Autostrade perde Castellucci ma con una lauta buonuscita Autostrade perde Castellucci ma con una lauta buonuscita

Autostrade perde Castellucci ma con una lauta buonuscita

UncategorizedBusinessHardwareNewsSocialSoftwareVideoBrowserHostingTechInternetSistemi OperativiAntivirus & AntiSpywareWordpressAdslVideoGameTelefoniaEconomiaSalutePromoCasa & famigliaPuliziaAspirapolvereRobot aspirapolvereScopa elettricaCasaDeumidificatoreMaterassoUmidificatoreStiratura e cucitoFerro da stiroFerro da stiro con caldaiaMacchina da cucirePrima InfanziaBaby monitorCuocipappaPasseggino gemellarePasseggino leggeroPasseggino trioScaldabiberonSeggiolino autoGrandi elettrodomesticiLavatriceCucinaBevandeBollitoreCentrifugaEstrattore di succoMacchina da caffèMacchina da caffè a capsuleMacchina da caffè automaticaCotturaFornetto elettricoForno a microondeFriggitrice ad ariaRobot da cucina multifunzionePreparazione cibiFrullatoreFrullatore ad immersioneImpastatriceMacchina del paneRobot da cucinaTostapaneVaporieraPer conservareMacchina sottovuotoCura della personaCapelliArricciacapelliAsciugacapelliPiastra per capelliTagliacapelliRasatura & EpilazioneEpilatoreEpilatore a luce pulsataRasoio elettricoRegolabarbaCura della pelleSpazzola pulizia visoIgiene oraleSpazzolino elettricoBenessere & SportAerosolMisuratore di pressioneSaturimetroTempo liberoActivity trackerCardiofrequenzimetroCycletteTapis roulantTrolleyElettronicaAudio & videoAction camCasse bluetoothProiettoreTelecamera di sorveglianzaInformaticaEbook readerMonitorNotebookScannerStampanteStampante multifunzioneTabletCuffie e auricolariAuricolari BluetoothCuffie BluetoothAutoNavigatoreFai da teUtensiliAvvitatoreCompressoreSega circolareTrapanoTrapano avvitatoreGiardinoDecespugliatoreIdropulitriceTagliaerba 20 settembre 2019 redazione 0

Erano attese un po’ da tutte, ed infatti le sue dimissioni alla fine sono puntualmente arrivate: dopo 18 anni Giovanni Castellucci ha detto addio... Autostrade perde Castellucci ma con una lauta buonuscita

Erano attese un po’ da tutte, ed infatti le sue dimissioni alla fine sono puntualmente arrivate: dopo 18 anni Giovanni Castellucci ha detto addio ad Atlantia, la holding di riferimento della Società Autostrade, con una liquidazione di 13 milioni di euro.

Nello specifico, durante un consiglio di amministrazione durato ben cinque ore Castellucci ha comunicato la sua intenzione di dimettersi da amministratore delegato e direttore generale di Atlantia, società che controlla Autostrade per l’Italia e che ha deciso di voltare pagina dopo la bufera scatenata dagli sviluppi dell’inchiesta sul crollo del ponte Morandi a Genova e dalle nuove misure cautelari a carico di dipendenti delle controllate Aspi e Spea.

“Quella del ponte Morandi è una tragedia di cui noi tutti non ci facciamo umanamente una ragione e di cui i tecnici non si capacitano ancora”, ha poi raccontato al Corriere della Sera. “Nei prossimi mesi, con il secondo incidente probatorio, si proverà a capire le cause. E quanto queste siano collegate con gli importanti difetti e difformità di costruzione del Ponte che i tecnici hanno evidenziato. Di sicuro c’è che il Ponte era stato visto e studiato da tanti tecnici. E nessuno aveva evidenziato pericoli per la sicurezza dell’infrastruttura”.

E all’obiezione del quotidiano che osserva  come al crollo del Morandi si sommino ora anche gli sviluppi di una indagine bis sui monitoraggi di altri due ponti, l’ex dirigente di Atlantia osserva che si tratta di  “due dei nostri 1.943 ponti” e precisa che “sono stati già ristrutturati” per poi aggiungere che fa però “male leggere di registrazioni clandestine tra colleghi, jammers usati per riunioni tecniche, di forzature verbali su temi che potrebbero coinvolgere la sicurezza”.

No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *