Fda ordina il ritiro di un lotto di talco della Johnson&Johnson Fda ordina il ritiro di un lotto di talco della Johnson&Johnson

Fda ordina il ritiro di un lotto di talco della Johnson&Johnson

UncategorizedBusinessHardwareNewsSocialSoftwareVideoBrowserHostingTechInternetSistemi OperativiAntivirus & AntiSpywareWordpressAdslVideoGameTelefoniaEconomiaSalutePromoCasa & famigliaPuliziaAspirapolvereRobot aspirapolvereScopa elettricaCasaDeumidificatoreMaterassoUmidificatoreStiratura e cucitoFerro da stiroFerro da stiro con caldaiaMacchina da cucirePrima InfanziaBaby monitorCuocipappaPasseggino gemellarePasseggino leggeroPasseggino trioScaldabiberonSeggiolino autoGrandi elettrodomesticiLavatriceCucinaBevandeBollitoreCentrifugaEstrattore di succoMacchina da caffèMacchina da caffè a capsuleMacchina da caffè automaticaCotturaFornetto elettricoForno a microondeFriggitrice ad ariaRobot da cucina multifunzionePreparazione cibiFrullatoreFrullatore ad immersioneImpastatriceMacchina del paneRobot da cucinaTostapaneVaporieraPer conservareMacchina sottovuotoCura della personaCapelliArricciacapelliAsciugacapelliPiastra per capelliTagliacapelliRasatura & EpilazioneEpilatoreEpilatore a luce pulsataRasoio elettricoRegolabarbaCura della pelleSpazzola pulizia visoIgiene oraleSpazzolino elettricoBenessere & SportAerosolMisuratore di pressioneSaturimetroTempo liberoActivity trackerCardiofrequenzimetroCycletteTapis roulantTrolleyElettronicaAudio & videoAction camCasse bluetoothProiettoreTelecamera di sorveglianzaInformaticaEbook readerMonitorNotebookScannerStampanteStampante multifunzioneTabletCuffie e auricolariAuricolari BluetoothCuffie BluetoothAutoNavigatoreFai da teUtensiliAvvitatoreCompressoreSega circolareTrapanoTrapano avvitatoreGiardinoDecespugliatoreIdropulitriceTagliaerba 21 ottobre 2019 bizup 0

Purtroppo per il colosso sono mesi a dir poco difficili, con una marea di cause legali da fronteggiare, ed i primi esiti negativi che... Fda ordina il ritiro di un lotto di talco della Johnson&Johnson

Purtroppo per il colosso sono mesi a dir poco difficili, con una marea di cause legali da fronteggiare, ed i primi esiti negativi che stanno costando fior fiori di milioni.

Ed alle questioni già aperte e non certo facili da arginare, se ne aggiungono purtroppo delle nuove: la Johnson&Johnson è stata infatti costretta a ritirare 33mila confezioni di talco per neonati e bambini per la presenza di tracce di amianto, sostanza cancerogena responsabile di vari casi di tumori. Il provvedimento riguarda gli Stati Uniti.

La società ha preso questa decisione dopo essere stata travolta da migliaia di denunce e cause legali da parte di consumatori a causa di tumori e altri danni alla salute attribuiti all’uso di prodotti al talco. Si tratta del primo ritiro di un talco effettuato dalla J&J, che aveva sempre negato la contaminazione con impurità tossiche dei propri prodotti.

La presenza della sostanza cancerogena è stata accertata nel corso di alcuni test condotti dalla Fda, la Food and drug administration.

“Il test della Food anda drug Administration (Fda) – sottolinea la nota di J&J – ha evidenziato la presenza di livelli sottotraccia di contaminazione da amianto crisotilo (non superiore allo 0,00002%) nei campioni di un singolo flacone acquistato da un rivenditore online. Nonostante i bassi livelli riportati e in piena collaborazione con l’Fda, è stato avviato il richiamo del lotto numero 22318RB da cui è stato prelevato il campione testato”.

Secondo la J&J, comunque, miglia di test condotti negli ultimi 40 anni dagli stessi laboratori dell’azienda non hanno mai individuato la presenza di amianto, mentre secondo gli esperti, invece, le sottilissime fibre delle polveri di amianto crisotilo (‘amianto bianco’), una volta inalate, infiammano la pleura ed i polmoni.

No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *