Domino’s Pizza in crisi abbandona per quattro paesi Domino’s Pizza in crisi abbandona per quattro paesi

Domino’s Pizza in crisi abbandona per quattro paesi

UncategorizedBusinessHardwareNewsSocialSoftwareVideoBrowserHostingTechInternetSistemi OperativiAntivirus & AntiSpywareWordpressAdslVideoGameTelefoniaEconomiaSalutePromoCasa & famigliaPuliziaAspirapolvereRobot aspirapolvereScopa elettricaCasaDeumidificatoreMaterassoUmidificatoreStiratura e cucitoFerro da stiroFerro da stiro con caldaiaMacchina da cucirePrima InfanziaBaby monitorCuocipappaPasseggino gemellarePasseggino leggeroPasseggino trioScaldabiberonSeggiolino autoGrandi elettrodomesticiLavatriceCucinaBevandeBollitoreCentrifugaEstrattore di succoMacchina da caffèMacchina da caffè a capsuleMacchina da caffè automaticaCotturaFornetto elettricoForno a microondeFriggitrice ad ariaRobot da cucina multifunzionePreparazione cibiFrullatoreFrullatore ad immersioneImpastatriceMacchina del paneRobot da cucinaTostapaneVaporieraPer conservareMacchina sottovuotoCura della personaCapelliArricciacapelliAsciugacapelliPiastra per capelliTagliacapelliRasatura & EpilazioneEpilatoreEpilatore a luce pulsataRasoio elettricoRegolabarbaCura della pelleSpazzola pulizia visoIgiene oraleSpazzolino elettricoBenessere & SportAerosolMisuratore di pressioneSaturimetroTempo liberoActivity trackerCardiofrequenzimetroCycletteTapis roulantTrolleyElettronicaAudio & videoAction camCasse bluetoothProiettoreTelecamera di sorveglianzaInformaticaEbook readerMonitorNotebookScannerStampanteStampante multifunzioneTabletCuffie e auricolariAuricolari BluetoothCuffie BluetoothAutoNavigatoreFai da teUtensiliAvvitatoreCompressoreSega circolareTrapanoTrapano avvitatoreGiardinoDecespugliatoreIdropulitriceTagliaerba 18 ottobre 2019 bizup 0

Purtroppo per Domino’s Pizza, colosso nel settore della ristorazione, non è proprio un bel periodo, e come di consueto le conseguenze le pagheranno decine... Domino’s Pizza in crisi abbandona per quattro paesi

Purtroppo per Domino’s Pizza, colosso nel settore della ristorazione, non è proprio un bel periodo, e come di consueto le conseguenze le pagheranno decine di lavoratori che purtroppo perderanno il loro impiego.

Già a inizio mese i dati avevano disatteso le aspettative: la catena di ristoranti ha infatti annunciato una trimestrale deludente. Nel terzo trimestre l’utile per azione è cresciuto meno del previsto a 2,05 dollari da 1,95 dollari di un anno prima e contro i 2,07 dollari del consensus. I ricavi sono aumentati del 4,4% a 820,8 milioni contro gli 823,9 milioni del consensus. Le vendite “same-store” negli Stati Uniti sono cresciute del 2,4% contro il +2,8% del consensus.

Non mancano neppure i problemi legali: c’è infatti una causa in corso perché app e sito web non sono accessibili ai non vedenti.

Nello specifico, la Corte Suprema degli Stati Uniti ha respinto un appello di Domino’s Pizza, aprendo così la strada a una causa legale intentata da un non vedente che lamentava il fatto che sito web e app mobile della catena non erano fruibili dalle persone con disabilità.

E, dato che piove sempre sul bagnato,  la catena britannica di consegna di pizze a domicilio si ritirerà da quattro paesi, tra cui la Svizzera, dove conta 22 filiali e più di 450 impieghi a tempo pieno e parziale.

“Siamo giunti alla conclusione che non siamo i migliori proprietari di queste attività, anche se si tratta di mercati attrattivi”, ha spiegato il presidente della direzione David Wild.

La società britannica, un’azienda di franchising dell’omonimo gruppo americano, gestisce filiali in Svizzera, Norvegia, Islanda e Svezia – paesi da cui si ritira – ed è inoltre co-proprietaria di quella tedesca.

No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *