Consob ha vietato le vendite allo scoperto Consob ha vietato le vendite allo scoperto

Consob ha vietato le vendite allo scoperto

UncategorizedBusinessHardwareNewsSocialSoftwareVideoBrowserHostingTechInternetSistemi OperativiAntivirus & AntiSpywareWordpressAdslVideoGameTelefoniaEconomiaSalutePromoCasa & famigliaPuliziaAspirapolvereRobot aspirapolvereScopa elettricaCasaDeumidificatoreMaterassoUmidificatoreStiratura e cucitoFerro da stiroFerro da stiro con caldaiaMacchina da cucirePrima InfanziaBaby monitorCuocipappaPasseggino gemellarePasseggino leggeroPasseggino trioScaldabiberonSeggiolino autoGrandi elettrodomesticiLavatriceCucinaBevandeBollitoreCentrifugaEstrattore di succoMacchina da caffèMacchina da caffè a capsuleMacchina da caffè automaticaCotturaFornetto elettricoForno a microondeFriggitrice ad ariaRobot da cucina multifunzionePreparazione cibiFrullatoreFrullatore ad immersioneImpastatriceMacchina del paneRobot da cucinaTostapaneVaporieraPer conservareMacchina sottovuotoCura della personaCapelliArricciacapelliAsciugacapelliPiastra per capelliTagliacapelliRasatura & EpilazioneEpilatoreEpilatore a luce pulsataRasoio elettricoRegolabarbaCura della pelleSpazzola pulizia visoIgiene oraleSpazzolino elettricoBenessere & SportAerosolMisuratore di pressioneSaturimetroTempo liberoActivity trackerCardiofrequenzimetroCycletteTapis roulantTrolleyElettronicaAudio & videoAction camCasse bluetoothProiettoreTelecamera di sorveglianzaInformaticaEbook readerMonitorNotebookScannerStampanteStampante multifunzioneTabletCuffie e auricolariAuricolari BluetoothCuffie BluetoothAutoNavigatoreFai da teUtensiliAvvitatoreCompressoreSega circolareTrapanoTrapano avvitatoreGiardinoDecespugliatoreIdropulitriceTagliaerba 19 marzo 2020 redazione 0

I mercati internazionali stanno soffrendo enormemente: lo spread ha largamente superato i 300 punti e le Borse, anche nella giornata di ieri, hanno chiuso... Consob ha vietato le vendite allo scoperto

I mercati internazionali stanno soffrendo enormemente: lo spread ha largamente superato i 300 punti e le Borse, anche nella giornata di ieri, hanno chiuso in negativo.

Per fortuna, rispetto ai giorni scorsi, Milano sta riuscendo a contenere le perdite, e molto lo si deve anche alla Consob, che ha preso un’importante decisione.

La Consob ha infatti deciso di vietare le vendite allo scoperto: il divieto, per la prima volta, si applica a tutte le azioni negoziate sul mercato regolamentato italiano e durerà tre mesi.

Per chi non lo sapesse, questo tipo di vendite sono secondo la definizione di Borsa italiana «un’operazione finanziaria che consiste nella vendita di strumenti finanziari non posseduti con successivo riacquisto» e che «si effettua se si ritiene che il prezzo al quale gli strumenti finanziari si riacquisteranno sarà inferiore al prezzo inizialmente incassato attraverso la vendita».

In soldoni, oggi si vende un titolo che non si possiede e che si è preso a prestito per riacquistarlo domani a un prezzo si spera ancora inferiore in modo da restituirlo a chi lo ha ceduto e effettuando così un guadagno.

La Consob ha anche deciso di introdurre, per lo stesso periodo di tempo, un regime di trasparenza rafforzata sulle partecipazioni detenute dagli investitori nelle 48 società italiane quotate in Borsa a più alta capitalizzazione e ad azionariato diffuso in particolare i gruppi che hanno una capitalizzazione superiore ai 500 milioni di euro e a seconda degli assetti proprietari: sono ad esempio escluse le società controllate di diritto.

Fra le società incluse nell’elenco ci sono Generali, Atlantia, Banco Bpm, Bper, Eni, Enel, Intesa Sanpaolo, Leonardo, Mediaset, Mediobanca, Pirelli, Prysmian, Telecom Italia, Unicredit e Unipol.

No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *