Standard & Poor’s teme le conseguenze economiche del Coronavirus Standard & Poor’s teme le conseguenze economiche del Coronavirus

Standard & Poor’s teme le conseguenze economiche del Coronavirus

UncategorizedBusinessHardwareNewsSocialSoftwareVideoBrowserHostingTechInternetSistemi OperativiAntivirus & AntiSpywareWordpressAdslVideoGameTelefoniaEconomiaSalutePromoCasa & famigliaPuliziaAspirapolvereRobot aspirapolvereScopa elettricaCasaDeumidificatoreMaterassoUmidificatoreStiratura e cucitoFerro da stiroFerro da stiro con caldaiaMacchina da cucirePrima InfanziaBaby monitorCuocipappaPasseggino gemellarePasseggino leggeroPasseggino trioScaldabiberonSeggiolino autoGrandi elettrodomesticiLavatriceCucinaBevandeBollitoreCentrifugaEstrattore di succoMacchina da caffèMacchina da caffè a capsuleMacchina da caffè automaticaCotturaFornetto elettricoForno a microondeFriggitrice ad ariaRobot da cucina multifunzionePreparazione cibiFrullatoreFrullatore ad immersioneImpastatriceMacchina del paneRobot da cucinaTostapaneVaporieraPer conservareMacchina sottovuotoCura della personaCapelliArricciacapelliAsciugacapelliPiastra per capelliTagliacapelliRasatura & EpilazioneEpilatoreEpilatore a luce pulsataRasoio elettricoRegolabarbaCura della pelleSpazzola pulizia visoIgiene oraleSpazzolino elettricoBenessere & SportAerosolMisuratore di pressioneSaturimetroTempo liberoActivity trackerCardiofrequenzimetroCycletteTapis roulantTrolleyElettronicaAudio & videoAction camCasse bluetoothProiettoreTelecamera di sorveglianzaInformaticaEbook readerMonitorNotebookScannerStampanteStampante multifunzioneTabletCuffie e auricolariAuricolari BluetoothCuffie BluetoothAutoNavigatoreFai da teUtensiliAvvitatoreCompressoreSega circolareTrapanoTrapano avvitatoreGiardinoDecespugliatoreIdropulitriceTagliaerba 14 febbraio 2020 redazione 0

Il mondo intero è col fiato sospeso in attesa di capire se il Coronavirus, che al momento ha già contagiato oltre 45 mila persone,... Standard & Poor’s teme le conseguenze economiche del Coronavirus

Il mondo intero è col fiato sospeso in attesa di capire se il Coronavirus, che al momento ha già contagiato oltre 45 mila persone, riuscirà ad essere arginato prima di trasformarsi in una pandemia, ma le maggiori agenzie di rating e gli analisti economici sono preoccupati soprattutto per le conseguenze economiche di tutto ciò.

L’ultimo allarme arriva da Standard & Poor’s: “la velocità e la diffusione del nuovo coronavirus negli ultimi due mesi rappresentano un rischio per l’economia globale e il credito”, è scritto in un report dell’agenzia di rating , sottolineando che il rallentamento della Cina, le cui previsioni sul Pil sono state ridotte dal 5,7 al 5%, impatterà per lo 0,3% sul prodotto interno lordo globale nel 2020.

S&P considera l’epidemia un rischio “alto” per l’area dell’Asia-Pacifico e in particolare per la Cina e un rischio “elevato” per il resto del mondo, considerato che “i tassi di infezione e mortalità sono più bassi fuori dalla Cina”.

E l’impatto sarà forte anche sull’economia a stelle e strisce, già in frenata, nel primo trimestre all’1% (dal 2,2%). La nuova stima degli analisti finanziari smentisce l’approccio dell’amministrazione Trump che fin da subito ha cercato di minimizzare l’impatto economico sugli Stati Uniti dell’epidemia del 2019-NCov.

E non potrebbe essere altrimenti, visto che, tra le altre cose, la Cina garantisce un quinto della produzione mondiale, ospita la catena del valore di molte aziende manifatturiere americane che lì hanno delocalizzato o che lì si riforniscono di componentistica, è il maggiore importatore mondiale di materie prime e rappresenta il 39% degli acquisti globali di beni di lusso.

No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *