BluetoothCuffie BluetoothAutoNavigatoreFai da teUtensiliAvvitatoreCompressoreSega circolareTrapanoTrapano avvitatoreGiardinoDecespugliatoreIdropulitriceTagliaerba 16 agosto 2019 redazione 0

Quanti messaggi vocali mandiamo ogni giorno? Tanti, tantissimi, attraverso WhatsApp ma anche Messenger. In questi messaggi ci diciamo la qualunque, sovente senza filtri, perché... Facebook si interessa ai nostri messaggi vocali

Quanti messaggi vocali mandiamo ogni giorno? Tanti, tantissimi, attraverso WhatsApp ma anche Messenger.

In questi messaggi ci diciamo la qualunque, sovente senza filtri, perché siamo convinti che nessuno si possa interessare a quello che noi diciamo ad amici e parenti.

Ed invece, a sorpresa, è Facebook stesso che se ne interessa: secondo Bloomberg, l’azienda avrebbe pagato centinaia di collab

oratori esterni per ascoltare e trascrivere i messaggi vocali.

Un’accusa che sembrerebbe campata in aria, ed invece lo stesso social ha ammesso di aver trascritto i messaggi in passato, anche se poi ha anche dichiarato di aver già sospeso questo tipo di attività da settimane.

I dipendenti a contratto che hanno accettato questo lavoro e che hanno dato le loro testimonianze sotto anonimato per paura di perdere il lavoro, hanno raccontato che nessuno aveva spiegato loro quale fosse l‘origine dei messaggi vocali e nemmeno quale fosse per Facebook l’utilità dell’operazione.

La società ha comunque spiegato che lo scopo era verificare se l’intelligenza artificiale di Facebook interpretava correttamente i messaggi, che erano resi anonimi e che comunque gli utenti avevano dato il loro consenso selezionando le opzioni dell’app.

Per un tempo abbastanza ignoto, dunque, Facebook ha di fatto ascoltato le conversazioni dei suoi utenti. Ed è giusto ricordare che poco più di un anno fa, davanti al Congresso Usa, Mark Zuckerberg aveva negato questa possibilità.

No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *