Finalmente si possono regolarizzare colf, badanti e braccianti Finalmente si possono regolarizzare colf, badanti e braccianti

Finalmente si possono regolarizzare colf, badanti e braccianti

UncategorizedBusinessHardwareNewsSocialSoftwareVideoBrowserHostingTechInternetSistemi OperativiAntivirus & AntiSpywareWordpressAdslVideoGameTelefoniaEconomiaSalutePromoCasa & famigliaPuliziaAspirapolvereRobot aspirapolvereScopa elettricaCasaDeumidificatoreMaterassoUmidificatoreStiratura e cucitoFerro da stiroFerro da stiro con caldaiaMacchina da cucirePrima InfanziaBaby monitorCuocipappaPasseggino gemellarePasseggino leggeroPasseggino trioScaldabiberonSeggiolino autoGrandi elettrodomesticiLavatriceCucinaBevandeBollitoreCentrifugaEstrattore di succoMacchina da caffèMacchina da caffè a capsuleMacchina da caffè automaticaCotturaFornetto elettricoForno a microondeFriggitrice ad ariaRobot da cucina multifunzionePreparazione cibiFrullatoreFrullatore ad immersioneImpastatriceMacchina del paneRobot da cucinaTostapaneVaporieraPer conservareMacchina sottovuotoCura della personaCapelliArricciacapelliAsciugacapelliPiastra per capelliTagliacapelliRasatura & EpilazioneEpilatoreEpilatore a luce pulsataRasoio elettricoRegolabarbaCura della pelleSpazzola pulizia visoIgiene oraleSpazzolino elettricoBenessere & SportAerosolMisuratore di pressioneSaturimetroTempo liberoActivity trackerCardiofrequenzimetroCycletteTapis roulantTrolleyElettronicaAudio & videoAction camCasse bluetoothProiettoreTelecamera di sorveglianzaInformaticaEbook readerMonitorNotebookScannerStampanteStampante multifunzioneTabletCuffie e auricolariAuricolari BluetoothCuffie BluetoothAutoNavigatoreFai da teUtensiliAvvitatoreCompressoreSega circolareTrapanoTrapano avvitatoreGiardinoDecespugliatoreIdropulitriceTagliaerba 3 giugno 2020 redazione 0

Giugno è un mese fondamentale per il nostro paese: iniziano infatti le riaperture dei confini, tra le varie regioni ma anche da e con... Finalmente si possono regolarizzare colf, badanti e braccianti

Giugno è un mese fondamentale per il nostro paese: iniziano infatti le riaperture dei confini, tra le varie regioni ma anche da e con l’estero, ma partono anche nuove iniziative promosse dall’INPS per venire incontro a tutti i contribuenti.

In particolare, a partire dal primo del mese, i datori di lavoro che intendono stipulare un nuovo contratto di lavoro subordinato con cittadini stranieri presenti sul territorio nazionale ovvero per dichiarare la sussistenza di un rapporto di lavoro irregolare, in corso, sia con cittadini italiani che con cittadini stranieri, possono farlo presentando una apposita istanza fino al 15 luglio.

I requisiti per poter fare domanda per la regolarizzazione di rapporti di lavoro irregolari sono indicati non solo nel decreto Rilancio, ma anche nel decreto interministeriale del 27 maggio 2020 “Modalità di presentazione dell’istanza di emersione di rapporti di lavoro”.

Nello specifico, è previsto che la persona fisica, ente, società per aderire alla sanatoria dovrà avere un reddito imponibile o un fatturato risultante dall’ultima dichiarazione dei redditi o dal bilancio di esercizio precedente non inferiore a 30 mila euro annui. Per la regolarizzazione di personale domestico la somma scende a 20mila euro se single, mentre a 27 mila euro se il nucleo familiare è formato da più persone.

Le domande dovranno essere presentate in base alla sanatoria a cui si aderisce: all’Inps per i lavoratori italiani e per quelli dell’Ue. Allo sportello unico per l’immigrazione per gli extracomunitari, infine la domanda per la regolarizzazione del soggiorno va presentata in Questura.

Per la regolarizzazione di lavoratori già impiegati è previsto il versamento di un contributo forfettario di 400 euro a copertura degli oneri connessi all’espletamento della procedura di emersione. E’ inoltre previsto uno scudo penale, se la procedura va a buon fine, dei procedimenti penali e amministrativi per l’impiego in nero dei lavoratori.

No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *