Oro, continuano a crescere le sue quotazioni Oro, continuano a crescere le sue quotazioni

Oro, continuano a crescere le sue quotazioni

UncategorizedBusinessHardwareNewsSocialSoftwareVideoBrowserHostingTechInternetSistemi OperativiAntivirus & AntiSpywareWordpressAdslVideoGameTelefoniaEconomiaSalutePromoCasa & famigliaPuliziaAspirapolvereRobot aspirapolvereScopa elettricaCasaDeumidificatoreMaterassoUmidificatoreStiratura e cucitoFerro da stiroFerro da stiro con caldaiaMacchina da cucirePrima InfanziaBaby monitorCuocipappaPasseggino gemellarePasseggino leggeroPasseggino trioScaldabiberonSeggiolino autoGrandi elettrodomesticiLavatriceCucinaBevandeBollitoreCentrifugaEstrattore di succoMacchina da caffèMacchina da caffè a capsuleMacchina da caffè automaticaCotturaFornetto elettricoForno a microondeFriggitrice ad ariaRobot da cucina multifunzionePreparazione cibiFrullatoreFrullatore ad immersioneImpastatriceMacchina del paneRobot da cucinaTostapaneVaporieraPer conservareMacchina sottovuotoCura della personaCapelliArricciacapelliAsciugacapelliPiastra per capelliTagliacapelliRasatura & EpilazioneEpilatoreEpilatore a luce pulsataRasoio elettricoRegolabarbaCura della pelleSpazzola pulizia visoIgiene oraleSpazzolino elettricoBenessere & SportAerosolMisuratore di pressioneSaturimetroTempo liberoActivity trackerCardiofrequenzimetroCycletteTapis roulantTrolleyElettronicaAudio & videoAction camCasse bluetoothProiettoreTelecamera di sorveglianzaInformaticaEbook readerMonitorNotebookScannerStampanteStampante multifunzioneTabletCuffie e auricolariAuricolari BluetoothCuffie BluetoothAutoNavigatoreFai da teUtensiliAvvitatoreCompressoreSega circolareTrapanoTrapano avvitatoreGiardinoDecespugliatoreIdropulitriceTagliaerba 16 agosto 2019 redazione 0

Questo è un periodo a dir poco difficile per il cosiddetto “oro nero”, il petrolio:  a causa dei venti di recessione e dell’aumento a sorpresa delle... Oro, continuano a crescere le sue quotazioni

Questo è un periodo a dir poco difficile per il cosiddetto “oro nero”, il petrolio:  a causa dei venti di recessione e dell’aumento a sorpresa delle scorte, accentua infatti il trend negativo avviato nell’ultimo periodo.

Il boom della produzione di shale oil negli Stati Uniti ha continuato a scalfire gli sforzi per ridurre l’eccesso di offerta abbattendo i prezzi.

Va però decisamente meglio per l’oro “tradizionale”: le sue quotazioni sono in cosante crescita, e le prospettive futuro sembrano altrettanto rosee.

Incertezze e instabilità generalizzate sui mercati favoriscono infatti proprio l’oro, grazie alla sua natura di “bene rifugio”, portandolo a segnare una performance di +18% in dollari e +22% in Euro da inizio anno.

Più nello specifico, il metallo giallo sale dello 0,84% a 1.513 dollari l’oncia. Un rialzo che, in dollari, è pari all’8% da inizio mese e del 18,15% da inizio anno. Ancora superiore è il progresso del metallo prezioso in euro, pari al 21,4%.

Si tratta del più ampio incremento registrato negli ultimi 10 anni, che cade proprio alla vigilia del 48esimo anniversario di Bretton Woods, che segnò la rottura dell gold exchange standard, radicato sull’agganciamento del cambio alle riserve auree.

No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *