Telefonia, gli utenti della rete fissa in continuo calo Telefonia, gli utenti della rete fissa in continuo calo

Telefonia, gli utenti della rete fissa in continuo calo

UncategorizedBusinessHardwareNewsSocialSoftwareVideoBrowserHostingTechInternetSistemi OperativiAntivirus & AntiSpywareWordpressAdslVideoGameTelefoniaEconomiaSalutePromoCasa & famigliaPuliziaAspirapolvereRobot aspirapolvereScopa elettricaCasaDeumidificatoreMaterassoUmidificatoreStiratura e cucitoFerro da stiroFerro da stiro con caldaiaMacchina da cucirePrima InfanziaBaby monitorCuocipappaPasseggino gemellarePasseggino leggeroPasseggino trioScaldabiberonSeggiolino autoGrandi elettrodomesticiLavatriceCucinaBevandeBollitoreCentrifugaEstrattore di succoMacchina da caffèMacchina da caffè a capsuleMacchina da caffè automaticaCotturaFornetto elettricoForno a microondeFriggitrice ad ariaRobot da cucina multifunzionePreparazione cibiFrullatoreFrullatore ad immersioneImpastatriceMacchina del paneRobot da cucinaTostapaneVaporieraPer conservareMacchina sottovuotoCura della personaCapelliArricciacapelliAsciugacapelliPiastra per capelliTagliacapelliRasatura & EpilazioneEpilatoreEpilatore a luce pulsataRasoio elettricoRegolabarbaCura della pelleSpazzola pulizia visoIgiene oraleSpazzolino elettricoBenessere & SportAerosolMisuratore di pressioneSaturimetroTempo liberoActivity trackerCardiofrequenzimetroCycletteTapis roulantTrolleyElettronicaAudio & videoAction camCasse bluetoothProiettoreTelecamera di sorveglianzaInformaticaEbook readerMonitorNotebookScannerStampanteStampante multifunzioneTabletCuffie e auricolariAuricolari BluetoothCuffie BluetoothAutoNavigatoreFai da teUtensiliAvvitatoreCompressoreSega circolareTrapanoTrapano avvitatoreGiardinoDecespugliatoreIdropulitriceTagliaerba 18 ottobre 2019 bizup 0

Da parecchi anni ormai sempre meno italiani sono disposti a sborsare una quota fissa mensile per poter tenere un apparecchio telefonico fisso nelle proprie... Telefonia, gli utenti della rete fissa in continuo calo

Da parecchi anni ormai sempre meno italiani sono disposti a sborsare una quota fissa mensile per poter tenere un apparecchio telefonico fisso nelle proprie abitazioni, senza contare che lo sviluppo e la diffusione incredibile degli smartphone, tra tutte le fasce della popolazione, ha reso i telefoni fissi praticamente superflui.

A certificarlo anche gli ultimi dati diffusi dall’Agcom, che mostrano come continuano a diminuire gli accessi alla rete fissa: a giugno 2019 ne sono stati registrati 260mila in meno rispetto al trimestre precedente. In un anno la contrazione complessiva è stata di 660mila unità.

Meno linee ma più performanti. “Se nel giugno del 2015 oltre il 92% degli accessi alla rete fissa era in rame, dopo quattro anni questi sono scesi a meno del 52%, pari ad una flessione di oltre 8,4 milioni di linee”, sottolinea il Garante delle Comunicazioni. “Nello stesso periodo (giugno 2015 – giugno 2019) sono cresciuti gli accessi tramite altre tecnologie qualitativamente migliori, in particolare quelle in tecnologia FTTC (+6,52 milioni di unità), FTTH (+720 mila) e FWA (+ 690 mila)”.

Parallelamente a fine giugno si registra nella rete mobile un aumento complessivo su base annua di 3 milioni di sim: tale incremento è dovuto alle sim Machine to Machine (M2M) pari a +4,3 milioni di unità, mentre quelle “solo voce” e “voce+dati” si sono ridotte di 1,3 milioni di unità.

Tim si conferma market leader (30,4%), seguita da Vodafone e Wind Tre con quote intorno al 29%. Il nuovo entrante Iliad, nel primo anno di attività, rappresenta il 3,7% del mercato.

No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *