Ben pochi stipendi d’oro vanno a manager donna Ben pochi stipendi d’oro vanno a manager donna

Ben pochi stipendi d’oro vanno a manager donna

UncategorizedBusinessHardwareNewsSocialSoftwareVideoBrowserHostingTechInternetSistemi OperativiAntivirus & AntiSpywareWordpressAdslVideoGameTelefoniaEconomiaSalutePromoCasa & famigliaPuliziaAspirapolvereRobot aspirapolvereScopa elettricaCasaDeumidificatoreMaterassoUmidificatoreStiratura e cucitoFerro da stiroFerro da stiro con caldaiaMacchina da cucirePrima InfanziaBaby monitorCuocipappaPasseggino gemellarePasseggino leggeroPasseggino trioScaldabiberonSeggiolino autoGrandi elettrodomesticiLavatriceCucinaBevandeBollitoreCentrifugaEstrattore di succoMacchina da caffèMacchina da caffè a capsuleMacchina da caffè automaticaCotturaFornetto elettricoForno a microondeFriggitrice ad ariaRobot da cucina multifunzionePreparazione cibiFrullatoreFrullatore ad immersioneImpastatriceMacchina del paneRobot da cucinaTostapaneVaporieraPer conservareMacchina sottovuotoCura della personaCapelliArricciacapelliAsciugacapelliPiastra per capelliTagliacapelliRasatura & EpilazioneEpilatoreEpilatore a luce pulsataRasoio elettricoRegolabarbaCura della pelleSpazzola pulizia visoIgiene oraleSpazzolino elettricoBenessere & SportAerosolMisuratore di pressioneSaturimetroTempo liberoActivity trackerCardiofrequenzimetroCycletteTapis roulantTrolleyElettronicaAudio & videoAction camCasse bluetoothProiettoreTelecamera di sorveglianzaInformaticaEbook readerMonitorNotebookScannerStampanteStampante multifunzioneTabletCuffie e auricolariAuricolari BluetoothCuffie BluetoothAutoNavigatoreFai da teUtensiliAvvitatoreCompressoreSega circolareTrapanoTrapano avvitatoreGiardinoDecespugliatoreIdropulitriceTagliaerba 27 gennaio 2020 redazione 0

Sappiamo bene che, in ogni azienda, a fronte di decine ed anche centinaia di lavoratori che lavorano con contratti precari e stipendi ai limiti... Ben pochi stipendi d’oro vanno a manager donna

Sappiamo bene che, in ogni azienda, a fronte di decine ed anche centinaia di lavoratori che lavorano con contratti precari e stipendi ai limiti dello sfruttamento, ci sono dirigenti e direttori che invece ogni mese portano a casa stipendi da capogiri.

Manager che si fanno pagare il proprio tempo ad un costo salatissimo e che guadagnano in un anno quello che i comuni mortali non riescono a mettere da parte magari in un’intera vita.

C’è però un aspetto da sottolineare: tra i top manager ci sono ben poche donne, e noi siamo pronti a giurare che questo non è certo perché sono meno brave o meno preparate.

Nello specifico, nel 2018 i primi dieci uomini hanno guadagnato 126 milioni rispetto ai 27, 5 milioni delle prime dieci donne. Quindi lo stipendio medio dei primi 10 uomini è 4,57 volte quello medio delle prime dieci donne.

I dati, tutti al lordo delle imposte, sono stati elaborati dal Sole 24 Ore in base ai documenti societari pubblicati dalle società quotate (riferiti all’anno 2018) e utilizzati per il «pay watch» dei manager.

Miuccia Prada è la più pagata tra le donne-manager delle società italiane quotate in Borsa, percependo uno stipendio fisso di 12,4 milioni di euro, al lordo delle tasse, come amministratore delegato di Prada.

La seconda più pagata è Alessandra Gritti, vicepresidente e a.d. di Tip (Tamburi investment partners), quasi 4,66 milioni (di cui 4,3 milioni di bonus). La terza è Monica Mondardini, manager che ha la fiducia sia di Carlo De Benedetti sia dei figli, è a.d. e direttore generale di Cir, presidente di Sogefi ed ex a.d. di Gedi (Editoriale L’Espresso), ha totalizzato 1,95 milioni.

No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *