Tasse, ecco quante ne pagano i giganti del web in Italia Tasse, ecco quante ne pagano i giganti del web in Italia

Tasse, ecco quante ne pagano i giganti del web in Italia

UncategorizedBusinessHardwareNewsSocialSoftwareVideoBrowserHostingTechInternetSistemi OperativiAntivirus & AntiSpywareWordpressAdslVideoGameTelefoniaEconomiaSalutePromoCasa & famigliaPuliziaAspirapolvereRobot aspirapolvereScopa elettricaCasaDeumidificatoreMaterassoUmidificatoreStiratura e cucitoFerro da stiroFerro da stiro con caldaiaMacchina da cucirePrima InfanziaBaby monitorCuocipappaPasseggino gemellarePasseggino leggeroPasseggino trioScaldabiberonSeggiolino autoGrandi elettrodomesticiLavatriceCucinaBevandeBollitoreCentrifugaEstrattore di succoMacchina da caffèMacchina da caffè a capsuleMacchina da caffè automaticaCotturaFornetto elettricoForno a microondeFriggitrice ad ariaRobot da cucina multifunzionePreparazione cibiFrullatoreFrullatore ad immersioneImpastatriceMacchina del paneRobot da cucinaTostapaneVaporieraPer conservareMacchina sottovuotoCura della personaCapelliArricciacapelliAsciugacapelliPiastra per capelliTagliacapelliRasatura & EpilazioneEpilatoreEpilatore a luce pulsataRasoio elettricoRegolabarbaCura della pelleSpazzola pulizia visoIgiene oraleSpazzolino elettricoBenessere & SportAerosolMisuratore di pressioneSaturimetroTempo liberoActivity trackerCardiofrequenzimetroCycletteTapis roulantTrolleyElettronicaAudio & videoAction camCasse bluetoothProiettoreTelecamera di sorveglianzaInformaticaEbook readerMonitorNotebookScannerStampanteStampante multifunzioneTabletCuffie e auricolariAuricolari BluetoothCuffie BluetoothAutoNavigatoreFai da teUtensiliAvvitatoreCompressoreSega circolareTrapanoTrapano avvitatoreGiardinoDecespugliatoreIdropulitriceTagliaerba 29 novembre 2019 redazione 0

Solo qualche giorno fa un’interessantissima ricerca aveva permesso di mostrare che, se il cuneo fiscale italiano è difficile da sopportare per le famiglie, è... Tasse, ecco quante ne pagano i giganti del web in Italia

Solo qualche giorno fa un’interessantissima ricerca aveva permesso di mostrare che, se il cuneo fiscale italiano è difficile da sopportare per le famiglie, è quasi sempre impossibile per le imprese che sono tra le più tartassate al mondo.

Piccole e medie imprese, soprattutto, che tra imposte e tasse di ogni sorta non riescono a far quadrare i conti e sono quindi spesso costrette a chiudere i battenti.

E i grandi colossi?

Per loro non è affatto così, o quantomeno per quelli che orbitano nel settore del web: nel 2018 i colossi mondiali del web e del software con una filiale nel nostro Paese hanno infatti lasciato al fisco italiano solo 64 milioni di euro.

Tra le 15 società WebSoft analizzate da R&S Mediobanca troviamo Amazon, che ha pagato appena 6 milioni, Microsoft, con 16,5 milioni, Google 4,7, Oracle 3,2, Facebook 1,7, Uber 153mila euro e Alibaba 20mila euro. Apple, esclusa dal campione, ha versato nelle casse dello Stato italiano 12,5 milioni.

Tra il 2014 e il 2018 i giganti del web hanno risparmiato oltre 49 miliardi di euro di tasse a livello globale, domiciliando circa la metà dell’utile ante imposte in Paesi a fiscalità agevolata. Il risparmio sale a 74 miliardi di euro se si includono i 25 di Apple, “regina” dell’ottimizzazione fiscale, davanti a Microsoft (16,5 miliardi), Google (11,6 miliardi) e Facebook (6,3 miliardi).

Eppure, parallelamente, i guadagni non sono mancati: nel 2018 il fatturato complessivo dei primi 25 gruppi ha toccato quota 850 miliardi di euro, con una crescita del 24% sul 2017 e del 109% rispetto al 2014. Lo scorso anno i primi tre giganti, Amazon, Alphabet, la holding di Google, e Microsoft, hanno registrato circa la metà dei ricavi aggregati del settore.

 

No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *