Auto elettriche saranno sempre più diffuse ma costeranno posti di lavoro Auto elettriche saranno sempre più diffuse ma costeranno posti di lavoro

Auto elettriche saranno sempre più diffuse ma costeranno posti di lavoro

UncategorizedBusinessHardwareNewsSocialSoftwareVideoBrowserHostingTechInternetSistemi OperativiAntivirus & AntiSpywareWordpressAdslVideoGameTelefoniaEconomiaSalutePromoCasa & famigliaPuliziaAspirapolvereRobot aspirapolvereScopa elettricaCasaDeumidificatoreMaterassoUmidificatoreStiratura e cucitoFerro da stiroFerro da stiro con caldaiaMacchina da cucirePrima InfanziaBaby monitorCuocipappaPasseggino gemellarePasseggino leggeroPasseggino trioScaldabiberonSeggiolino autoGrandi elettrodomesticiLavatriceCucinaBevandeBollitoreCentrifugaEstrattore di succoMacchina da caffèMacchina da caffè a capsuleMacchina da caffè automaticaCotturaFornetto elettricoForno a microondeFriggitrice ad ariaRobot da cucina multifunzionePreparazione cibiFrullatoreFrullatore ad immersioneImpastatriceMacchina del paneRobot da cucinaTostapaneVaporieraPer conservareMacchina sottovuotoCura della personaCapelliArricciacapelliAsciugacapelliPiastra per capelliTagliacapelliRasatura & EpilazioneEpilatoreEpilatore a luce pulsataRasoio elettricoRegolabarbaCura della pelleSpazzola pulizia visoIgiene oraleSpazzolino elettricoBenessere & SportAerosolMisuratore di pressioneSaturimetroTempo liberoActivity trackerCardiofrequenzimetroCycletteTapis roulantTrolleyElettronicaAudio & videoAction camCasse bluetoothProiettoreTelecamera di sorveglianzaInformaticaEbook readerMonitorNotebookScannerStampanteStampante multifunzioneTabletCuffie e auricolariAuricolari BluetoothCuffie BluetoothAutoNavigatoreFai da teUtensiliAvvitatoreCompressoreSega circolareTrapanoTrapano avvitatoreGiardinoDecespugliatoreIdropulitriceTagliaerba 4 febbraio 2020 redazione 0

Già oggi, rispetto ad una manciata di anni fa, le auto ibride e quelle elettriche sono molto più diffuse e nel prossimo futuro i... Auto elettriche saranno sempre più diffuse ma costeranno posti di lavoro

Kia e-Soul

Già oggi, rispetto ad una manciata di anni fa, le auto ibride e quelle elettriche sono molto più diffuse e nel prossimo futuro i numeri sembrano destinati a crescere vertiginosamente.

Nello specifico, come evidenziato dal report di Boston Consulting Group “Who Will Drive Electric Cars to the Tipping Point?”, le elettriche arriveranno a un terzo del mercato mondiale dell’auto entro il 2025 e toccheranno il 51% entro il 2030, quando supereranno quelle di veicoli alimentati da motori a combustione interna.

Corrette quindi al rialzo le stime effettuate nel 2017, secondo le quali si prospettava un più modesto 25% entro il 2025 e numeri inferiori al 50% entro il 2030.

Nel 2030 la quota di mercato delle auto diesel si attesterà quindi sul 4%, mentre quella delle benzina passerà dal 78% attuale al 44%: il mix di BEV (battery electric vehicle), plug-in PHEV (plug-in hybrid electric vehicle, HEV (hybrid electriv vehicle) e ibride leggere MHEV ( mild hybrid electric vehicle) dominerà il mercato.

Un’ottima notizia per la sostenibilità ambientale, ma non mancheranno i contraccolpi, in primis a livello occupazionale.

Il seminario intitolato ‘Mobilità sostenibile al Lavoro. Occupazione e produzione industriale per la mobilità del futuro’, organizzato dalla Fiom Piemonte presso l’Energy Center del Politecnico con Sbilanciamoci, la rete di 49 associazioni ambientaliste, ha affrontato la questione: il passaggio alla produzione di auto elettriche rischia di ridurre i posti di lavoro in Italia di circa il 30%. Un dato questo importantissimo, che porta il Paese a dover trovare dei nuovi modelli di sviluppo per affrontare un cambiamento di tale portata.

Secondo dati Bosch citati nel seminario la riduzione dell’occupazione già rilevante con il passaggio dalla produzione del motore diesel a quello a benzina, da 10 a 3 occupati, è ancora più drastica nel caso del motore elettrico (si scenderà da 10 a 1). Volkswagen stima il 30% di ore di lavoro in meno per produrre un’auto elettrica. Solo in Germania si prevede una perdita di 410.000 posti fra costruttori e fornitori sui 2,8 milioni attuali.

No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *