Fisco ha prolungato lo stop alle cartelle esattoriali Fisco ha prolungato lo stop alle cartelle esattoriali

Fisco ha prolungato lo stop alle cartelle esattoriali

UncategorizedBusinessHardwareNewsSocialSoftwareVideoBrowserHostingTechInternetSistemi OperativiAntivirus & AntiSpywareWordpressAdslVideoGameTelefoniaEconomiaSalutePromoCasa & famigliaPuliziaAspirapolvereRobot aspirapolvereScopa elettricaCasaDeumidificatoreMaterassoUmidificatoreStiratura e cucitoFerro da stiroFerro da stiro con caldaiaMacchina da cucirePrima InfanziaBaby monitorCuocipappaPasseggino gemellarePasseggino leggeroPasseggino trioScaldabiberonSeggiolino autoGrandi elettrodomesticiLavatriceCucinaBevandeBollitoreCentrifugaEstrattore di succoMacchina da caffèMacchina da caffè a capsuleMacchina da caffè automaticaCotturaFornetto elettricoForno a microondeFriggitrice ad ariaRobot da cucina multifunzionePreparazione cibiFrullatoreFrullatore ad immersioneImpastatriceMacchina del paneRobot da cucinaTostapaneVaporieraPer conservareMacchina sottovuotoCura della personaCapelliArricciacapelliAsciugacapelliPiastra per capelliTagliacapelliRasatura & EpilazioneEpilatoreEpilatore a luce pulsataRasoio elettricoRegolabarbaCura della pelleSpazzola pulizia visoIgiene oraleSpazzolino elettricoBenessere & SportAerosolMisuratore di pressioneSaturimetroTempo liberoActivity trackerCardiofrequenzimetroCycletteTapis roulantTrolleyElettronicaAudio & videoAction camCasse bluetoothProiettoreTelecamera di sorveglianzaInformaticaEbook readerMonitorNotebookScannerStampanteStampante multifunzioneTabletCuffie e auricolariAuricolari BluetoothCuffie BluetoothAutoNavigatoreFai da teUtensiliAvvitatoreCompressoreSega circolareTrapanoTrapano avvitatoreGiardinoDecespugliatoreIdropulitriceTagliaerba 2 giugno 2020 redazione 0

Il periodo è difficile: molte famiglie italiane si sono viste ridurre considerevolmente le entrate, quando non proprio azzerate, a seguito dello scoppio dell’emergenza legata... Fisco ha prolungato lo stop alle cartelle esattoriali

Il periodo è difficile: molte famiglie italiane si sono viste ridurre considerevolmente le entrate, quando non proprio azzerate, a seguito dello scoppio dell’emergenza legata al Covid 19.

E la crisi si è fatta sentire ancora di più per quelle famiglie che già faticavano ad arrivare a fine mese, e che quindi avevano conti in soispeso e cartelle esattoriali da pagare.

Ecco perché il Fisco ha deciso di venire ulteriormente incontro a questi cittadini, prolungando lo stop che aveva già annunciato dallo scorso marzo.

Nello specifico, con l’obiettivo di lasciare più liquidità nelle tasche degli italiani, sono state rinviate una serie di scadenze perentorie: le rate della rottamazione (c’è tempo fino a dicembre), i pagamenti da cartelle (fino ad agosto). Stop anche ai pignoramenti già in atto su stipendi e pensioni.

Le cartelle sospese sono oltre 6,6 milioni nel periodo che va da marzo, quando è entrato in vigore il decreto Cura-Italia che ha determinato il primo stop ai pagamenti fino a maggio, ad agosto, dopo l’estensione del periodo decisa con il decreto Rilancio.

Il 59 per cento del totale ha però deciso comunque di continuare ad onorare le sue scadenze fiscali. In soldoni, sei italiani su dieci stanno pagando regolarmente.

Se si volesse fare sull’intero territorio nazionale una classifica dei più “ligi”, il podio principale andrebbe ai contribuenti sardi e veneti, che nel 63% dei casi hanno deciso di pagare comunque.

No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *