Ecco come Luxottica sta reagendo alla crisi Ecco come Luxottica sta reagendo alla crisi

Ecco come Luxottica sta reagendo alla crisi

UncategorizedBusinessHardwareNewsSocialSoftwareVideoBrowserHostingTechInternetSistemi OperativiAntivirus & AntiSpywareWordpressAdslVideoGameTelefoniaEconomiaSalutePromoCasa & famigliaPuliziaAspirapolvereRobot aspirapolvereScopa elettricaCasaDeumidificatoreMaterassoUmidificatoreStiratura e cucitoFerro da stiroFerro da stiro con caldaiaMacchina da cucirePrima InfanziaBaby monitorCuocipappaPasseggino gemellarePasseggino leggeroPasseggino trioScaldabiberonSeggiolino autoGrandi elettrodomesticiLavatriceCucinaBevandeBollitoreCentrifugaEstrattore di succoMacchina da caffèMacchina da caffè a capsuleMacchina da caffè automaticaCotturaFornetto elettricoForno a microondeFriggitrice ad ariaRobot da cucina multifunzionePreparazione cibiFrullatoreFrullatore ad immersioneImpastatriceMacchina del paneRobot da cucinaTostapaneVaporieraPer conservareMacchina sottovuotoCura della personaCapelliArricciacapelliAsciugacapelliPiastra per capelliTagliacapelliRasatura & EpilazioneEpilatoreEpilatore a luce pulsataRasoio elettricoRegolabarbaCura della pelleSpazzola pulizia visoIgiene oraleSpazzolino elettricoBenessere & SportAerosolMisuratore di pressioneSaturimetroTempo liberoActivity trackerCardiofrequenzimetroCycletteTapis roulantTrolleyElettronicaAudio & videoAction camCasse bluetoothProiettoreTelecamera di sorveglianzaInformaticaEbook readerMonitorNotebookScannerStampanteStampante multifunzioneTabletCuffie e auricolariAuricolari BluetoothCuffie BluetoothAutoNavigatoreFai da teUtensiliAvvitatoreCompressoreSega circolareTrapanoTrapano avvitatoreGiardinoDecespugliatoreIdropulitriceTagliaerba 7 aprile 2020 redazione 0

Centinaia di aziende, in Italia, sono state costrette a chiudere momentaneamente i battenti, perché non attività di prima necessità, senza sapere con certezza quando... Ecco come Luxottica sta reagendo alla crisi

Centinaia di aziende, in Italia, sono state costrette a chiudere momentaneamente i battenti, perché non attività di prima necessità, senza sapere con certezza quando sarà possibile riaprire.

Ma anche le imprese che continuano ad operare sono state travolte dalla crisi innescata da questa emergenza sanitaria, costrette quindi a mettere parte dei propri operai e dipendenti in cassa integrazione o addirittura licenziandoli.

Luxottica, attraverso le parole del suo fonsatore, Leonardo Del Vecchio, ha comunicato che, in accordo con le organizzazioni sindacali, ha deciso di introdurre un pacchetto di iniziative rivolte a tutti i dipendenti: chi è in cassa integrazione, chi lavora e chi ha stipendi più alti per il ruolo che svolge.

«L’obiettivo è ridare sicurezze alle persone e rinforzare il senso di comunità tra tutti i dipendenti del Gruppo», comunica l’azienda.

L’azienda quindi integrerà al 100% la retribuzione netta mensile di tutti i dipendenti che, nell’ambito della gestione dell’emergenza e per effetto della sospensione delle attività, dovranno accedere alla cassa integrazione prevista dal Decreto “Cura Italia”. L’integrazione “Covid-19” sarà corrisposta con la busta paga del mese di competenza.

L’azienda riconoscerà poi un “contributo welfare” di 500 euro netti mensili per tutti i dipendenti che saranno chiamati a prestare servizio all’interno delle sedi del Gruppo in Italia.

Si è inoltre deciso di rivedere la “riduzione del periodo di chiusura collettiva di agosto, che passerà da tre settimane alla sola settimana di Ferragosto, per supportare la progressiva ripresa delle attività”.

Infine, il gruppo dirigente di Luxottica aderirà su base volontaria alla riduzione dello stipendio per tutto il periodo dell’emergenza, in linea con l’autoriduzione del 50% del compenso dell’Amministratore Delegato del Gruppo Francesco Milleri.

No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *