Ast, giorni cruciali per la vendita dell’azienda umbra Ast, giorni cruciali per la vendita dell’azienda umbra

Ast, giorni cruciali per la vendita dell’azienda umbra

UncategorizedBusinessHardwareNewsSocialSoftwareVideoBrowserHostingTechInternetSistemi OperativiAntivirus & AntiSpywareWordpressAdslVideoGameTelefoniaEconomiaSalutePromoCasa & famigliaPuliziaAspirapolvereRobot aspirapolvereScopa elettricaCasaDeumidificatoreMaterassoUmidificatoreStiratura e cucitoFerro da stiroFerro da stiro con caldaiaMacchina da cucirePrima InfanziaBaby monitorCuocipappaPasseggino gemellarePasseggino leggeroPasseggino trioScaldabiberonSeggiolino autoGrandi elettrodomesticiLavatriceCucinaBevandeBollitoreCentrifugaEstrattore di succoMacchina da caffèMacchina da caffè a capsuleMacchina da caffè automaticaCotturaFornetto elettricoForno a microondeFriggitrice ad ariaRobot da cucina multifunzionePreparazione cibiFrullatoreFrullatore ad immersioneImpastatriceMacchina del paneRobot da cucinaTostapaneVaporieraPer conservareMacchina sottovuotoCura della personaCapelliArricciacapelliAsciugacapelliPiastra per capelliTagliacapelliRasatura & EpilazioneEpilatoreEpilatore a luce pulsataRasoio elettricoRegolabarbaCura della pelleSpazzola pulizia visoIgiene oraleSpazzolino elettricoBenessere & SportAerosolMisuratore di pressioneSaturimetroTempo liberoActivity trackerCardiofrequenzimetroCycletteTapis roulantTrolleyElettronicaAudio & videoAction camCasse bluetoothProiettoreTelecamera di sorveglianzaInformaticaEbook readerMonitorNotebookScannerStampanteStampante multifunzioneTabletCuffie e auricolariAuricolari BluetoothCuffie BluetoothAutoNavigatoreFai da teUtensiliAvvitatoreCompressoreSega circolareTrapanoTrapano avvitatoreGiardinoDecespugliatoreIdropulitriceTagliaerba 21 maggio 2020 redazione 0

La notizia era nell’aria da un bel po’, ma solo in questi giorni è stata ufficializzata: Ast, Acciai speciali Terni, esce dal core business... Ast, giorni cruciali per la vendita dell’azienda umbra

La notizia era nell’aria da un bel po’, ma solo in questi giorni è stata ufficializzata: Ast, Acciai speciali Terni, esce dal core business di ThyssenKrupp e finisce sul mercato.

Un annuncio prevedibile ma non per questo meno preoccupante, se non altro perché l’operazione mette a rischio produzioni e livelli occupazionali per il momento assai delicato che l’azienda sta attraversando, anche per gli effetti della pandemia da Covid-19.

Per fortune pare che i pretendenti non manchino. Tra i primi interessati, si parla del gruppo Arvedi che potrebbe dare vita a una cordata insieme a Marcegaglia, Arcelor Mittal e Cassa depositi e prestiti. “Acciaio Italia” sarebbe il nome della joint venture.

Nonostante tutte le difficoltà del caso c’è da sottolineare come Acciai Speciali Terni si sia fatta trovare pronta alla ripartenza e questo, probabilmente, è un punto a favore da tenere a mente in un’ottica futura di eventuale vendita, per aumentare la propria ‘brand reputation’.

Le prossime settimane saranno cruciali per capire il destino dell’azienda, ma intanto tutte le sigle sindacali, ed anche il mondo politico, si sono già mobilitati.

In una nota, Usb ritiene ad esempio “urgente e necessaria la convocazione di un tavolo ministeriale che affronti l’emergenza legata alle scelte della multinazionale tedesca. È necessaria l’apertura di un tavolo presso il ministero dello sviluppo economico che ragioni complessivamente del settore siderurgico nazionale attraverso una chiara regia di stato, di intervento a rilancio del settore anche attraverso le nazionalizzazioni”.

“Se il gruppo tedesco ha definitivamente rinunciato alla competizione industriale in favore di operazioni finanziarie di corto respiro – fa sapere invece il coordinamento della provincia di Terni di Italia Viva – come del resto già avvenuto per la divisione elevator, allora tale scelta non potrà costare il lavoro dei 2.300 dipendenti dell’impianto e l’ingloriosa fine di centotrentasei anni di storia. Attraverso i propri rappresentanti nelle Istituzioni, Italia Viva chiederà al Governo ed al Mise il massimo impegno per garantire che la cessione avvenga solo in presenza di un soggetto davvero interessato ad investire in Ast, mantenendone intatta la capacità produttiva, senza scorpori o riduzioni di sorta”.

No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *