Telecom ha pagato tangenti milionarie in Brasile? Telecom ha pagato tangenti milionarie in Brasile?

Telecom ha pagato tangenti milionarie in Brasile?

UncategorizedBusinessHardwareNewsSocialSoftwareVideoBrowserHostingTechInternetSistemi OperativiAntivirus & AntiSpywareWordpressAdslVideoGameTelefoniaEconomiaSalutePromoCasa & famigliaPuliziaAspirapolvereRobot aspirapolvereScopa elettricaCasaDeumidificatoreMaterassoUmidificatoreStiratura e cucitoFerro da stiroFerro da stiro con caldaiaMacchina da cucirePrima InfanziaBaby monitorCuocipappaPasseggino gemellarePasseggino leggeroPasseggino trioScaldabiberonSeggiolino autoGrandi elettrodomesticiLavatriceCucinaBevandeBollitoreCentrifugaEstrattore di succoMacchina da caffèMacchina da caffè a capsuleMacchina da caffè automaticaCotturaFornetto elettricoForno a microondeFriggitrice ad ariaRobot da cucina multifunzionePreparazione cibiFrullatoreFrullatore ad immersioneImpastatriceMacchina del paneRobot da cucinaTostapaneVaporieraPer conservareMacchina sottovuotoCura della personaCapelliArricciacapelliAsciugacapelliPiastra per capelliTagliacapelliRasatura & EpilazioneEpilatoreEpilatore a luce pulsataRasoio elettricoRegolabarbaCura della pelleSpazzola pulizia visoIgiene oraleSpazzolino elettricoBenessere & SportAerosolMisuratore di pressioneSaturimetroTempo liberoActivity trackerCardiofrequenzimetroCycletteTapis roulantTrolleyElettronicaAudio & videoAction camCasse bluetoothProiettoreTelecamera di sorveglianzaInformaticaEbook readerMonitorNotebookScannerStampanteStampante multifunzioneTabletCuffie e auricolariAuricolari BluetoothCuffie BluetoothAutoNavigatoreFai da teUtensiliAvvitatoreCompressoreSega circolareTrapanoTrapano avvitatoreGiardinoDecespugliatoreIdropulitriceTagliaerba 9 gennaio 2020 redazione 0

Nelle scorse ore il titolo Telecom Italia ha ben poco brillato in Borsa, ed il perché è presto detto: sulla stampa nazionale sono infatti... Telecom ha pagato tangenti milionarie in Brasile?

Nelle scorse ore il titolo Telecom Italia ha ben poco brillato in Borsa, ed il perché è presto detto: sulla stampa nazionale sono infatti rimbalzate notizie non certo positive provenienti da oltreoceano.

Nello specifico è balzata agli onori della cronaca un caso inerente la presunta corruzione di alti funzionari brasiliani nel periodo 2002-2006.

Si ipotizza che ben 35 milioni di euro versati al consulente Naji Nahas in una banca di New York abbiano avuto il fine di corrompere le autorità delle telecomunicazioni e antitrust del Brasile (Anatel e Cade) per controllare un blocco di Brasil Telecom su base temporanea, nonostante questa fosse diretta concorrente della partecipata di TIM Tim Brasil.

La Sesta corte federale criminale del Brasile, secondo le carte ottenute da La Stampa, sta indagando quindi “per riciclaggio, corruzione passiva e attiva, dal 2002 al 2006” Naji Robert Nahas, figlio dell’uomo d’affari Naji Nahas, che avrebbe prestato una consulenza a Telecom Italia e avrebbe ricevuto dalla compagnia italiana denaro per corrompere i funzionari del Paese sudamericano.

Ricordiamo che nel periodo fra 2002 e 2006 Telecom era guidata da Marco Tronchetti Provera, il quale è stato indagato dalla giustizia italiana per corruzione internazionale, ma poi l’inchiesta fu archiviata nel 2014.

L’inchiesta, sempre secondo quanto riferisce La Stampa, è già ben avviata, in entrambi i continenti coinvolti, e lo stesso Tronchetti era stato sentito negli anni scorsi. “In una dichiarazione data alle autorità italiane, la cui copia è stata ottenuta da quelle brasiliane, il dipendente di Telecom Italia Fabio Ghioni ha ammesso che Telecom Italia aveva dato a Nahas approssimativamente 5,4 milioni di dollari da usare per corrompere i pubblici ufficiali brasiliani, allo scopo di ottenere il controllo di Brasil Telecom. Per legittimare il trasferimento di tali fondi, Ghioni ha ammesso anche che Nahas aveva fatto un accordo di consulenza con Telecom Italia”.

No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *