Ecco cosa propongono i commercialisti per salvarci dalla crisi Ecco cosa propongono i commercialisti per salvarci dalla crisi

Ecco cosa propongono i commercialisti per salvarci dalla crisi

UncategorizedBusinessHardwareNewsSocialSoftwareVideoBrowserHostingTechInternetSistemi OperativiAntivirus & AntiSpywareWordpressAdslVideoGameTelefoniaEconomiaSalutePromoCasa & famigliaPuliziaAspirapolvereRobot aspirapolvereScopa elettricaCasaDeumidificatoreMaterassoUmidificatoreStiratura e cucitoFerro da stiroFerro da stiro con caldaiaMacchina da cucirePrima InfanziaBaby monitorCuocipappaPasseggino gemellarePasseggino leggeroPasseggino trioScaldabiberonSeggiolino autoGrandi elettrodomesticiLavatriceCucinaBevandeBollitoreCentrifugaEstrattore di succoMacchina da caffèMacchina da caffè a capsuleMacchina da caffè automaticaCotturaFornetto elettricoForno a microondeFriggitrice ad ariaRobot da cucina multifunzionePreparazione cibiFrullatoreFrullatore ad immersioneImpastatriceMacchina del paneRobot da cucinaTostapaneVaporieraPer conservareMacchina sottovuotoCura della personaCapelliArricciacapelliAsciugacapelliPiastra per capelliTagliacapelliRasatura & EpilazioneEpilatoreEpilatore a luce pulsataRasoio elettricoRegolabarbaCura della pelleSpazzola pulizia visoIgiene oraleSpazzolino elettricoBenessere & SportAerosolMisuratore di pressioneSaturimetroTempo liberoActivity trackerCardiofrequenzimetroCycletteTapis roulantTrolleyElettronicaAudio & videoAction camCasse bluetoothProiettoreTelecamera di sorveglianzaInformaticaEbook readerMonitorNotebookScannerStampanteStampante multifunzioneTabletCuffie e auricolariAuricolari BluetoothCuffie BluetoothAutoNavigatoreFai da teUtensiliAvvitatoreCompressoreSega circolareTrapanoTrapano avvitatoreGiardinoDecespugliatoreIdropulitriceTagliaerba 26 marzo 2020 redazione 0

Il blocco pressoché totale del paese nelle ultime due settimane, e che non sappiamo ancora per quanto si protrarrà, provocherà senza dubbio uno shock... Ecco cosa propongono i commercialisti per salvarci dalla crisi

Il blocco pressoché totale del paese nelle ultime due settimane, e che non sappiamo ancora per quanto si protrarrà, provocherà senza dubbio uno shock incredibile alla nostra economica, che non sappiamo se e come sarà in grado di venirne fuori.

Si tratta di una situazione tanto imprevedibile quanto eccezionale e incontrollabile, e bisognerà profondere sforzi immani per riuscire a venirne a capo.

Intanto la classe politica sta cercando di dare le prime risposte e varare le prime misure, ma anche commercialisti e consulenti del lavoro vogliono dare il loro contributo, dando dei validi suggerimenti.

In particolare, costoro auspicano misure choc per salvare le pmi e con esse l’economia italiana.

“Il protrarsi e l’ampliamento della emergenza sanitaria – dichiarano congiuntamente Marina Calderone e Massimo Miani, rispettivamente presidenti del Consiglio nazionale dell’ordine dei consulenti del lavoro e del Consiglio nazionale dei dottori commercialisti e degli esperti contabili – hanno messo in ginocchio il tessuto economico del Paese e con esso lavoratori dipendenti e professionisti. Per questo motivo sono necessari interventi di integrazione al reddito facili, diffusi e di rapidissima assegnazione diversi, per criteri e tempistiche, da quelli utilizzati nei periodi di ordinaria amministrazione”.

I Consigli nazionali dei commercialisti e dei consulenti del lavoro propongono quindi la sospensione fino al 30 giugno 2020 dei termini di versamento, con rateazione dei versamenti sospesi a partire da settembre 2020, relativamente a: tributi, ritenute, contributi e premi assicurativi, sia correnti rateizzati, nonché al diritto annuale alle camere di commercio; somme dovute, anche in forma rateale, derivanti da avvisi bonari, accertamento con adesione, mediazione tributaria, conciliazione giudiziale, acquiescenza e definizione agevolata delle sanzioni; entrate tributarie e non tributarie, anche degli enti locali, derivanti da cartelle di pagamento o ingiunzioni o avvisi di accertamento esecutivi, nonché relativi alla rottamazione dei ruoli e al saldo e stralcio.

Si richiede che, ai professionisti iscritti agli ordini professionali che versano la loro contribuzione pensionistica alle Casse professionali privatizzate, venga riconosciuta una detrazione di 600 euro, medesimo importo previsto per gli altri lavoratori autonomi, che abbatta le imposte dovute all’erario in sede di dichiarazione dei redditi.

In materia di ammortizzatori sociali, si propone pertanto la previsione della possibilità? di prevedere, come già? per l’assegno ordinario, il pagamento diretto del trattamento Cigo da parte dell’INPS.

No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *